Regole per bambini e adolescenti: il pedagogista Daniele Novara consiglia niente punizioni

Il pedagogista ​Daniele Novara sostiene che non bisogna punire i bambini: bisogna stabilire delle regole, che gli adulti, per primi, devono imparare a rispettare

Più Popolare

Davide 11 anni, ha raccontato che i compagni di classe gli avevano rubato il diario. La madre, allarmata, ha chiesto immediatamente un colloquio con l'insegnate, ma ha scoperto con suo grande disappunto che è stato suo figlio a gettare il diario nel cestino della carta straccia, per nascondere le note disciplinari. 

Giorgio, 13 anni, giocando a baseball in casa con un amico ha rotto un vaso prezioso. Ha cercato di rincollarlo ma non c'è riuscito: sua madre al rientro era (giustamente) furiosa.

Advertisement - Continue Reading Below

Di fronte a queste palesi bugie i genitori vorrebbero mettere in castigo i figli. Ma il pedagogista Daniele Novara sostiene che è inutile. Nel libro Punire non serve a nulla, Bur, pp. 262, euro 13, mette a punto una nuova strategia per interagire, meglio, con bambini e adolescenti. 

Non si rischia di lasciare troppo liberi i figli?

No, se noi adulti stabiliamo delle regole e impariamo a rispettarle. Se chiediamo a nostro figlio di guardare la televisione solo mezz'ora al giorno, ma poi un pomeriggio prolunghiamo l'orario, non possiamo lamentarci se il giorno dopo fa i capricci. Stesso discorso per l'adolescente: va gestito. Quanti ragazzi vogliono a tutti i costi un cane, ma una volta ottenuto non se ne occupano? Bisogna imparare a dire no.

Più Popolare

In pratica bisogna contenerli

Proprio così. Qualche tempo fa ero a Verona per un convegno e mi sono ritrovato a mangiare una pizza in piazza dei Signori. Vicino a me c'era una famiglia con un bambino di circa 8 anni. Il piccolo ha cercato di prendere il telefonino del padre per giocarci, non ci è riuscito e ha picchiato la madre. Lei non ha reagito e il padre si è messo a ridere! Mi chiedo quanto sia grande la sofferenza di questo bambino, che può impunemente tiranneggiare i genitori.

I dispositivi elettronici sono fonti di continue discussioni fra genitori e figli

Secondo me andrebbero vietati prima dei 6 anni e limitati a mezz'ora al giorno fino alla fine delle elementari. Perché limitano l'esperienza sensoriale e distraggono dagli impegni quotidiani. E' impossibile studiare con profitto se ci si collega continuamente a WhatsApp.

Che altro?

Restare uniti. Se gli adulti non sono d'accordo fra loro, il bambino è disorientato. Discorso analogo con gli adolescenti, si può trovare un accordo tutti insieme, ma poi non si sgarra. 

Purtroppo gli adolescenti, nonostante i divieti, continuano a trasgredire 

Perché le mamme italiane non delegano l'educazione dei figli ai padri. Un errore molto grave. A quest'età non funziona più il codice educativo materno, fatto di protezione e accudimento, ma servono regole e disciplina.

E se non funziona?

Gli adolescenti cercano sempre, per loro natura, di trasgredire. In questo caso si può pratica il silenzio attivo, per sottolineare la delusione dei genitori e far notare la deviazione dagli obbiettivi educativi. Per marcare meglio il concetto si può dire: mamma e papà sono stupiti di quanto è successo. Non va bene. Adesso staranno un po' in silenzio, per riflettere.

More from Gioia!:
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Il piccolo principe va a scuola a Londra
Non c'è dubbio, il principe George è lo scolaro più atteso alla Thomas's Battersea School di Londra
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Bullismo e cyberbullismo: uscirne si può
Come impedire che la violenza rovini la vita ai nostri figli, che siano vittime oppure bulli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cyberbullismo: un libro per combatterlo
Due esperti aiutano i genitori a capire le nuove generazioni digitali, offrendo loro qualche trucco per combattere il bullismo online
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cyberbullismo, nessun dorma
Perché la violenza online può far male quanto quella fisica, anzi, di più
padri famosi 2017
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I papà sono le nuove mamme
I padri (e i quasi padri) top del momento, da Lucky Blue Smith, che sarà padre a 18 anni, a Zuckerberg fino a Francesco Totti
Scuola e Figli
CONDIVIDI
7 libri da regalare alla tua bambina del cuore
I libri da regalare a tua figlia, a tua nipote o alla figlia della tua migliore amica per la Festa della donna
auguri-nascita-frasi-belle
Scuola e Figli
CONDIVIDI
È nato, è nata: sai come augurargli buona vita?
Devi scrivere un biglietto di auguri da dedicare a una bimba o a un bimbo appena nati? Ecco le parole più belle, spiritose e commoventi
Sport per bambine, She Plays We Win.
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Ciao pregiudizi, gli sport da maschi non esistono
Dopo aver visto le foto di Christin Rose non dirai mai più a tua figlia che non può fare uno sport perché è «da maschi»
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Preadolescenza: bambini o mutanti?
Tra i 10 e i 13 anni i nostri figli attraversano il più violento big bang della vita: viaggio nella galassia dei pre-teen
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Questa prof ha scritto cose bellissime ai suoi ex alunni
Trasferita in una nuova scuola, la prof della medie Zelmira d'Aleo ha scritto una lettera commovente ai ragazzi che ha lasciato