Il giro del mondo in moto della prima donna musulmana

L'impresa di Anita Yusof è straordinaria: è la prima donna musulmana​ a fare il giro del mondo in moto, ecco la sua storia

Fare il giro del mondo in moto è già di per sé un'esperienza incredibile, ma per Anita Yusof lo è in modo particolare. Questa insegnante 52enne infatti, originaria della Malesia, è musulmana e secondo i dettami della sua religione non potrebbe salire nemmeno su una bicicletta, figuriamoci su una ruggente due ruote.

La storia di Anita: il divorzio, la rinascita

Anita – che sotto il caso indossa un hijab, il tipico velo che lascia scoperto solo il viso - ha raccontato di aver scoperto il fascino della moto dopo il divorzio. Racconta: «Ero affranta e ho pensato che mi sarebbe servita un'esperienza forte per distrarmi». 

Advertisement - Continue Reading Below

I primi viaggi

Il primo viaggio è durato 22 giorni, attraversando Cambogia, Laos e Birmania, mentre nel secondo viaggio Anita è arrivata fino in Asia Centrale. Una zona non facile per una donna: «In Afghanistan c'era la guerra, evitavo i punti caldi, mi fermai a un certo punto per chiedere di un albergo e mi ritrovai circondata da uomini curiosi o scandalizzati. Capii che non mi avrebbero dato alcun aiuto e scappai via».

Più Popolare

Il giro del mondo in moto

Dopo aver girato in Nepal, Cina e Indonesia, è arrivata l'idea del giro del mondo, un'impresa che è riuscita a intraprendere anche grazie ad un'azienda italiana, la GIVI: partendo da Seattle Anita ha attraversato in sella ad una Yamaha FZ 150ib (che quando è a pieno carico pesa oltre 210 kg!) tutta l'America, da Nord a Sud, poi è volata a Londra, e passando poi per Spagna, Portogallo, Italia e Grecia. Un viaggio sicuramente indimenticabile, anche se non privo di difficoltà: «Non avevo mai visto l'Oceano o un panorama di montagna come ce ne sono in America, con i ghiacciai e gli alberi così alti che non si vede il cielo! Ho percorso centinaia di chilometri su strade deserte o fangose o sabbiose o battute dal vento che non riuscivo neppure a stare in piedi».

La religione

Ma il Global Dream Ride, questo il nome del progetto, ha anche un altro importante scopo: «Sono caduta molte volte imparando a rimettermi in piedi senza scoraggiarmi», continua la motociclista, «In Argentina la tv della comunità musulmana mi ha dato molto spazio e ho cercato di aprire gli occhi alle donne della mia religione. Spero che cambi anche il mio Paese dove ora tutte dobbiamo di nuovo portare il velo».

More from Gioia!:
Courmayeur
Viaggi
CONDIVIDI
Courmayeur: 10 curiosità che ti faranno venire ancora più voglia di andarci
Courmayeur è, indubbiamente, una delle località turistiche più belle: tutte le curiosità sul paese del Monte Bianco
Wine Resort
Viaggi
CONDIVIDI
Wine Resort: la lista dei migliori 8 in Italia
Scopri i wine resort migliori in Italia dove, in completo relax, puoi degustare i vini delle migliori etichette: dal Barolo al Barbera fino...
Merano
Viaggi
CONDIVIDI
Merano: cosa vedere in un weekend?
Scopri Merano e cosa vedere in un weekend: dai Giardini di Castel Trauttmansdorff, meglio conosciuti come Giardini di Sissi, al centro...
Vacanze a ottobre al mare: Santa Teresa di Gallura
Viaggi
CONDIVIDI
Le mete più calde in Italia e in Europa
Il mare a ottobre: perché no?
Fuerteventura
Viaggi
CONDIVIDI
Fuerteventura: tra mare e spiagge, tutte le info per una vacanza indimenticabile
Le vacanze a Fuerteventura sono un mix perfetto tra relax, vita di mare, scoperta di luoghi caratteristici e sport per tutti i gusti:...
Viaggi
CONDIVIDI
Sagra del tartufo: tutte le mete migliori in Italia
Golosa? Scopri i programmi e le info delle diverse sagre in giro per l'Italia
marche-turismo-dopo-sisma-giovanni-tagini
Viaggi
CONDIVIDI
Perché ti innamorerai delle Marche
La rinascita dopo il sisma passa anche per il turismo, con paesaggi bellissimi, shopping firmato low cost, locali cool e tanta gentilezza
Viaggi
CONDIVIDI
Perché attraversare la Route 66 è il viaggio migliore di sempre
In viaggio coast to coast negli USA attraversando una delle prime highway federali: la Route 66
Castelli Romani: Nemi
Viaggi
CONDIVIDI
Castelli Romani: l'ideale per un week end fuori porta
I Castelli Romani sono perfetti se stai organizzando un paio di giorni di relax a pochi chilometri dalla Capitale
Castello di Neuschwanstein
Viaggi
CONDIVIDI
Il castello delle favole esiste: è quello di Neuschwanstein in Baviera
Il Castello di Neuschwanstein, in Baviera, sembra uscito da una fiaba tanto che da aver ispirato la Disney per il suo logo