Sagrada Familia: la storia e le info per una visita che ti farà vivere un'emozione indimenticabile

La Sagrada Familia, basilica di Barcellona, è un'opera firmata da Antoni Gaudí, ma ancora in costruzione: la sua storia e le info per visitarla

Più Popolare

Il monumento simbolo di Barcellona in realtà è una meravigliosa incompiuta. Stiamo parlando naturalmente della Sagrada Familia, una basilica ancora in costruzione, progettata dalla mente geniale di Antoni Gaudí e rimasta tuttora incompleta. Ogni anno oltre 3,2 milioni di visitatori ne ammirano i suggestivi interni e le altissime torri, facendo della basilica il monumento più visitato dell'intera Spagna.

Advertisement - Continue Reading Below

Sagrada Familia, architettura

Doveva essere una basilica di stampo neogotico, sul modello di analoghe strutture realizzate negli ultimi anni del XIX secolo, invece la Sagrada Familia di Barcellona in corso d'opera si è trasformata in qualcosa di mai visto prima: una chiesa a croce latina di enormi dimensioni e cinta da altissime torri che sembrano poter arrivare fino al cielo. Alla Sagrada Familia Antoni Gaudí ha dedicato 42 anni della sua vita. Nella mente del grande architetto catalano la basilica era sì un tempio cattolico, ma dalla portata davvero universale e rivolta a tutta l'umanità.

Più Popolare

Sagrada Familia, descrizione

La struttura della basilica, originale e anticonformista, si compone di tre imponenti facciate, intitolate alla Natività, alla Passione e alla Gloria, e di 18 torri di altezza variabile, dedicate ai 12 apostoli, ai 4 evangelisti, alla Vergine Maria e a Gesù. Quest'ultima, quando sarà completata, sarà la più alta di tutte con i suoi 172,5 metri di altezza. Nelle aspettative di Gaudì, le torri avrebbero dovuto essere visibili da ogni punto di Barcellona.

Particolare degli interni della Sagrada Familia a Barcellona.

Sagrada Familia, interno

Sono i richiami naturalistici, all'interno e all'esterno stesso della struttura, a conferire un ulteriore aspetto di originalità alla Sagrada Familia. Il progetto originario, opera di Francisco de Paula del Villar y Lozano, fu successivamente rivisto da Gaudí che pensava alla Basilica come ad un organismo naturale. Le grandi colonne portanti richiamano infatti i tronchi degli alberi, con i rami a sostenere la volta. L'inclinazione delle colonne accentua la sensazione di naturalezza della struttura, che all'interno richiama un bosco e che all'esterno rimanda a castelli di sabbia realizzati da un bambino oppure a un gigantesco termitaio. L'altare è circondato da sette cappelle e la luce penetra uniformemente dall'esterno, donando alla struttura un aspetto davvero luminoso.

Sagrada Familia, storia

Quando è cominciata la realizzazione della Sagrada Familia? L'inizio della costruzione è avvenuto il 19 marzo 1882 su iniziativa dell'Associazione Spirituale dei devoti di San José. Gaudi, all'epoca semplice assistente dell'architetto del Villar y Lozano, gli subentrò l'anno successivo. I lavori erano finanziati dalle donazioni private ed erano seguiti personalmente dal maestro, che presenziava ai cantieri ogni giorno e che riformulava di continuo i suoi progetti. La prima parte ad essere completata della Sagrada Familia fu la cripta, nel 1889, seguita dall'altare e dalle pareti. La tragica morte di Gaudi, nel 1926, ha frenato per un po' i lavori, bloccati successivamente anche dall'incendio che, nel 1936, distrusse i progetti originali del grande architetto. Solo nel 1944 si è ripreso a lavorare sulla basilica, di cui oggi sono complete soltanto 8 torri su 18. Resta da ultimare, inoltre, la facciata dedicata alla Gloria di Gesù.

Sagrada Familia, conclusione lavori

Il 2026 dovrebbe essere l'anno in cui vedremo la Sagrada Familia completata, a 144 anni dalla posa della prima pietra ed a 100 dalla morte di Gaudí. Intanto, nel 2010 la Basilica è stata consacrata da papa Benedetto XVI.

La basilica della Sagrada Familia e la città di Barcellona.

Sagrada Familia, orari e prezzi

Due linee della metropolitana fermano in prossimità della Sagrada Familia, la linea viola L2 e quella blu L5. Da aprile a settembre si entra dalle 9 alle 20, da novembre a febbraio dalle 9 alle 18, ad ottobre e marzo dalle 9 alle 19 mentre nei giorni del 25-26 dicembre ed 1-6 gennaio dalle 9 alle 14. Il biglietto d'ingresso costa 15 euro per gli adulti, 13 per studenti e giovani sotto i 30 anni, 11 euro per i pensionati. Disabili e bambini al di sotto degli 11 anni non pagano.

Sagrada Familia, prenotazione visita

Soprattutto nei fine settimana e nei periodi di maggior affluenza si originano lunghe code per entrare nella Basilica. Il modo più efficace per saltare la fila è quello di prenotare on line i biglietti all'indirizzo www.sagradafamilia.org/en/tiquets/ con possibilità di mostrare i ticket direttamente attraverso il proprio cellulare.

More from Gioia!:
Cervinia
Viaggi
CONDIVIDI
Ami sciare? A Breuil-Cervinia devi andare!
Se sei una fan delle piste innevate, non puoi perderti Breuil-Cervinia
Viaggi
CONDIVIDI
Cosa fare a Capodanno? 8 viaggi per una fuga in grande stile
Ecco alcune idee per viaggi da fare in inverno per staccare davvero la spina e sentirsi dei veri viaggiatori
Viaggi
CONDIVIDI
Queste stupende vetrine di Natale ti scalderanno il cuore
Non si può non innamorarsi delle vetrine natalizie più belle del mondo, da Milano a New York
Viaggi
CONDIVIDI
In fissa con Cortina d'Ampezzo? Hai una missione anche questo inverno 2018
Cortina d'Ampezzo il miglior punto di partenza e di arrivo della stagione fredda. E non solo
Isola di Tavolara
Viaggi
CONDIVIDI
Tavolara sei un miracolo
Una storia enorme, una bellezza incontaminata che mozza il fiato. Fare mea culpa e inserire Tavolara tra i place to be da visitare al più...
Napoli
Viaggi
CONDIVIDI
Quanto è bella l'Italia! 10 posti da visitare almeno una volta nella vita
Il Paese più bello che ci sia (ed è il nostro!)
Viaggi
CONDIVIDI
Le sette meraviglie del mondo moderno sono un'ottima ragione per partire (ora e sempre)
Per viaggiare in grande stile non c'è niente di meglio di un viaggio alla scoperta dei luoghi più affascinanti del mondo
Malaga cosa vedere
Viaggi
CONDIVIDI
Malaga è la chicca della Spagna di cui innamorarsi in soli 2 giorni
Tutto ciò che c'è di più bello da vedere
Torino e la Mole Antonelliana
Viaggi
CONDIVIDI
Torino è un gioiello e ci sono almeno 10 cose che te ne faranno innamorare
Semplicemente stu-pen-da (e sottovalutata)
Musei minori a New York
Viaggi
CONDIVIDI
New York, dove l'arte si mostra e si nasconde: 10 musei (poco noti) da visitare
Oltre al Moma e al Metropolitan, tanti musei meno noti espongono il meglio di collezioni che rendono New York una città unica per l'offerta...