Julie Delpy: «Care madri, chi cede ai ricatti affettivi è perduta»

Al cinema dal 1° settembre 2016 con il film Lolo - Giù le mani da mia madre, da lei scritto, diretto e intepretato, l'attrice francese ci spiega perché nessuna donna deve accettare gli abusi di un uomo, nemmeno se si tratta del proprio figlio

Più Popolare

«Una sera sono andata da un'amica che doveva presentarmi il suo nuovo fidanzato. Per tutta la cena il figlio, che ormai aveva 20 anni, si mostrò in mutande, senza salutare. per prendere cibo dal frigo. Era il suo modo di dire all'intruso di andarsene perché quella era casa sua». Julie Delpy ha descritto così la situazione che l'ha convinta a scrivere, dirigere e interpretare Lolo - Giù le mani da mia madre (al cinema dal 1° settembre), in cui è una quarantenne parigina in carriera e divorziata, che si innamora di un informatico (Day Boon), tenero ma imbranato. 

Julie Delpy e Vincent Lacoste  nel film Lolo - Giù le mani da mia madre.
Advertisement - Continue Reading Below

Tutto fila liscio finché il figlio 19enne Lolo (Vincent Lacoste) non fa di tutto per sabotare la nuova relazione. «Ricordo che la mia amica non gli disse niente», ci racconta l'attrice, che incontriamo in un bar durante il Festival di Toronto. «Ed è un tremendo sbaglio, perché quando inizi a subire questo tipo di comportamenti poi non c'è fine».

Un'altra scena del film, nelle sale dal 1° settembre 2016
Più Popolare

A lei è capitato qualcosa del genere?

No, mio figlio Leo ha sei anni (il padre è il compositore Marc Streitenfeld, ndr), è adorabile, non penso che diventerà come Lolo. Ho una tale empatia che lo chiamo Gandhi. Ma ho avuto una relazione simile con un uomo: se accetti un abuso anche una sola volta, poi diventa pericoloso. 

Lolo è già adulto, ma da voi in Francia i figli non andavano via di casa presto?

La situazione è cambiata, molti restano con i genitori a lungo, perché la vita è più facile. Secondo me è però meglio mandarli fuori di casa presto, e permettere così loro di fare esperienza.

Come fa a esserne sicura?

Io sono andata via di casa a 16 anni. Certo ero già un'attrice e mi mantenevo, quindi un esempio raro, soprattutto oggi, per via della crisi. Ma ci ha fatto caso? Le persone uscite presto dal nido sono quelle che hanno carriere più brillanti? Non dico che bisogna buttare i figli in mezzo a una strada, ma se li educhi e insegni loro a essere determinati e curiosi, la strada la trovano da soli. 

Read Next:
david-beckham-tatuaggi
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I tatuaggi di David Beckham ora commuovono
David Beckham presta volto, corpo e tatuaggi per il video dell'Unicef contro gli abusi sui bambini, e l'effetto è davvero toccante
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Amanda Seyfried mamma a breve
L'attrice aspetta un bambino, ma non è l'unica mamma famosa dello star system: ecco tutte le foto di bebè e pancioni delle celeb
nomi maschili femminili diffusi in Italia
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Quali sono i nomi per neonati più amati in Italia?
Francesco e Sofia si confermano al primo posto, ma nella top ten di Istat ce ne sono tanti altri: scoprili con noi
favole per bambini
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Le favole della buonanotte più belle di sempre
Ecco le storie più belle per far addormentare tuo figlio: fanno davvero sognare
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Truccabimbi sicuro, le regole da seguire
Trasformare i nostri piccoli in principesse e pirati è possibile: basta usare un make-up sicuro e testato su pelli sensibili
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cosa dire a tuo figlio se si comporta da bullo
Il decalogo delle frasi giuste da dire per fare smettere un potenziale bullo, secondo lo psicologo
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Seggiolino auto: tutto quello che devi sapere per la sicurezza di tuo figlio
Cambiano le regole in fatto di seggiolini auto: conosci le novità previste per il 2017?
I trucchi furbi per far mangiare i bambini.
Scuola e Figli
CONDIVIDI
5 trucchi per far mangiare la frutta (e non solo) a tuo figlio
Ecco come proporre con successo la frutta ai più piccoli e come insegnare loro le regole dell'alimentazione corretta
adam-levine-behati-prinsloo-instagram-foto-famiglia
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Adam Levine papà e marito innamorato su Instagram
«Tutto quello di cui ho bisogno è qui»: come non sciogliersi davanti a una lezione tanto tenera sulle priorità della vita?
gruppi-whatsapp-presidi-chiedono-genitori-non-usarlo
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Gruppi WhatsApp: sai perché i presidi chiedono ai genitori di non usarli?
I gruppi WhatsApp fra genitori stanno diventando un detonatore di problemi e discussioni inutili, i presidi dicono stop!