Le cose da sapere sulla dislessia

Tuo figlio è dislessico o temi che lo sia? Ecco tutto quel che devi sapere, e non scoraggiarti: anche Albert Einstein era dislessico

Come si diagnostica la dislessia? A volte per caso, grazie a un insegnante attento. Anna pensava di essere stupida, in prima elementare non riusciva a leggere né a scrivere. Per fortuna l'insegnante ha capito il problema e in poco tempo è arrivata la diagnosi: dislessia e disgrafia. Per Marco il percorso è stato più tortuoso: in prima e in seconda le lezioni di matematica erano un calvario. In terza è approdato in una scuola Montessori, dove si lavora per gruppi e dove l'apprendimento non è solo mnemonico: da allora la sua discalculia non è più stata un ostacolo insormontabile.


La dislessia non c'entra con il quoziente intellettivo,
ma è bensì compatibile con quozienti intellettivi altissimi, come dimostrano Rossella Grenci e Daniele Zanoni in Storie di straordinaria dislessia-15 dislessici famosi raccontati ai ragazzi (Erickson, pp. 206, 15 euro). Erano dislessici Galilei, Edison, Einstein. E lo è Ingvar Kamprad, il fondatore dell'Ikea, l'uomo che ha inventato i mobili in scatola, accumulando miliardi.

«La nostra scuola è molto nozionista, mentre per questo genere di handicap funziona meglio l'apprendimento con le immagini o i giochi di ruolo», spiega Rossella Grenci, logopedista ed esperta di disturbi dell'apprendimento. «Purtroppo, le conseguenze di un approccio sbagliato sono traumatiche per i bambini, lo dimostra anche una ricerca a cui ho collaborato, La scuola come possibile fattore di rischio: questo handicap è spesso associato a problemi di autostima e depressione».

La diagnosi precoce della dislessia è fondamentale. «Bisogna cercare i sintomi fin dall'asilo, per arrivare alle elementari ben preparati. I bambini che non riescono a seguire i discorsi della maestra per più di qualche minuto, che hanno difficoltà nel linguaggio o non riescono a colorare entro i margini dovrebbero rivolgersi alle Asl per il test». Senza comunque lasciarsi suggestionare da allarmismi inutili. «All'inizio della prima elementare è normale avere difficoltà nella lettura.

L'importante è che il bambino alla fine del primo trimestre sia in grado di leggere le parole senza invertire le lettere e contare fino a 20». I bambini dislessici hanno alcuni diritti sanciti dalla legge 170/2010. «Devono poter studiare su libri che hanno un cd di supporto in modo da non dover leggere la lezione; devono essere autorizzati a portare un computer in classe per correggere l'ortografia, un registratore per poter riascoltare le lezioni a casa e una calcolatrice durante i test di matematica. E non devono essere obbligati a leggere a voce alta davanti alla classe».

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Albert Einstein

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Galileo Galilei

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Henry Winkler

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Isaac Newton

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: John Lennon

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Magic Johnson

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Napoleone Bonaparte

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Pablo Picasso

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Thomas Alva Edison

Advertisement - Continue Reading Below

Dislessici geniali: Tom Cruis

More from Gioia!:
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Disturbi di apprendimento? Le dritte per affrontarli
Intervista alla professoressa Patrizia Adamoli, esperta di didattica per i ragazzi con DSA
Ritorno a scuola, come risparmiare
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Back to school: le dritte furbe per risparmiare, tra libri e zaini
Libri, quaderni e zaini: quante cose da comprare quando inizia la scuola! Tutti i consigli per riuscire a risparmiare
Scuola e Figli
CONDIVIDI
La verità sui vaccini obbligatori
L'obbligo vaccinale scolastico è appena entrato in vigore: tutte le informazioni utili
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Vacanze senza figli? Si può!
Separarsi dai propri bimbi, anche solo per un weekend, non è mai facile, ma a volte può rivelarsi la scelta migliore
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Come diventare mamma in tre ore
Bimbo in arrivo, tutto sembra difficile? Un illustre pediatra ci spiega i trucchi e segreti per sopravvivere senza ansie alla nascita di un...
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Bambini e dieta: a che età inizia la prova costume?
L'ansia del «test da spiaggia» arriva già a 7-8 anni, con il 30% dei bambini sovrappeso: ma è corretto imporre un regime a questa età?
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Sei timida? Da grande potresti essere una leader
La timidezza non è un difetto, anzi: un libro spiega agli adolescenti come trasformarla in un punto di forza
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Come far amare la lettura ai bambini
Due insegnanti di liceo hanno scritto un libro per spiegare ai genitori come fare amare i libri ai loro figli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I nomi più assurdi che gli americani hanno dato ai loro figli nel 2016
Certo che i genitori statunitensi sanno essere davvero molto creativi!
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Come avvicinare tuo figlio all'acqua: i consigli di Tania Cagnotto
Se al mare o in piscina i più piccoli hanno paura ecco qualche consiglio utile per riuscire a superarla