10 carte di credito esclusive che sono sinonimo di ricchezza

Ecco le carte più esclusive al mondo, quelle che aprono (quasi) tutte le porte: scopri i i privilegi che hanno i super ricchi che le possiedono

Più Popolare

Tutti ormai possediamo almeno una carta di credito (se non più di una come la protagonista di I love shopping) ma non tutte le carte sono uguali! Qui vogliamo parlarvi delle carte di credito più esclusive. Per i comuni mortali la carta di credito è infatti semplicemente un modo per sopperire all'assenza materiale di contanti(nonché, soprattutto per le donne, un simbolo di indipendenza economica), ma per una piccolissima percentuale di persone, rappresenta invece un passepartout per club riservatissimi, dove ricevere trattamenti e servizi privilegiati. Ceto, per alcune carte di credito non occorre avere un patrimonio milionario, ma sarà comunque necessario un invito esplicito di un istituto bancario che garantisca per voi. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio quali sono le 10 migliori carte di credito del mondo, quelle dalla reputazione vip.

Advertisement - Continue Reading Below

Partiamo subito dalla più esclusiva: l'American Express Centurion Card, ovvero la carta nera. Realizzata esclusivamente in titanio è sinonimo di ricchezza ai massimi livelli: pensate che per averne diritto sarà necessario versare una quota annuale di 2.500 dollari a cui vanno aggiunti, una tantum, altri 7.500 euro di iscrizione iniziale. Una volta ottenuta questa carta speciale, sarà possibile alloggiare negli hotel più esclusivi del pianeta, avere credito nelle boutique più importanti e ottenere una serie di benefit che solo i possessori possono conoscere nel dettaglio.

Più Popolare

Altra carta di credito molto lussuosa, è certamente la Jp Morgan Chase Palladium, che, come è facile intuire dal nome, è realizzata in palladio e oro. Più «risparmiosa» rispetto alla Black Card (costa meno di 600 euro all'anno) permette di spendere senza limiti.

Altra carta di credito che entra di diritto nella top ten delle migliori card al mondo è di certo la Dubai First Royale Mastercard, realizzata con una cornice d'oro in cui è incastonato un diamante da 0,235 carati: anche in questo caso la carta viene rilasciata soltanto su invito e consente una spesa illimitata.

Aggiungiamo alla lista anche la Stratus Rewards Visa, una delle carte di credito più costose, che è caratterizzata da un colore bianco luminoso e la cui spesa è pari a 1.500 dollari all'anno. Questa carta è pensata soprattutto per gli uomini d'affari costantemente in viaggio, dal momento che offre sconti su voli, noleggio auto e soggiorno negli hotel più lussuosi del mondo.

La regina Elisabetta, invece, resta fedele alla Coutts World Silk Card, una carta usata da Sua Maestà e da altre cento persone in tutto il mondo: la sua particolarità sono i servizi di assistenza costante, oltre all'accesso a numerosi lounge aeroportuali e negozi di lusso (la useranno anche gli altri reali inglesi quando vanno in vacanza?).

Tra le carte di credito più prestigiose troviamo la Visa Infinite, che funziona in Russia, Egitto, Sud Africa, Giordania, Nigeria, Canada e Francia: per ottenere questa card i suoi clienti dovranno avere un conto di almeno 1 milione di dollari.

Impossibile non inserire nell'elenco la Citigroup Black Chairman Card, il cui requisito per ottenerla è far parte del Private Bank Citigroup: costa 500 dollari all'anno, ma offre un limite di credito di 300mila dollari, oltre all'accesso a numerosi jet privati e hotel esclusivi.

Tra le carte di credito American Express più pregiate non possiamo non menzionare la Merrill Accolades American Express, che offre un limite di spesa di 500 mila dollari, oltre a molti vantaggi su hotel, sconti su jet privati e assistenza costante.

Da segnalare anche la Black Brazilian Mastercard, anch'essa attivabile solo su invito, che è stata emessa soltanto in 3.000 esemplari; questa è la carta più importante per chi vive in America Latina.

Chiudiamo la nostra lista con la Natwest Black Mastercard che vanta un limite di spesa massimo di 1,5 milioni di dollari, una carta che solo poche persone al mondo hanno avuto il piacere di avere nel portafoglio.

More from Gioia!:
Trend
CONDIVIDI
3, 2, 1...Elle Active! Il programma definitivo della seconda edizione
Due giornate con Elle Italia, sabato 11 e domenica 12 novembre, che animeranno l'Università degli Studi di Milano e offriranno corner...
Come trovare il lavoro giusto
Trend
CONDIVIDI
Per trovare il lavoro che ami, riparti da te
Scommettiamo che hai sempre sottovalutato il potere del detox
Decorazioni natalizie
Trend
CONDIVIDI
10 decorazioni per rendere il Natale ancora più speciale
Tante idee da cui prendere ispirazione per cambiare volto alla tua casa durante le festività
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Trend
CONDIVIDI
La rivincita della soft skills. Per trovare lavoro punta sulle competenze trasversali
Il saper fare non è nulla senza il saper essere
Albero di Natale, come scegliere quello giusto
Trend
CONDIVIDI
L'albero di Natale è una cosa seria
Guida all'albero di Natale perfetto
Trend
CONDIVIDI
Il Natale sta arrivando: tutti i regali solidali e le iniziative charity più belle
Regali solidali per tutte le tasche, perché anche durante le festività non bisogna mai dimenticarsi di chi ha bisogno
love-design
Trend
CONDIVIDI
Quando il design finanzia la ricerca contro il cancro
Torna a Milano Love Design, l'appuntamento benefico che sostiene Airc con la vendita di oggetti d'arredamento made in Italy
Trend
CONDIVIDI
Utopie Radicali a Firenze, l'architettura contemporanea a Palazzo Strozzi
In occasione della mostra si può ammirare uno degli Urboeffimeri di UFO a Mercato Centrale Firenze
Come sopravvivere a un capo donna
Trend
CONDIVIDI
Come sopravvivere a un capo donna
C'è un motivo ben preciso se una donna che comanda può risultare odiosa soprattutto alle sue sottoposte femmine: per lavorare (e vivere...
Trend
CONDIVIDI
Perché la Turin Fashion Design Week è stata un inno alla creatività
Torino è sempre di più al centro dell'attenzione tra arte, design e moda: la Turin Fashion Design Week lo ha confermato (ancora una volta)