Le cose da sapere sulla dislessia

Tuo figlio è dislessico o temi che lo sia? Ecco tutto quel che devi sapere, e non scoraggiarti: anche Albert Einstein era dislessico

Come si diagnostica la dislessia? A volte per caso, grazie a un insegnante attento. Anna pensava di essere stupida, in prima elementare non riusciva a leggere né a scrivere. Per fortuna l'insegnante ha capito il problema e in poco tempo è arrivata la diagnosi: dislessia e disgrafia. Per Marco il percorso è stato più tortuoso: in prima e in seconda le lezioni di matematica erano un calvario. In terza è approdato in una scuola Montessori, dove si lavora per gruppi e dove l'apprendimento non è solo mnemonico: da allora la sua discalculia non è più stata un ostacolo insormontabile.


La dislessia non c'entra con il quoziente intellettivo,
ma è bensì compatibile con quozienti intellettivi altissimi, come dimostrano Rossella Grenci e Daniele Zanoni in Storie di straordinaria dislessia-15 dislessici famosi raccontati ai ragazzi (Erickson, pp. 206, 15 euro). Erano dislessici Galilei, Edison, Einstein. E lo è Ingvar Kamprad, il fondatore dell'Ikea, l'uomo che ha inventato i mobili in scatola, accumulando miliardi.

«La nostra scuola è molto nozionista, mentre per questo genere di handicap funziona meglio l'apprendimento con le immagini o i giochi di ruolo», spiega Rossella Grenci, logopedista ed esperta di disturbi dell'apprendimento. «Purtroppo, le conseguenze di un approccio sbagliato sono traumatiche per i bambini, lo dimostra anche una ricerca a cui ho collaborato, La scuola come possibile fattore di rischio: questo handicap è spesso associato a problemi di autostima e depressione».

La diagnosi precoce della dislessia è fondamentale. «Bisogna cercare i sintomi fin dall'asilo, per arrivare alle elementari ben preparati. I bambini che non riescono a seguire i discorsi della maestra per più di qualche minuto, che hanno difficoltà nel linguaggio o non riescono a colorare entro i margini dovrebbero rivolgersi alle Asl per il test». Senza comunque lasciarsi suggestionare da allarmismi inutili. «All'inizio della prima elementare è normale avere difficoltà nella lettura.

L'importante è che il bambino alla fine del primo trimestre sia in grado di leggere le parole senza invertire le lettere e contare fino a 20». I bambini dislessici hanno alcuni diritti sanciti dalla legge 170/2010. «Devono poter studiare su libri che hanno un cd di supporto in modo da non dover leggere la lezione; devono essere autorizzati a portare un computer in classe per correggere l'ortografia, un registratore per poter riascoltare le lezioni a casa e una calcolatrice durante i test di matematica. E non devono essere obbligati a leggere a voce alta davanti alla classe».

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Albert Einstein

Dislessici geniali: Galileo Galilei

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Henry Winkler

Dislessici geniali: Isaac Newton

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: John Lennon

Dislessici geniali: Magic Johnson

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Napoleone Bonaparte

Dislessici geniali: Pablo Picasso

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Thomas Alva Edison

Dislessici geniali: Tom Cruis

More from Gioia!:
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Le 15 peggiori domande dei bambini in pubblico
1. «Posso avere il mio vibratore?»
Scuola e Figli
CONDIVIDI
8 post che una mamma prima o poi fa su Facebook
La maternità scorre sul web e questi 8 post li vedrai sulle bacheche Facebook di tutte, ma proprio tutte le mamme: ti riconosci?
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cosa vogliono le mamme per la loro festa?
Un sondaggio ci rivela che il sogno segreto delle madri è ricevere in regalo un viaggio, anche di un solo giorno, purché senza prole
mamma-segno-zodiacale
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I segni zodiacali dicono che mamma sei (o sarai)
Ebbene sì, le stelle hanno molto da dire sul tuo modo di essere madre!
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Le foto più belle dei figli delle celeb
Che tenerezza le immagini dei piccolini dei personaggi famosi: dagli scatti condivisi sui social a quelli semi-ufficiali, ecco i ritratti...
Cos'è il Metodo Estivill per far addormentare i bambini.
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Se far dormire i bambini è un'impresa
Fate la nanna, il metodo inventato dal medico spagnolo Eduard Estivill fa discutere: ecco come funziona
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Siamo vip e allattiamo al seno, che male c'è?
Da Gisele Bundchen a Olivia Wilde, le mamme famose si impegnano per rendere normale l'allattamento al seno
allattamento-al-seno-benefici-consigli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Ecco perché allattare è un buon investimento
Per il 21 aprile, Giornata dell'Allattamento, i pediatri ci ricordano i benefici di quella che prima di tutto deve essere una libera scelta
Barron Trump
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Che mamma è Melania Trump?
«Sono una mamma a tempo pieno, è il mio primo lavoro. Il più importante di tutti»
hygge-come-crescere-bambini-felici-metodo-danese
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Il segreto dei danesi per crescere bambini felici
Se da anni la Danimarca - patria della hygge - è in testa alla classifica dei Paesi più felici del mondo un motivo ci sarà