Gruppi WhatsApp: i presidi chiedono ai genitori di non usare la chat

I gruppi di WhatsApp fra genitori stanno diventando un detonatore di problemi e discussioni inutili, e i presidi chiedono di non usarli

Più Popolare

Non c'è scuola che si salvi: con la ripresa dell'anno scolastico tornano a fiorire i gruppi WhatsApp e con essi discussioni e polemiche. Non fra ragazzi, ma fra genitori. Basta un nulla per innescare una scia di commenti a ruota libera, dalla maestra che dà troppi compiti, «al bambino che disturba in classe, indicato con nome e cognome, a dispetto di qualsiasi salvaguardia della privacy», dice Marta, un figlio in prima elementare. Ce n'è abbastanza perché i presidi, stanchi di sedare risse, passino al contrattacco, "consigliando" ai genitori di non eccedere con le esternazioni su WhatsApp. Oppure (i più diplomatici) organizzando incontri con esperti e psicologi «per sfruttare al meglio le chat e la loro capacità di aggregazione», spiega Giuseppe Soddu, preside del liceo Parini a Milano.

Advertisement - Continue Reading Below

«Oggi le madri cercano di compensare l'assenza fisica dovuta al lavoro con una continua presenza virtuale», spiega la psicologa Laura Turuani, autrice del libro Mamme avatar (Rizzoli, pp. 288, € 13). «Intervengono in ogni questione che riguardi i figli per anticiparne i problemi. Un atteggiamento deleterio, soprattutto quando si parla di scuola. Dovrebbero imparare a mantenere un sano distacco emotivo e a smorzare i toni». Il rischio, infatti, è commettere gli stessi errori che rimproverano ai figli, cioè offendere o esprimere giudizi eccessivi, con linguaggio contrario a ogni canone educativo. «Una conseguenza dell'imbarbarimento del linguaggio propiziato dai nuovi media», aggiunge il direttore generale del Moige, Antonio Affinita. «Alcuni genitori pensano che la chat offra loro una sorta di immunità». In questo contesto diventa fondamentale il ruolo del moderatore, che deve richiamare alle regole chi sgarra. E, se non capisce, espellerlo.

Read Next:
david-beckham-tatuaggi
Scuola e Figli
CONDIVIDI
I tatuaggi di David Beckham ora commuovono
David Beckham presta volto, corpo e tatuaggi per il video dell'Unicef contro gli abusi sui bambini, e l'effetto è davvero toccante
Scuola e Figli
CONDIVIDI
E se il tuo bimbo fosse l'eroe di una favola?
I libri personalizzati per bimbi sono l'ultima moda in fatto di regali under 12, perché rendono protagonisti delle fiabe i piccoli di casa
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Amanda Seyfried mamma a breve
L'attrice aspetta un bambino, ma non è l'unica mamma famosa dello star system: ecco tutte le foto di bebè e pancioni delle celeb
nomi maschili femminili diffusi in Italia
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Quali sono i nomi per neonati più amati in Italia?
Francesco e Sofia si confermano al primo posto, ma nella top ten di Istat ce ne sono tanti altri: scoprili con noi
favole per bambini
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Le favole della buonanotte più belle di sempre
Ecco le storie più belle per far addormentare tuo figlio: fanno davvero sognare
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Truccabimbi sicuro, le regole da seguire
Trasformare i nostri piccoli in principesse e pirati è possibile: basta usare un make-up sicuro e testato su pelli sensibili
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Cosa dire a tuo figlio se si comporta da bullo
Il decalogo delle frasi giuste da dire per fare smettere un potenziale bullo, secondo lo psicologo
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Seggiolino auto: tutto quello che devi sapere per la sicurezza di tuo figlio
Cambiano le regole in fatto di seggiolini auto: conosci le novità previste per il 2017?
I trucchi furbi per far mangiare i bambini.
Scuola e Figli
CONDIVIDI
5 trucchi per far mangiare la frutta (e non solo) a tuo figlio
Ecco come proporre con successo la frutta ai più piccoli e come insegnare loro le regole dell'alimentazione corretta
adam-levine-behati-prinsloo-instagram-foto-famiglia
Scuola e Figli
CONDIVIDI
Adam Levine papà e marito innamorato su Instagram
«Tutto quello di cui ho bisogno è qui»: come non sciogliersi davanti a una lezione tanto tenera sulle priorità della vita?