Che ne dici di un week end a Vienna?

Cosa vedere a Vienna in 2 giorni? Gli itinerari migliori per una visita nel centro storico e tra musei, monumenti e attrazioni

Più Popolare

Se hai intenzione di visitare Vienna ma non hai molto tempo a disposizione da trascorrere nella capitale austriaca possiamo darti una mano. A Vienna di luoghi di interesse ce ne sono tanti, ma in un paio di giorni si può comunque riuscire a godersi una bella visita a questa incantevole città. Quindi eccoti i nostri consigli su Vienna, cosa vedere e come rifocillarsi.

Cosa vedere a Vienna in 2 giorni

Giorno 1

Per iniziare la visita nel migliore dei modi partiamo da piazza Stephansplatz dove si trova la cattedrale: costruita sui resti di due chiese l'edificio dispone di elementi romanici e barocchi ed ha ingresso gratuito. Per continuare sul filone religioso a meno di 5 minuti a piedi si può raggiungere la chiesa di San Pietro: aperta al pubblico, questa chiesa barocca si distingue per la cupola interna, di 56 metri di diametro, decorata con affreschi del pittore austriaco Rottmayr. A brevissima distanza si trova anche il Palazzo Imperiale di Hofburg, il più grande castello della città nonché ex residenza della maggior parte della famiglia reale austriaca. Il giro del palazzo con audioguida (10,50 euro) vale davvero la pena. La prossima tappa è il Museo di Storia dell'Arte: monumentale edificio, costruito su richiesta dell'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria, aveva lo scopo di unire e rappresentare i tesori artistici raccolti nel corso dei secoli dalla dinastia degli Asburgo. Collezioni di arte egizia (considerato uno dei migliori in Europa), romani e greci collezioni di sculture e arti decorative collezioni di monete, quadri e dipinti appartenenti alla casa d'Asburgo. Assolutamente uno dei posti da visitare a Vienna. Dopo tanti grandi edifici una visita al parco può essere a questo punto una buona idea. Con una bella passeggiata di 20 minuti si arriva a Stadtpark, il primo parco pubblico di Vienna. Ci troverai un piccolo fiume, il Kursalon (sede di concerti, danze e conferenze), diversi monumenti e una varietà di piante.

Advertisement - Continue Reading Below

Giorno 2

Cominciamo col municipio di Vienna che è un edificio in stile gotico costruito alla fine del XIX secolo. A circa 10 minuti a piedi, oltre il Palazzo Imperiale, è situato il Museo di Storia Naturale: al piano superiore ospita gemme, minerali, fossili e dinosauri, mentre al primo una varietà incredibile di specie del mondo animale, da protozoi ai mammiferi sviluppati. Tutti gli under 19 possono usufruire dell'ingresso gratuito, mentre per tutti gli altri il prezzo è di 10 euro. A meno di 10 minuti a piedi si trova il Teatro dell'Opera di Vienna, il centro principale della musica viennese e uno dei più popolari in tutto il mondo: per molti è il miglior teatro dell'opera in assoluto dal momento che per 300 notti all'anno offre ottime produzioni con un programma che cambia ogni giorno. Il biglietto d'ingresso per visitare l'Opera e il museo è di 6,50 euro ma ne vale assolutamente la pena in quanto uno dei principali e più famosi monumenti di Vienna. In soli 10 minuti verso il palazzo del Belvedere incontriamo poi la chiesa di San Carlo Borromeo, un capolavoro che unisce molteplici e diversi stili artistici. Il palazzo del Belvedere invece è costituito da due palazzi (Belvedere alto e basso) e un altro edificio chiamato Schwarzenberg, ora trasformato in hotel. Il palazzo ospita il Museo del Barocco, il Museo di Arte Medievale e la Galleria d'arte austriaca: il prezzo di ingresso ai due palazzi è di 16 euro.

Più Popolare

Cosa mangiare a Vienna

A Vienna si possono trovare molti ristoranti di qualità che servono autentica cucina viennese, ma i prezzi di questi ristoranti di solito sono abbastanza cari. Pertanto, si consiglia di provare i piatti più comuni e tipici nei ristoranti più semplici:

  1. Wiener Schnitzel: una sorta di scaloppina di vitello.
  2. Erdäpfel Salat: insalata di patate che spesso accompagna la schnitzel.
  3. Apfelstrudel: il dessert perfetto, una torta di mele molto originale.

E per accompagnare tutto, niente di meglio che la Weißbier, la tipica birra.

More from Gioia!:
Malaga cosa vedere
Viaggi
CONDIVIDI
Malaga è la chicca della Spagna di cui innamorarsi in soli 2 giorni
Tutto ciò che c'è di più bello da vedere
Torino e la Mole Antonelliana
Viaggi
CONDIVIDI
Torino è un gioiello e ci sono almeno 10 cose che te ne faranno innamorare
Semplicemente stu-pen-da (e sottovalutata)
Musei minori a New York
Viaggi
CONDIVIDI
New York, dove l'arte si mostra e si nasconde: 10 musei (poco noti) da visitare
Oltre al Moma e al Metropolitan, tanti musei meno noti espongono il meglio di collezioni che rendono New York una città unica per l'offerta...
Viaggi
CONDIVIDI
10 paesi da visitare nel 2018 per Lonely Planet
Se sei alla ricerca di idee per le vacanze 2018, allora sappi che Lonely Planet ha stilato la sua top ten dei paesi da visitare per il...
Creta cosa vedere
Viaggi
CONDIVIDI
L'isola di Creta è il posto ideale per rigenerarsi in soli 3 giorni: cosa vedere e cosa fare
Acqua cristallina, tantissima storia e la cucina, tutta da scoprire
Viaggi
CONDIVIDI
Qual è il tour giusto per non perdersi le opere più belle al Museo del Prado?
Tra quadri meravigliosi e sculture incredibili, si rischia di perdersi: ecco le tappe che proprio non puoi farti mancare
Castello di Schönbrunn
Viaggi
CONDIVIDI
Il castello dove ha vissuto la principessa Sissi è una meraviglia per gli occhi
Un giardino immenso e una storia che non smetterà mai di affascinare
Biarritz Francia cosa vedere in un weekend
Viaggi
CONDIVIDI
Surf! LA meta se le onde sono la tua fissazione non è quella che pensi
Al confine fra Francia e Spagna, ma in territorio francese, c'è un vero gioiello: Biarritz. Bagnata dall'Oceano Atlantico, ha una posizione...
Lago di Braies
Viaggi
CONDIVIDI
Il lago di Braies è il posto più bello del mondo
Fotogenico è fotogenico
Ultimo tratto della via Francigena da Siena a Roma
Viaggi
CONDIVIDI
Ritrovare se stessi è possibile, sì ma come? Percorrendo a piedi la via Francigena da Siena a Roma
L'ultimo tratto della via Francigena si può percorrere in una settimana di passeggiate tra i paesaggi più belle di Toscana e Lazio