Posta di Barbara Alberti: «Devo mandare mio figlio dal sessuologo?»

A 18 anni dorme con la sua ragazza accanto alla stanza dei suoi, ma confessa di avere difficoltà sessuali, la risposta della scrittrice è illuminante: «Far l'amore a un passo dai genitori non è la miglior ricetta per il desiderio: piantatela di impicciarvi dei fatti suoi!»

Più Popolare

«Io e mio marito abbiamo avuto un'educazione sessuale molto prude, estremamente repressiva, il sesso non si poteva nominare, tutto di nascosto. Così abbiamo tirato su i figli nella massima libertà, niente tabù e massima confidenza. Il più piccolo ha 18 anni, sta con una ragazza, la porta tranquillamente in camera sua, dormono spesso insieme nella stanza accanto alla nostra. Ultimamente lo abbiamo visto preoccupato e, dopo qualche insistenza, alla fine ci ha detto che aveva dei momenti, se non proprio di impotenza, di difficoltà. Dice che la ama, che niente è cambiato fra loro, ma si sente a disagio a non essere più brillante come prima. Io e mio marito gli diamo i consigli che possiamo, ma io penso che sarebbe meglio mandarlo da un sessuologo, che è sicuramente più adatto a risolvere il suo problema». A. A.

Advertisement - Continue Reading Below

No, l'unico adatto è tuo figlio. Che vada a dormire con la sua ragazza dove gli pare, purché lontano da voi, senza il fiato sul collo di bue e asinello. Far l'amore a un passo dai genitori non è la miglior ricetta per il desiderio. E piantatela di impicciarvi dei fatti suoi! È una forma di castrazione. Che bellezza la mia pessima educazione cattolica, bisognava far tutto in segreto, rischiando, il sesso andava guadagnato e, se ci beccavano, certe sberle! E com'era vivo il desiderio - quale emozione - giardini al buio, androni, case appena uscivano i genitori, e batticuori, e ore ardenti…e come covavamo la ribellione verso quelle proibizioni. Per questo facemmo la rivoluzione sessuale. Ma è andata male. Peggio delle ipocrisie, peggio degli schiaffi, è la melensa confidenza coi genitori di oggi, questo loro voler controllare il sesso dei figli, che si «mandano» dal sessuologo - almeno lo decida lui! Cari genitori, ma pensate alla vostra vita sessuale - se ne avete una. E forse è proprio lì il problema.

Scrivete a Barbara Alberti all'indirizzo: maleducazione.sentimentale@hearst.it

More from Gioia!:
allattamento-al-seno-benefici-consigli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Ecco perché allattare è un buon investimento
Per il 21 aprile, Giornata dell'Allattamento, i pediatri ci ricordano i benefici di quella che prima di tutto deve essere una libera scelta
Barron Trump
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Che mamma è Melania Trump?
«Sono una mamma a tempo pieno, è il mio primo lavoro. Il più importante di tutti»
hygge-come-crescere-bambini-felici-metodo-danese
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Il segreto dei danesi per crescere bambini felici
Se da anni la Danimarca - patria della hygge - è in testa alla classifica dei Paesi più felici del mondo un motivo ci sarà
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Bimbi in viaggio, 10 consigli anti stress
I consigli per una vacanza tranquilla con i tuoi bambini e quello che non deve mancare nelle valigie dei più piccoli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Il piccolo principe va a scuola a Londra
Non c'è dubbio, il principe George è lo scolaro più atteso alla Thomas's Battersea School di Londra
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Bullismo e cyberbullismo: uscirne si può
Come impedire che la violenza rovini la vita ai nostri figli, che siano vittime oppure bulli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cyberbullismo: un libro per combatterlo
Due esperti aiutano i genitori a capire le nuove generazioni digitali, offrendo loro qualche trucco per combattere il bullismo online
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cyberbullismo, nessun dorma
Perché la violenza online può far male quanto quella fisica, anzi, di più
padri famosi 2017
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I papà sono le nuove mamme
I padri (e i quasi padri) top del momento, da Lucky Blue Smith, che sarà padre a 18 anni, a Zuckerberg fino a Francesco Totti
Scuola e Figli
CONDIVIDI
7 libri da regalare alla tua bambina del cuore
I libri da regalare a tua figlia, a tua nipote o alla figlia della tua migliore amica per la Festa della donna