Mo te lo spiego a papà: Branchie

Le branchie per non affogare sono l'augurio migliore per chi è sommerso dagli impegni e cose da fare, ma le branchie sono anche un ottimo rimedio per non deludere le persone che amiamo

Più Popolare

«Papà possiamo andare al cinema?»

«Amore, papà questa settimana ha molto lavoro». 

«Vogliamo fare una passeggiata allora?»

«Mi dispiace ma sto affogando di impegni e non so se sopravvivo». 

«Papà ci vogliono le branchie per farcela». 

«A fare cosa?»

«A respirare, così gli impegni non ti ammazzano». 

«Lo sai che è proprio una bella idea a papà?»

«I pesci usano le branchie per prendere l'ossigeno dall'acqua, tu le usi per prendere il tempo».

Advertisement - Continue Reading Below

«Come si fa a prendere tempo dall'acqua?»

«Non hai capito niente, ti devo sempre spiegare tutto. Le branchie ti servono a trovare il tempo per respirare quando senti che stai per affogare per colpa dei mille impegni, ti servono ad avere il tempo per fare le cose che ti piacciono».

«Tu ce le hai le branchie a papà?»

«Tutti i bambini ce le hanno».

«E per cosa le usi?»

«Per non affogare di paura, di dispiacere, di noia o di fronte a situazioni nuove».

Più Popolare

«Ho capito il messaggio, è meglio una boccata d'aria per tutti».

Ti auguro le branchie. Se fosse questo un nuovo modo di dire visto che siamo sempre tutti pieni di lavoro, impegni, impicci e cose che ci fanno correre magari potremmo ricordarci che c'è sempre un modo per respirare, per sopravvivere, anche quando l'elemento in cui siamo è avverso. 

Le branchie ci possono servire per catturare ciò di cui abbiamo bisogno come fanno i pesci che riescono a prelevare l'ossigeno dall'acqua. 

Io voglio le branchie per non farmi schiacciare dalla pressione, per non tralasciare le cose importanti, per non dover deludere i miei figli.

Ma dove si prendono queste branchie?

Chiedete ad un bambino e di sicuro vi saprà dire dove, come, quando e perché.

«Papà lo sai che le branchie ti puoi facilmente fare ammalare?»

«Veramente? E che cosa mi viene?»

«La branchite».

«Che risate, da annegare!»

More from Gioia!:
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Il piccolo principe va a scuola a Londra
Non c'è dubbio, il principe George è lo scolaro più atteso alla Thomas's Battersea School di Londra
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Bullismo e cyberbullismo: uscirne si può
Come impedire che la violenza rovini la vita ai nostri figli, che siano vittime oppure bulli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cyberbullismo: un libro per combatterlo
Due esperti aiutano i genitori a capire le nuove generazioni digitali, offrendo loro qualche trucco per combattere il bullismo online
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cyberbullismo, nessun dorma
Perché la violenza online può far male quanto quella fisica, anzi, di più
padri famosi 2017
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I papà sono le nuove mamme
I padri (e i quasi padri) top del momento, da Lucky Blue Smith, che sarà padre a 18 anni, a Zuckerberg fino a Francesco Totti
Scuola e Figli
CONDIVIDI
7 libri da regalare alla tua bambina del cuore
I libri da regalare a tua figlia, a tua nipote o alla figlia della tua migliore amica per la Festa della donna
auguri-nascita-frasi-belle
Scuola e Figli
CONDIVIDI
È nato, è nata: sai come augurargli buona vita?
Devi scrivere un biglietto di auguri da dedicare a una bimba o a un bimbo appena nati? Ecco le parole più belle, spiritose e commoventi
Sport per bambine, She Plays We Win.
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Ciao pregiudizi, gli sport da maschi non esistono
Dopo aver visto le foto di Christin Rose non dirai mai più a tua figlia che non può fare uno sport perché è «da maschi»
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Preadolescenza: bambini o mutanti?
Tra i 10 e i 13 anni i nostri figli attraversano il più violento big bang della vita: viaggio nella galassia dei pre-teen
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Questa prof ha scritto cose bellissime ai suoi ex alunni
Trasferita in una nuova scuola, la prof della medie Zelmira d'Aleo ha scritto una lettera commovente ai ragazzi che ha lasciato