5 cose che devi sapere sullo spritz

Dalla sua ricetta ufficiale alla storia, tutte le curiosità sul famoso aperitivo di origine veneta che è diventato l'aperitivo estivo per eccellenza e super cool 

Vuoi il caldo, complice magari anche l'orario ridotto al lavoro, e in estate si moltiplicano gli appuntamenti per un aperitivo con le amiche, che magari non vedi da tanto, oppure con i colleghi. Relax, buona compagnia... ma cosa bere? Il cocktail più famoso per l'aperitivo, diffuso ormai ovunque, è lo spritz. Se vuoi conoscerlo meglio, ecco 5 curiosità (che forse non conoscevi).

Advertisement - Continue Reading Below

Spritz: storia

Lo spritz è un aperitivo tipico del Veneto. La sua storia risale all'Ottocento, nel pieno dell'Impero austro-ungarico: secondo la tradizione i soldati austriaci, che trovavano il vino veneto troppo alcolico, chiedevano agli osti di allungarlo con un goccio - da spritzen, il verbo che significa spruzzare - di acqua. In seguito, intorno agli anni 20 e 30 del Novecento, tra Padova e Venezia nasce il cocktail vero e proprio.

Advertisement - Continue Reading Below

Spritz: ingredienti

Lo spritz si prepara con due ingredienti fondamentali: un bitter (un liquore come Aperol o Campari, ma anche Select, China Martini o Cynar) e un vino bianco frizzante, solitamente un prosecco. Quando lo ordini fai presente al barista il tipo di bitter che vuoi al suo interno: di solito si tratta di Aperol, che è un po' più dolce e di colore arancio, oppure di Campari, dal gusto un po' più amarognolo e di colore rosso. A questi ingredienti bisogna poi aggiungere acqua frizzante oppure seltz. Per guarnire infine si può usare una fettina d'arancia.

Advertisement - Continue Reading Below

Spritz: ricetta

La ricetta dello spritz è molto semplice, ne esistono due versioni: la prima, quella dell'International Bartenders Association, prevede l'uso di 6 cl di prosecco, 4 cl di Aperol e una spruzzata di seltz. Invece la ricetta tradizionale veneziana si prepara unendo 1/3 di vino bianco frizzante, 1/3 di bitter, e 1/3 di acqua frizzante. Basta versare i primi due ingredienti in un bicchiere con un po' di ghiaccio, unire il tutto, completare con l'aggiunta di acqua frizzante/soda/seltz e il tuo spritz è pronto. Ok, questa è la ricetta, ma...se ti stai chiedendo quante calorie contiene uno spritz, sappi che in un bicchiere di aperitivo a base di Aperol ne troverai 90.

Advertisement - Continue Reading Below

Spritz: abbinamenti

Altro che patatine e olive come abbinamento! Il miglior accompagnamento per un aperitivo a base di spritz è il tramezzino veneziano: dalla classica forma triangolare questi spuntini sono i migliori, anche considerata l'abbondanza della farcitura. Da quelli a base di tonno e cipolline (il tradizionale) a quelli con funghi e prosciutto, aggiungici una buona quantità di maionese e il gioco è fatto. Scegli il ripieno che preferisci, ad una condizione: non devi pensare alle calorie (200-300 a tramezzino, dipende dagli ingredienti)!

Advertisement - Continue Reading Below

La differenza tra spritz e pirlo

Ti sarà sicuramente capitato di bere il pirlo, un altro famoso aperitivo a base di vino bianco. Ma che differenza c'è con lo spritz? Innanzitutto l'origine: se lo spritz infatti è di origine veneta, il pirlo si beve a Brescia e in provincia. Se vuoi seguire la ricetta tradizionale devi prepararlo con il vino bianco fermo e il Campari, anche se ultimamente si usa prepararlo con l'Aperol, che è meno alcolico. Ne esiste ovviamente una versione più moderna a base di vino bianco frizzante. Un'altra curiosità: se ti trovi in Alto Adige per ordinare l'aperitivo non devi chiedere lo spritz, che in quella zona si usa intendendo il vino allungato con l'acqua frizzante, ma il veneziano.

More from Gioia!:
Trend
CONDIVIDI
10 addobbi ops 10 modi facilissimi di arredare la casa per Natale
Il conto alla rovescia è già iniziato
Cosa fare a Milano nel weekend: 17-19 novembre
Trend
CONDIVIDI
Cosa fare a Milano nel weekend del 17-19 novembre?
Mostre, mercatini, eventi, nuovi locali e molto altro ancora: gli spunti per il tempo libero in città
Trend
CONDIVIDI
C'è un momento preciso della vita che secondo gli esperti è quello perfetto per essere assunte. Ci siete?
Se sei alla ricerca di un lavoro, ti conviene guardare anche l'orologio. Per una ragione ben precisa
Come diventare un buon capo, le qualità da coltivare
Trend
CONDIVIDI
Come diventare un buon capo?
La leadership, vera o presunta, non basta
Trend
CONDIVIDI
3, 2, 1...Elle Active! Il programma definitivo della seconda edizione
Due giornate con Elle Italia, sabato 11 e domenica 12 novembre, che animeranno l'Università degli Studi di Milano e offriranno corner...
Come trovare il lavoro giusto
Trend
CONDIVIDI
Per trovare il lavoro che ami, riparti da te
Scommettiamo che hai sempre sottovalutato il potere del detox
Decorazioni natalizie
Trend
CONDIVIDI
10 decorazioni per rendere il Natale ancora più speciale
Tante idee da cui prendere ispirazione per cambiare volto alla tua casa durante le festività
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Trend
CONDIVIDI
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Il saper fare non è nulla senza il saper essere
Albero di Natale, come scegliere quello giusto
Trend
CONDIVIDI
L'albero di Natale è una cosa seria
Guida all'albero di Natale perfetto
Trend
CONDIVIDI
Il Natale sta arrivando: tutti i regali solidali e le iniziative charity più belle
Regali solidali per tutte le tasche, perché anche durante le festività non bisogna mai dimenticarsi di chi ha bisogno