Mo te lo spiego a papà: Branchie

Le branchie per non affogare sono l'augurio migliore per chi è sommerso dagli impegni e cose da fare, ma le branchie sono anche un ottimo rimedio per non deludere le persone che amiamo

Più Popolare

«Papà possiamo andare al cinema?»

«Amore, papà questa settimana ha molto lavoro». 

«Vogliamo fare una passeggiata allora?»

«Mi dispiace ma sto affogando di impegni e non so se sopravvivo». 

«Papà ci vogliono le branchie per farcela». 

«A fare cosa?»

«A respirare, così gli impegni non ti ammazzano». 

«Lo sai che è proprio una bella idea a papà?»

«I pesci usano le branchie per prendere l'ossigeno dall'acqua, tu le usi per prendere il tempo».

Advertisement - Continue Reading Below

«Come si fa a prendere tempo dall'acqua?»

«Non hai capito niente, ti devo sempre spiegare tutto. Le branchie ti servono a trovare il tempo per respirare quando senti che stai per affogare per colpa dei mille impegni, ti servono ad avere il tempo per fare le cose che ti piacciono».

«Tu ce le hai le branchie a papà?»

«Tutti i bambini ce le hanno».

«E per cosa le usi?»

«Per non affogare di paura, di dispiacere, di noia o di fronte a situazioni nuove».

Più Popolare

«Ho capito il messaggio, è meglio una boccata d'aria per tutti».

Ti auguro le branchie. Se fosse questo un nuovo modo di dire visto che siamo sempre tutti pieni di lavoro, impegni, impicci e cose che ci fanno correre magari potremmo ricordarci che c'è sempre un modo per respirare, per sopravvivere, anche quando l'elemento in cui siamo è avverso. 

Le branchie ci possono servire per catturare ciò di cui abbiamo bisogno come fanno i pesci che riescono a prelevare l'ossigeno dall'acqua. 

Io voglio le branchie per non farmi schiacciare dalla pressione, per non tralasciare le cose importanti, per non dover deludere i miei figli.

Ma dove si prendono queste branchie?

Chiedete ad un bambino e di sicuro vi saprà dire dove, come, quando e perché.

«Papà lo sai che le branchie ti puoi facilmente fare ammalare?»

«Veramente? E che cosa mi viene?»

«La branchite».

«Che risate, da annegare!»

More from Gioia!:
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Amniocentesi: sì o no?
Se hai dubbi sull'amniocentesi, questo è ciò devi sapere prima di sottoporti a questo esame
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Disturbi di apprendimento? Le dritte per affrontarli
Intervista alla professoressa Patrizia Adamoli, esperta di didattica per i ragazzi con DSA
Ritorno a scuola, come risparmiare
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Back to school: le dritte furbe per risparmiare, tra libri e zaini
Libri, quaderni e zaini: quante cose da comprare quando inizia la scuola! Tutti i consigli per riuscire a risparmiare
Scuola e Figli
CONDIVIDI
La verità sui vaccini obbligatori
L'obbligo vaccinale scolastico è appena entrato in vigore: tutte le informazioni utili
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Vacanze senza figli? Si può!
Separarsi dai propri bimbi, anche solo per un weekend, non è mai facile, ma a volte può rivelarsi la scelta migliore
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Come diventare mamma in tre ore
Bimbo in arrivo, tutto sembra difficile? Un illustre pediatra ci spiega i trucchi e segreti per sopravvivere senza ansie alla nascita di un...
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Bambini e dieta: a che età inizia la prova costume?
L'ansia del «test da spiaggia» arriva già a 7-8 anni, con il 30% dei bambini sovrappeso: ma è corretto imporre un regime a questa età?
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Sei timida? Da grande potresti essere una leader
La timidezza non è un difetto, anzi: un libro spiega agli adolescenti come trasformarla in un punto di forza
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Come far amare la lettura ai bambini
Due insegnanti di liceo hanno scritto un libro per spiegare ai genitori come fare amare i libri ai loro figli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I nomi più assurdi che gli americani hanno dato ai loro figli nel 2016
Certo che i genitori statunitensi sanno essere davvero molto creativi!