Week end: Cervo perla del Ponente ligure

Bagni, sole e relax nella Riviera di Ponente nel borgo-gioiello di Cervo, dove musica, cultura, arte e cucina della tradizione di mare e di terra sono di casa

Voglia di un week end di bagni, sole e relax conditi da un pizzico di cultura? Puntate verso la Liguria di Ponente, destinazione Cervo, un "labirinto" di antiche case medievali sospese sulla collina tra l'azzurro del cielo e quello del mare. Per visitare il centro storico, inserito tra i Borghi più belli d'Italia non si può che andare a piedi: l'auto si parcheggia in basso, sulla via Aurelia, o in cima al paese, fuori dalle mura, però vuoi mettere il piacere di fare un po' di sano movimento! E poi, come tutte le cose difficili da conquistare, Cervo è un luogo unico, che non finisce mai di meravigliarti ed esercita una sorta di attrazione magnetica: una volta che l'hai visto, non puoi fare a meno di tornarci.

Advertisement - Continue Reading Below

Vista sul golfo di Diano Marina

Sarà perché lo sforzo di salire lungo le sue strette e ombrose viuzze (i carrugi) conduce alla scoperta di edifici storici molto belli (come Palazzo Morchio, palazzo Viale, l'oratorio di Santa Caterina, in stile romanico), giardini e piccoli orti che profumano di Mediterraneo, mura e bastioni che ricordano un lontano passato, quando gli abitanti dovevano difendersi dall'attacco dei Saraceni. Sarà perché a metà del paese ti aspetta una piacevole sorpresa: lo splendido sagrato da cui si gode una vista incomparabile sul golfo sottostante, fino a Diano Marina e Capo Berta. Questa deliziosa piazza con vista è dominata da un capolavoro barocco: la chiesa di San Giovanni Battista, detta anche dei Corallini perché fu costruita grazie ai guadagni dei marinai del luogo che, a bordo di piccole imbarcazioni a vela, si spingevano fino alle coste della Corsica, della Sardegna e persino della Tunisia per raccogliere il prezioso "oro rosso".

Advertisement - Continue Reading Below

Il Festival internazionale di musica da camera

In questo "salotto all'aperto" da 52 anni si svolge il Festival internazionale di musica da camera, un appuntamento imperdibile per appassionati e non. Ideato dal musicista ungherese Sandor Vegh che si innamorò a prima vista di Cervo (tanto da acquistare casa: è quella gialla con un terrazzino e un grande rampicante, proprio di fronte alla Chiesa), anche quest'anno propone grandi artisti: tra gli altri, il violinista Uto Ughi (27 luglio), il pianista Ian Fountain (7 agosto), l'Enrico Rava New Quartet (10 agosto).

Advertisement - Continue Reading Below

Il Premio Strega in Liguria

Un'altra importante manifestazione che si svolge in paese è Cervo ti strega, ideata da Francesca Rotta Gentile, nipote della Scrittrice Orsola Nemi che, insieme al marito Henry Furst, anch'egli scrittore, visse a lungo a Montepiano, una casa immersa tra gli ulivi, poco distante dal paese. La coppia frequentava alcuni dei più grandi intellettuali del secolo scorso, tra i quali Eugenio Montale (spesso ospite da queste parti), Leo Longanesi, Mario Soldati e Maria Bellonci, ideatrice del Premio Strega, il più prestigioso riconoscimento letterario italiano. Proprio a ricordo dell'amicizia tra le due scrittrici è nata la manifestazione che, per il secondo anno consecutivo, porterà a Cervo il vincitore (proclamato nel Ninfeo di Villa Giulia, a Roma, il 2 luglio). Incontrerà il pubblico ligure la sera del 5 luglio, sul Sagrato dei Corallini, intervistato dal conduttore televisivo e cabarettista Enrico Bertolino.

Advertisement - Continue Reading Below

Il Museo etnografico di Cervo

Ma al là d queste importanti manifestazioni culturali, Cervo è un paese a vocazione marinara (per avere un'idea di come vivevano gli abitanti fino a un passato abbastanza prossimo, visitate il Museo etnografico del Ponente ligure, nei locali del Castello dei Clavesana, Piazza Santa Caterina 2, tel. 0183/408197). Da queste parti non ci sono spiagge di sabbia naturale (solo rocce, ciottoli e sassi!) ma, ve lo garantiamo, quello cervese è uno dei tratti costieri più belli della Liguria, soprattutto dirigendosi verso est: un susseguirsi di scogli, speroni rocciosi e piccole calette dalle acque limpidissime e pescose.

