Come leggere un libro al giorno in 6 mosse

I consigli per leggere velocemente più libri e memorizzare le informazioni: ecco le strategie per acquisire capacità e metodo spiegate da Matteo Salvo, l'unico italiano che ha conseguito l'International Master of Memory ai campionati mondiali di memoria

Più Popolare

Un lettore su 2 legge al massimo 3 libri in 12 mesi, ma la maggior parte, il 60 per cento, non legge nemmeno un libro nell'arco dell'anno, lo dicono le statistiche Istat 2015. Certo non siamo lettori forti e non lo diventeremo, ma possiamo migliorare le nostre performance, come spiega Matteo Salvo in Come leggere 1 libro al giorno, Gribaudo. L'autore si è avvicinato alle tecniche di lettura strategica durante gli studi di ingegneria, appassionandosi al punto da specializzarsi e insegnarle in Italia e all'estero. Ha fondato e dirige a Torino la scuola mind performance e in Europa è il primo istruttore certicato da Tony Buzan, psicologo inglese, un guru nel campo delle metodologie per l'apprendimento e le tecniche di memorizzazione. Ecco i punti chiave per diventare un lettore rapido e strategico secondo Matteo Salvo. Ovvero, come leggere un libro al giorno in 6 mosse.

Advertisement - Continue Reading Below

1. Leggi in maniera strategica

«Accendi la mente», ovvero metti a fuoco l'obiettivo della tua lettura e acquisisci una visione d'insieme, evitando di soffermarti sui dettagli. Osserva come è strutturato l'indice, i titoli, i sottotitoli e la suddivisione interna di ogni capitolo, per individuare i macrotemi di interesse di ciò che stai leggendo. Individua le parole « grilletto», quelle che annunciano « In sintesi»«ricapitolando», «concludendo», che preannunciano un riassunto di quanto è stato detto nelle pagine precedenti o orientano comunque la tua attenzione sulle parti di maggior interesse .

Più Popolare

2. Fai lo skimming, (la scrematura) del testo

Scorri rapidamente le pagine con gli occhi per capire di cosa parla il testo e dove sono i concetti chiave. Puoi farlo in diversi modi in base al tipo di contenuto: dall'alto verso il basso, guidando gli occhi col movimento della mano; in diagonale, 5 righe alla volta, scorrendo velocemente ogni riga, in un tempo che va da un minimo di un secondo a un secondo e mezzo. A saltelli, appoggiando l'indice in tre punti distinti della riga, come se nella tua immaginazione la dividessi in tre parti e appoggiassi l'indice su ciascuna di esse.

3. Focalizza i contenuti importanti

In questa fase utilizzerai la modalità skipping, saltando cioè le parti non rilevanti del testo, e quella scanning. Durante quest'ultima operazione è come se visualizzassi in maniera selettiva il testo come accade su Google quando consideri solo i risultati in base alla tua «query».

4. Esercita il colpo d'occhio e fai lo stretching visivo

La lettura a colpo d'occhio è una lettura visuale . Si fa per immagini e concetti, richiede un approccio attivo e la capacità di gestire la velocità in base al tipo di testo. Esercitati a scorrere il testo più velocemente con questi esercizi: allena l'occhio a cogliere subito nel dettaglio la parola che stai leggendo in un unico spostamento; aumenta la velocità di spostamento dell'occhio muovendolo al ritmo di metronomo, iniziando con 100 battiti al minuto per arrivare a 200, ripercorrendo la stessa pagina per 5 volte. Allenati ad ampliare il campo visivo, come in una sorta di stretching, osservando l'immagine della pagina mantenendo lo sguardo fisso al centro, ma percependo ugualmente ciò che è scritto su tutta la riga.

5. Spiega agli altri ciò che hai letto

«Se vuoi diventare davvero bravo» , consiglia il Memory Man, «usa il 50% del tempo che dedichi alla lettura per raccontare a qualcun altro i concetti che hai acquisito, oppure immagina di spiegarli di fronte a un pubblico in ascolto». Il livello più alto di apprendimento corrisponde a una rielaborazione personale dei contenuti,.

6. Memorizza a lungo termine le informazioni

Consolida le informazioni acquisite, facendo ripassi progressivi a intervalli prestabiliti nel tempo. Creati il più possibile mappe mentali con i concetti chiave, alle quali potrai attingere in qualsiasi momento.

More from Gioia!:
Trend
CONDIVIDI
Auguri 500! 60 anni e non sentirli: la storia di un'auto mitica
Nata nel 1957, la Fiat 500 quest'anno compie 60 anni: per il suo valore culturale e artistico è finita persino al MoMA di New York
Elle e il MIT di Boston per un master di moda e lusso
Trend
CONDIVIDI
Vuoi lavorare nella moda e nel lusso? C'è un corso che fa per te
Elle International Fashion & Luxury Management Program si rivolge a giovani professionisti nei settori della moda e del lusso di tutto...
Trend
CONDIVIDI
Amatrice (quasi) un anno dopo: il centro Italia ha ancora bisogno di aiuto
Dopo le scosse che hanno colpito lo scorso anno Amatrice e il Centro Italia è il momento di ripartire: tante le iniziative benefiche (e i...
Trend
CONDIVIDI
Books & Pets, contro l'abbandono
Quando la sensibilizzazione parte da una foto
Caccaro complementi arredo design su misura
Trend
CONDIVIDI
Caccaro reinventa il modo di arredare la casa
La rivoluzione del complemento d'arredo di design
Trend
CONDIVIDI
Due grandi fotografi in mostra: Steve McCurry e Vivian Maier
A Siracusa (ex Convento San Francesco d'Assisi) e a Genova (Palazzo Ducale) in mostra i lavori dei due artisti
Best of Italy di Coincasa diventa realtà: il design si porta in tavola
Trend
CONDIVIDI
Best of Italy di Coincasa diventa realtà
Caraffe e bicchieri di design: presentate le collezioni firmate da Lanzavecchia + Wai, Zanellato/Bortotto e Matteo Cibic per Best of Italy...
Trend
CONDIVIDI
5 esperienze da fare prima di avere 30 anni
Sei sempre in tempo ovviamente, ma alcune cose puoi farle in tranquillità solo quando sei ancora under 30
bar-per-bambini-con-area-attrezzata
Trend
CONDIVIDI
A Milano il bar per famiglie è un'idea geniale
Il primo locale adatto a tutta la famiglia dove le mamme non si annoiano più: il Mom's The Family Bar è davvero un MUST
Il menu del ristorante letto da un nutrizionista
Trend
CONDIVIDI
Cosa ordina un nutrizionista al ristorante?
Sì alla condivisione dei piatti, no ad arrivare affamata: i trucchi per mangiare al ristorante e essere felice (oltre che in forma)