Denim Day: tutte in jeans per dire no alla violenza sulle donne!

Può un paio di jeans troppo stretti giustificare la violenza su una donna? No, e per dirlo tutti insieme è nato il Denim Day

Più Popolare

Impossibile dimenticare. Nell'ormai lontano 1998 una sentenza della Cassazione annullò la condanna per stupro ai danni di un istruttore di guida di 45 anni accusato di avere violentato una diciottenne. Il motivo folgorò l'opinione pubblica: la giovane indossava jeans "troppo stretti" per essere sfilati senza il suo consenso, quindi non si trattava di stupro.

Per protesta, le parlamentari italiane si presentarono alla Camera fasciate nei jeans il giorno dopo, ma da Los Angeles venne una risposta ancora più forte: l'associazione Peace over violence inventò il Denim day, in cui tutte le donne indossavano blue jeans aderenti per opporsi alla violenza, nonché a quel maschilismo fatto di insinuazioni striscianti tipo: "Se ti vesti così, un po' te la cerchi".

Advertisement - Continue Reading Below

Il 27 maggio 2016 si celebra anche in Italia il Denim Day contro la violenza sulle donne, promosso da The Circle Italia e Guess Europe Foundation. Fino al 29 maggio 2016 per ogni jeans di Guess acquistato, verranno devoluti 10 euro a Di.Re (Donne in rete contro la violenza), la onlus che aiuta le vittime di violenza a reinserirsi nel mondo del lavoro.

In Italia quasi 7 milioni di donne hanno affrontato una forma di violenza nel corso della loro vita. Il 21% ha subito atti di violenza sessuale. Una donna su 10 ha subito atti di violenza sessuale prima dei 16 anni. Una donna su 20 è stata vittima di uno stupro o tentato stupro, e più della metà di questi è stato commesso da un partner attuale o precedente.

Più Popolare

Vuoi partecipare in prima persona al Denim day? Allora, indossa un paio di jeans, scatta una foto e condividila sui social con gli hashtag #DenimDay, #DenimDayItalia, #TheCircleItaliaOnlus, #GuessFoundationEurope, per far sentire la tua voce a tutte le vittime di violenza, come stanno facendo migliaia di donne, famose e non. Make a difference with denim!

Ecco il video virale in cui tanti volti celebri, da Carlo Cracco a Belen, da Beppe Fiorello a Fiona May, invitano ad aprire gli occhi sulla diffusione della violenza sulle donne in Italia.

Advertisement - Continue Reading Below

More from Gioia!:
Trend
CONDIVIDI
Auguri 500! 60 anni e non sentirli: la storia di un'auto mitica
Nata nel 1957, la Fiat 500 quest'anno compie 60 anni: per il suo valore culturale e artistico è finita persino al MoMA di New York
Elle e il MIT di Boston per un master di moda e lusso
Trend
CONDIVIDI
Vuoi lavorare nella moda e nel lusso? C'è un corso che fa per te
Elle International Fashion & Luxury Management Program si rivolge a giovani professionisti nei settori della moda e del lusso di tutto...
Trend
CONDIVIDI
Amatrice (quasi) un anno dopo: il centro Italia ha ancora bisogno di aiuto
Dopo le scosse che hanno colpito lo scorso anno Amatrice e il Centro Italia è il momento di ripartire: tante le iniziative benefiche (e i...
Trend
CONDIVIDI
Books & Pets, contro l'abbandono
Quando la sensibilizzazione parte da una foto
Caccaro complementi arredo design su misura
Trend
CONDIVIDI
Caccaro reinventa il modo di arredare la casa
La rivoluzione del complemento d'arredo di design
Trend
CONDIVIDI
Due grandi fotografi in mostra: Steve McCurry e Vivian Maier
A Siracusa (ex Convento San Francesco d'Assisi) e a Genova (Palazzo Ducale) in mostra i lavori dei due artisti
Best of Italy di Coincasa diventa realtà: il design si porta in tavola
Trend
CONDIVIDI
Best of Italy di Coincasa diventa realtà
Caraffe e bicchieri di design: presentate le collezioni firmate da Lanzavecchia + Wai, Zanellato/Bortotto e Matteo Cibic per Best of Italy...
Trend
CONDIVIDI
5 esperienze da fare prima di avere 30 anni
Sei sempre in tempo ovviamente, ma alcune cose puoi farle in tranquillità solo quando sei ancora under 30
bar-per-bambini-con-area-attrezzata
Trend
CONDIVIDI
A Milano il bar per famiglie è un'idea geniale
Il primo locale adatto a tutta la famiglia dove le mamme non si annoiano più: il Mom's The Family Bar è davvero un MUST
Il menu del ristorante letto da un nutrizionista
Trend
CONDIVIDI
Cosa ordina un nutrizionista al ristorante?
Sì alla condivisione dei piatti, no ad arrivare affamata: i trucchi per mangiare al ristorante e essere felice (oltre che in forma)