Bullismo e cyberbullismo, non stiamo a guardare

Il bullismo online, via chat o sui social, è in aumento e colpisce almeno 1 ragazzo su 5: è la violenza più virale e subdola, la più facile da commettere, la più difficile da sopportare

Più Popolare

Bullismo e cyberbullismo: ne è vittima almeno un ragazzo su cinque. «Ora però devi suicidarti, hai capito?», hanno insistito per settimane via WhatsApp, singolarmente e in un gruppo ad hoc chiamato FacciamolaMorire, le compagne di Martina, 13 anni, colpevole di "aver fatto la spia" su un furto a una professoressa, prima che lei trovasse la forza di chiedere aiuto ai genitori. Carolina non ci è riuscita: a 14 anni si è uccisa perché un video hard che la ritraeva era rimbalzato sul web. Suo papà, Paolo Picchio, oggi continua a diffondere la sua foto perché nessuno dimentichi: «E alle vittime di cyberbullismo dico: parlatene, non isolatevi». Per colpire il bersaglio non serve più nemmeno la pausa di ricreazione: al cyberbullismo, cresciuto dell'8 per cento nel 2016, per divorarsi le vittime basta un clic. In attesa dell'approvazione di una legge, i dati dell'European network against bullying, diffusi in Italia da Telefono azzurro, raccontano una realtà preoccupante: il 21,9 per cento dei ragazzi tra i 14 e i 17 anni ne è stato vittima negli ultimi 12 mesi.

Advertisement - Continue Reading Below

Uno su cinque, almeno: «Il fenomeno è in gran parte sommerso», sospira Anna Oliverio Ferraris, professore ordinario di Psicologia dello sviluppo e autrice di Piccoli bulli e cyberbulli crescono (Rizzoli), dal sottotitolo eloquente: Come impedire che la violenza rovini la vita ai vostri figli. «La buona notizia è che oggi se ne parla molto più di un tempo. Le cattive: da un lato la società è diventata più violenta, dall'altro il bullismo virtuale è una vigliaccheria di comodo accesso. Gesti che nella realtà verrebbero filtrati, evitati, in Rete sono facili», un orrido snack da consumare protetti da uno schermo, a qualunque ora.

Più Popolare

«La scritta offensiva sulla porta del bagno si cancella; gli insulti via chat, una volta virali, non li togli con un colpo di spugna», riflette Amedeo Bozino Resmini, psicoterapeuta. E se nel bullismo tradizionale vittima e bullo si conoscono, «online ti accanisci contro un estraneo e neanche sai perché». «L'aggressore che non può osservare le reazioni della vittima non prova empatia», continua Oliverio Ferraris. Uscirne è possibile, ma occorre un salto di pensiero: «Per quanto sembri un paradosso, il bullo va aiutato. Perché viene da una famiglia in cui hanno luogo interazioni violente, o perché nessuno gli ha spiegato le conseguenze delle sue azioni. Chi sbaglia deve poter cambiare». È l'obiettivo del progetto Enable, promosso nelle scuole italiane da Telefono azzurro: da persecutore a "tutor" che aiuta i coetanei in difficoltà. «C'è chi pensa che aggressività e violenza siano sinonimi. Invece, l'aggressività può trasformarsi in grinta. E i bulli, per quanto strano possa sembrare, in angeli custodi».

More from Gioia!:
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Il piccolo principe va a scuola a Londra
Non c'è dubbio, il principe George è lo scolaro più atteso alla Thomas's Battersea School di Londra
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Bullismo e cyberbullismo: uscirne si può
Come impedire che la violenza rovini la vita ai nostri figli, che siano vittime oppure bulli
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cyberbullismo: un libro per combatterlo
Due esperti aiutano i genitori a capire le nuove generazioni digitali, offrendo loro qualche trucco per combattere il bullismo online
padri famosi 2017
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I papà sono le nuove mamme
I padri (e i quasi padri) top del momento, da Lucky Blue Smith, che sarà padre a 18 anni, a Zuckerberg fino a Francesco Totti
Scuola e Figli
CONDIVIDI
7 libri da regalare alla tua bambina del cuore
I libri da regalare a tua figlia, a tua nipote o alla figlia della tua migliore amica per la Festa della donna
auguri-nascita-frasi-belle
Scuola e Figli
CONDIVIDI
È nato, è nata: sai come augurargli buona vita?
Devi scrivere un biglietto di auguri da dedicare a una bimba o a un bimbo appena nati? Ecco le parole più belle, spiritose e commoventi
Sport per bambine, She Plays We Win.
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Ciao pregiudizi, gli sport da maschi non esistono
Dopo aver visto le foto di Christin Rose non dirai mai più a tua figlia che non può fare uno sport perché è «da maschi»
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Preadolescenza: bambini o mutanti?
Tra i 10 e i 13 anni i nostri figli attraversano il più violento big bang della vita: viaggio nella galassia dei pre-teen
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Questa prof ha scritto cose bellissime ai suoi ex alunni
Trasferita in una nuova scuola, la prof della medie Zelmira d'Aleo ha scritto una lettera commovente ai ragazzi che ha lasciato
preadolescenza-consigli-per-genitori
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Preadolescenza: come superare l'età dello tsunami
Fino a ieri i tuoi figli erano affettuosi, ora sono creature imprevedibili: ma se pensi che non ci sia niente da fare, leggi qui