Abiti e accessori in lana d'Abruzzo, il nuovo lavoro di Roberta Castiglione

Roberta, architetto e creativa, ha rilanciato antichi filati di pecore abruzzesi per confezionare abbigliamento, accessori e oggetti di design, fornendo anche kit per il fai da te

Più Popolare

Il successo, per Roberta, è arrivato da un'intuizione: rilanciare gli antichi filati abruzzesi con inventiva. «La mia fortuna? Un compagno che mi ha incoraggiato, valorizzando la mia creatività», dice Roberta Castiglione, architetto, barese di nascita e residente a Pescara. Cinque anni fa, con il fidanzato Roberto, designer ed esperto di marketing, ha ideato il marchio Lana d'Abruzzo: una lana a filiera locale, prodotta da pecore di allevamenti abruzzesi, con la quale oggi crea manufatti originali.

Advertisement - Continue Reading Below

Come è nata l'idea?

Per puro caso. In un negozio di filati ho visto una matassa di lana che mi ha colpito per la sua diversità: era lana abruzzese. Mi sono informata fino a ricostruirne la storia. Affascinata, nel 2010 ho avviato la prima produzione di lana autoctona a filiera locale.

Qual è la particolarità di questo filato?

È naturale, caratterizzato da un filo morbido e fine, un prodotto unico in Italia. I suoi colori nascono mescolando, nella lavorazione, la lana bianca a quella di pecora Moretta, per ottenere tante nuance diverse.

Più Popolare
Roberta Castiglione con i prodotti realizzati con antichi filati di pecore abruzzesi.

Che tipo di manufatti realizzate?

Capi di abbigliamento, accessori e oggetti di design. E anche dei kit per il fai da te che contengono tutto l'occorrente, tutorial e materiali, per chi voglia realizzare da sola il proprio manufatto.

Dove è possibile acquistare i capi finiti?

Nel nostro temporary shop, a Scanno (AQ). La lana, invece, la vendiamo online, dove siamo presenti anche con il gruppo Fb socialcrochet, che riunisce una comunità di creative appassionate del progetto.

Capi di abbigliamento e accessori in lana d'Abruzzo nell'atelier di Scanno (Aq)

Qual è stato l'investimento iniziale?

Abbiamo speso circa 10.000 euro per produrre i primi 400 chili di filato.

Qual è il range dei prezzi?

Un cappello confezionato con la nostra lana costa 40 euro, mentre un golfino o uno scialle circa 140.

Progetti?

Stiamo valutando la realizzazione di un brand di capi tecnico sportivi e vorremmo aprire altri negozi oltre a quello già collaudato a Scanno.

Vuoi provare anche tu?

Se sei interessata a un lavoro nel campo tessile, gli Istituti tecnici superiori, scuole post diploma ad alta specializzazione tecnologica, propongono il corso Nuove tecnologie per il Made in Italy. Per approfondire i materiali e la filiera della moda ci sono anche corsi universitari. A Biella, il Master delle fibre nobili è un corso post-laurea che offre, oltre alla formazione teorica, stage in azienda, in Italia e all'estero.

I kit per realizzare capi a maglia o all'uncinetto sono di gran moda: per esempio, è diventata virale la coperta a maglia gigante di cui abbiamo parlato qui.

More from Gioia!:
Trend
CONDIVIDI
Auguri 500! 60 anni e non sentirli: la storia di un'auto mitica
Nata nel 1957, la Fiat 500 quest'anno compie 60 anni: per il suo valore culturale e artistico è finita persino al MoMA di New York
Elle e il MIT di Boston per un master di moda e lusso
Trend
CONDIVIDI
Vuoi lavorare nella moda e nel lusso? C'è un corso che fa per te
Elle International Fashion & Luxury Management Program si rivolge a giovani professionisti nei settori della moda e del lusso di tutto...
Trend
CONDIVIDI
Amatrice (quasi) un anno dopo: il centro Italia ha ancora bisogno di aiuto
Dopo le scosse che hanno colpito lo scorso anno Amatrice e il Centro Italia è il momento di ripartire: tante le iniziative benefiche (e i...
Trend
CONDIVIDI
Books & Pets, contro l'abbandono
Quando la sensibilizzazione parte da una foto
Caccaro complementi arredo design su misura
Trend
CONDIVIDI
Caccaro reinventa il modo di arredare la casa
La rivoluzione del complemento d'arredo di design
Trend
CONDIVIDI
Due grandi fotografi in mostra: Steve McCurry e Vivian Maier
A Siracusa (ex Convento San Francesco d'Assisi) e a Genova (Palazzo Ducale) in mostra i lavori dei due artisti
Best of Italy di Coincasa diventa realtà: il design si porta in tavola
Trend
CONDIVIDI
Best of Italy di Coincasa diventa realtà
Caraffe e bicchieri di design: presentate le collezioni firmate da Lanzavecchia + Wai, Zanellato/Bortotto e Matteo Cibic per Best of Italy...
Trend
CONDIVIDI
5 esperienze da fare prima di avere 30 anni
Sei sempre in tempo ovviamente, ma alcune cose puoi farle in tranquillità solo quando sei ancora under 30
Il menu del ristorante letto da un nutrizionista
Trend
CONDIVIDI
Cosa ordina un nutrizionista al ristorante?
Sì alla condivisione dei piatti, no ad arrivare affamata: i trucchi per mangiare al ristorante e essere felice (oltre che in forma)
Coincasa punta sull'artigianato di qualità
Trend
CONDIVIDI
I migliori artigiani italiani per Coincasa
Il viaggio alla scoperta dell'eccellenza artigiana made in Italy parte da Murano