Le icone gay più famose

Cantanti, attori e attrici, personaggi dello spettacolo a vario titolo, drag queen: chi sono le icone gay più famose?

Giugno è tradizionalmente il mese del Pride per la comunità LGBT (lesbica, gay, bisessuale e transessuale) e per l'occasione rendiamo omaggio agli attivisti gay e transgender, alle drag queen e alle varie icone gay che hanno contribuito (e contribuiscono) a rendere l'uguaglianza un dato di fatto.

Advertisement - Continue Reading Below

1 RuPaul

Molto prima di Rihanna e delle Fifth Harmony, la celebre drag queen RuPaul ha coniato la frase «Datti da fare» e ci ha insegnato a fare l'amore con la telecamera e a camminare sulla passerella.

Advertisement - Continue Reading Below

2 Ziggy Stardust

Un alter ego elettrico, dal suono fino all'iconico volto fortemente truccato.

Advertisement - Continue Reading Below

3 Judy Garland ne «Il mago di Oz»

Il ruolo di Dorothy le è valso lo status di vera icona gay e modello camp.

Advertisement - Continue Reading Below

4 Liza Minnelli

La figlia di Judy Garland ne ha seguito le orme come icona gay, oltre a stupirci con ciglia da urlo.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Lady Bunny

La drag queen più famosa di New York City.

Advertisement - Continue Reading Below

6 Cher

La Dea del Pop e icona gay dalla voce potente in grado di impersonare un genere neutro e di cantare sia con toni maschili che femminili.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Laverne Cox

Apripista per le persone di colore, interpreta in tv Sophia nella seria Orange is the new black e nella vita è un'attivista per i diritti LGBT.

Advertisement - Continue Reading Below

8 Boys Don't Cry​

L'interpretazione di Brandon Teena fatta da Hilary Swank, film girato a seguito della barbara uccisione di Matthew Shepard, le è valso l'Oscar come migliore attrice e ha fatto molto discutere in merito alla legge per i crimini di odio.

Advertisement - Continue Reading Below

9 Caitlyn Jenner

Probabilmente la donna transessuale più famosa, l'ex campione olimpionico e star dei reality ha usato la sua notorietà per far conoscere il mondo della transessualità.

Advertisement - Continue Reading Below

10 Amanda Lepore

Musa di David LaChapelle, Terry Richardson, Lepore è un'ospite fisso nel circuito delle feste newyorchesi.

More from Gioia!:
Trend
CONDIVIDI
10 addobbi ops 10 modi facilissimi di arredare la casa per Natale
Il conto alla rovescia è già iniziato
Cosa fare a Milano nel weekend: 17-19 novembre
Trend
CONDIVIDI
Cosa fare a Milano nel weekend del 17-19 novembre?
Mostre, mercatini, eventi, nuovi locali e molto altro ancora: gli spunti per il tempo libero in città
Trend
CONDIVIDI
C'è un momento preciso della vita che secondo gli esperti è quello perfetto per essere assunte. Ci siete?
Se sei alla ricerca di un lavoro, ti conviene guardare anche l'orologio. Per una ragione ben precisa
Come diventare un buon capo, le qualità da coltivare
Trend
CONDIVIDI
Come diventare un buon capo?
La leadership, vera o presunta, non basta
Trend
CONDIVIDI
3, 2, 1...Elle Active! Il programma definitivo della seconda edizione
Due giornate con Elle Italia, sabato 11 e domenica 12 novembre, che animeranno l'Università degli Studi di Milano e offriranno corner...
Come trovare il lavoro giusto
Trend
CONDIVIDI
Per trovare il lavoro che ami, riparti da te
Scommettiamo che hai sempre sottovalutato il potere del detox
Decorazioni natalizie
Trend
CONDIVIDI
10 decorazioni per rendere il Natale ancora più speciale
Tante idee da cui prendere ispirazione per cambiare volto alla tua casa durante le festività
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Trend
CONDIVIDI
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Il saper fare non è nulla senza il saper essere
Albero di Natale, come scegliere quello giusto
Trend
CONDIVIDI
L'albero di Natale è una cosa seria
Guida all'albero di Natale perfetto
Trend
CONDIVIDI
Il Natale sta arrivando: tutti i regali solidali e le iniziative charity più belle
Regali solidali per tutte le tasche, perché anche durante le festività non bisogna mai dimenticarsi di chi ha bisogno