Advertisement - Continue Reading Below

Le spiagge di Cervo

Per nuotare e abbronzarvi potete scegliere tra il Pilone, proprio sotto l'abitato, dove ci sono spiagge attrezzate, adatte ai bimbi e a chi non ha molta confidenza con l'acqua; la Marina delle reti, con sassolini e un bar in una casetta di legno; l'adiacente Porteghetto, ideale per fare il bagno. ma anche incontrare gente (imperdibile l'aperitivo serale nell'omonimo bar o una cena sotto le stelle nel ristorante a picco sul mare); le Ciappellette, frequentate dai nuotatori più abili e da chi ama fare snorkelling: armati di maschera e pinne, qui sarete letteralmente circondati, soprattutto al mattino presto e verso sera, da una variegata fauna ittica.

Advertisement - Continue Reading Below

Aperitivo con vista al bar Serafino

Per concludere la giornata in bellezza, vi consigliamo di dirigervi verso il paese e affrontare di nuovo le scale per raggiungere la terrazza del bar/ristorante Serafino, in via Matteotti 8: ordinate un aperitivo e godetevi la vista del golfo alla luce del tramonto, cullati dalla brezza che profuma di salsedine. Non è proprio il Paradiso, ma ci siamo vicini.

Advertisement - Continue Reading Below

Dove mangiare e dormire a Cervo

Ristorante San Giorgio. Molto raffinato, propone menu a base di pesce, crostacei, frutti di mare e verdure di stagione. Sotto il locale, ce n'è un altro: il Sangiorgino, ricavato da un antico frantoio del tredicesimo secolo. Il posto ideale per degustare ottime etichette accompagnate da stuzzichini o piatti di stagione.

Hotel ristorante Bellavista. Come si intuisce dal nome, il locale è situato in uno dei punti più panoramici del paese. Nella terrazza ombreggiata dagli ulivi potrete gustare una cucina semplice, legata ai prodotti del territorio, sia dell'orto sia del mare. La locanda dispone anche di 5 camere doppie e una singola.

B&B Le notti mediterranee. Camere di charme nel centro storico.

B&B I Gabbiani. Un angolo di quiete circondato da alberi e ulivi.

B&b I Corallini. camere curate e confortevoli, immerse nella tranquillità dell'antico borgo.

More from Gioia!:
Viaggi
CONDIVIDI
Perché attraversare la Route 66 è il viaggio migliore di sempre
In viaggio coast to coast negli USA attraversando una delle prime highway federali: la Route 66
Castelli Romani: Nemi
Viaggi
CONDIVIDI
Castelli Romani: l'ideale per un week end fuori porta
I Castelli Romani sono perfetti se stai organizzando un paio di giorni di relax a pochi chilometri dalla Capitale
Castello di Neuschwanstein
Viaggi
CONDIVIDI
Il castello delle favole esiste: è quello di Neuschwanstein in Baviera
Il Castello di Neuschwanstein, in Baviera, sembra uscito da una fiaba tanto che da aver ispirato la Disney per il suo logo
Matera
Viaggi
CONDIVIDI
Perché visitare i Sassi di Matera riempirà i tuoi occhi di bellezza
Tutte le info per organizzare una visita ai Sassi di Matera, Patrimonio mondiale dell'Unesco
Viaggi
CONDIVIDI
Dove andare in vacanza a ottobre?
Dove andare in vacanza a ottobre? Tutte le mete consigliate in Italia e all'estero per una pausa all'insegna del relax, tra i colori...
Vacanze in Sicilia: il teatro greco di Taormina
Viaggi
CONDIVIDI
Vacanze in Sicilia: 10 mete tra mare e archeologia
Questa regione è il regno della bellezza
Viaggi
CONDIVIDI
I giardini più belli del mondo: l'ideale per un matrimonio indimenticabile
Romantici, sospesi nel tempo, colorati: l'ideale se, per te, il ricevimento di nozze ideale deve essere all'aperto
Castello di Miramare, Trieste
Viaggi
CONDIVIDI
Perché visitare il Castello di Miramare, tra le meraviglie di Trieste
La storia del Castello di Miramare a Trieste, ex residenza asburgica: tutte le info per organizzare una visita indimenticabile
Lago di Bolsena
Viaggi
CONDIVIDI
Perché il lago di Bolsena è la meta ideale per un weekend d'autunno
Borghi antichissimi, storia, leggende e atmosfere sospese
Salina, Eolie formato relax
Viaggi
CONDIVIDI
Salina, ovvero le Eolie formato relax
Mare, buon cibo e poesia: tra un giro in barca, una Malvasia e una granita di pistacchi qui ci si può rigenerare (anche a fine estate)