Come fotografare i fuochi d'artificio con lo smartphone: cosa fare e cosa non fare

Che bellezza quel tripudio di luci: se vuoi catturare il momento, e rivederlo per ricordare quell'occasione di festa, qui ti diamo alcune dritte per ottenere i risultati migliori se usi il cellulare

Più Popolare

I fuochi d'artificio piacciono a tutti, forse perché toccano la parte bambina dell'animo di ognuno di noi e ci donano quello stupore che la vita quotidiana spesso ci strappa. Poi, senza fare tanti discorsi filosofici, i fuochi artificiali piacciono perché sono belli. Ed è bello anche fotografarli, in modo da mantenere il ricordo attraverso le foto, poterlo rivivere e condividere.

Suggestivi fuochi d'artificio sul mare al tramonto.
Advertisement - Continue Reading Below

Fotografare i fuochi d'artificio non è facile, però: sono lampi di luce in un contesto buio e poi sono veloci. Allora, come farlo? Ecco 6 consigli che possono esserti utili per immortalare i fuochi artificiali con il tuo smartphone: due riguardano cose da non fare, mentre gli altri 4 sono suggerimenti da mettere in pratica.

Fuochi d'artificio per il Capodanno a Londra: la presenza del Tower Bridge e dell'acqua consentono di avere un'ottima composizione della fotografia.
Più Popolare

Cosa non fare quando fotografi gli spettacoli pirotecnici

  • Usare un flash. Il flash può essere utile per illuminare soggetti fino a 3 metri dal tuo cellulare, ma i fuochi d'artificio sono molto più lontani ed è perfettamente inutile. E non usare nemmeno il flash se vuoi immortalare i tuoi amici con i fuochi pirotecnici sullo sfondo: il flash, infatti, illuminerà i loro volti, ma renderà più scuro lo sfondo, fuochi inclusi.
  • Fotografare i fuochi da soli. Se scatti una foto ai fuochi d'artificio e inquadri solo il cielo, magari vedrai poi sulla foto dei bei colori, ma non avrai catturato la spettacolarità dei fuochi stessi perché ti manca un termine di paragone. Per rendere più interessante il tuo scatto, prova inquadrare parte della folla che li ammira, qualche dettaglio del panorama, la luna, uno specchio d'acqua, se c'è, che raddoppia gli effetti luminosi. Può essere utile anche usare un selfie stick, facendo attenzione, però, a non disturbare le altre persone che assistono allo spettacolo. Inoltre, non tenere il bastone per selfie alzato per troppo tempo, perché potresti ostruire la visuale e impedire ad altri di scattare foto.
La presenza di edifici, persone o montagne, permette di contestualizzare lo spettacolo pirotecnico e apprezzarlo, come in questa foto della Luminara di Lucca.

Suggerimenti per fotografare i fuochi d'artificio

Prima di procedere con i consigli su quello che devi fare per ottenere delle ottime foto ai fuochi d'artificio, un suggerimento sul quando scattare. Come è noto i migliori effetti pirotecnici ci sono verso la fine dello spettacolo, pertanto, se fotografi all'inizio ti perdi il meglio. Non solo: da metà spettacolo in poi, in cielo ci saranno anche i fumi dei fuochi che potranno contribuire ad avere delle ottime foto. Quindi, se vuoi, scatta all'inizio dello spettacolo, ma tieniti pronto per la fine.

  • Usa un'app specifica. Scarica un'app per le foto, come, per esempio, NightCap Camera o Slow Shutter Cam. Queste due – ma ce ne sono altre che hanno opzioni simili – riducono il rumore ambientale e permettono di scattare foto più chiare.
  • Scatta foto in sequenza. Molti smartphone hanno l'opzione di scattare in sequenza o Burst mode. È utile per scattare molte foto in sequenza e catturare tutto il tripudio di luci che allieta il cielo. Scattando tante foto in sequenza sicuramente ne potrai ottenere qualcuna di buona. Se hai poco spazio sul telefono ricordati poi di cancellare quelle che non ti piacciono.
  • Usa un treppiedi perché per scattare foto ai fuochi d'artificio l'ideale è impostare un tempo di esposizione più lungo e, di conseguenza, avere una mano ferma. Se non hai un treppiedi (in commercio ce ne sono per tutte le tasche), prova ad appoggiarti a una ringhiera, a una sedia o anche a terra.
  • Correggi le foto in postproduzione, aggiustando il contrasto, la saturazione e gli altri aspetti. Non è necessario essere esperti di Photoshop (certo, questo aiuta) ma ci sono diversi programmi intuitivi di fotoritocco che ti permettono di trasformare la tua foto da bella a splendida.
More from Gioia!:
Come diventare un buon capo, le qualità da coltivare
Trend
CONDIVIDI
Come diventare un buon capo?
La leadership, vera o presunta, non basta
Trend
CONDIVIDI
3, 2, 1...Elle Active! Il programma definitivo della seconda edizione
Due giornate con Elle Italia, sabato 11 e domenica 12 novembre, che animeranno l'Università degli Studi di Milano e offriranno corner...
Come trovare il lavoro giusto
Trend
CONDIVIDI
Per trovare il lavoro che ami, riparti da te
Scommettiamo che hai sempre sottovalutato il potere del detox
Decorazioni natalizie
Trend
CONDIVIDI
10 decorazioni per rendere il Natale ancora più speciale
Tante idee da cui prendere ispirazione per cambiare volto alla tua casa durante le festività
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Trend
CONDIVIDI
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Il saper fare non è nulla senza il saper essere
Albero di Natale, come scegliere quello giusto
Trend
CONDIVIDI
L'albero di Natale è una cosa seria
Guida all'albero di Natale perfetto
Trend
CONDIVIDI
Il Natale sta arrivando: tutti i regali solidali e le iniziative charity più belle
Regali solidali per tutte le tasche, perché anche durante le festività non bisogna mai dimenticarsi di chi ha bisogno
love-design
Trend
CONDIVIDI
Quando il design finanzia la ricerca contro il cancro
Torna a Milano Love Design, l'appuntamento benefico che sostiene Airc con la vendita di oggetti d'arredamento made in Italy
Trend
CONDIVIDI
Utopie Radicali a Firenze, l'architettura contemporanea a Palazzo Strozzi
In occasione della mostra si può ammirare uno degli Urboeffimeri di UFO a Mercato Centrale Firenze
Come sopravvivere a un capo donna
Trend
CONDIVIDI
Come sopravvivere a un capo donna
C'è un motivo ben preciso se una donna che comanda può risultare odiosa soprattutto alle sue sottoposte femmine: per lavorare (e vivere...