Cosmetici bio, impariamo a leggere l'etichetta

​Come imparare a leggere l'elenco degli ingredienti (il famoso Inci) dei cosmetici bio per capire se sono naturali davvero

Sempre più presenti nella beauty routine delle donne, i cosmetici bio hanno quell'aura di candore propria dei prodotti naturali. Ma quanto c'è di realmente organico nei cosmetici che acquistiamo? Come distinguere un vero prodotto biologico e naturale dalla miriade di prodotti che si spacciano per green? Il primo passo è quello di saper leggere l'etichetta, ovvero l'Inci (International Nomenclature of Cosmetics Ingredients), l'elenco degli ingredienti presenti all'interno del prodotto. Si tratta di nomenclature per lo più in inglese e latino, per cui è necessaria una mini guida all'etichetta.

Advertisement - Continue Reading Below

Cosmetici bio, l'elenco degli ingredienti

Gli ingredienti sono inseriti in base alla loro concentrazione all'interno del prodotto, in ordine decrescente. L'acqua, ad esempio, è spesso il primo componente della lista perché, tranne rare eccezioni, è presente in alte concentrazioni in tutti i cosmetici. Gli ingredienti la cui concentrazione è superiore all'1% si trovano nella parte superiore dell'Inci o nella parte centrale.

Cosmetici bio, che tipo di alcool contengono?

C'è differenza tra alcool e alcohol: il primo è il comune alcol etilico, che in etichetta si trova sotto il nome di Alcohol Denat e viene utilizzato come solvente o antisettico, mentre il secondo è una nomenclatura generica per indicare delle sostanze grasse utilizzate per dare consistenza alle creme.

Advertisement - Continue Reading Below

Cosmetici bio, come riconoscere gli ingredienti naturali

Gli ingredienti naturali sono facilmente riconoscibili, perché riportano il nome in latino della pianta da cui derivano (per esempio l'aloe vera è Aloe barbadensis) e sono seguiti dal nome in inglese della parte della pianta che viene utilizzata e dal nome del composto, sempre in inglese (ad esempio oil). Naturalmente, più ingredienti naturali sono presenti nell'INCI, più biologico sarà il cosmetico.

Cosmetici bio, i coloranti artificiali

I coloranti artificiali fanno riferimento alla scala cromatica denominata Color Index e si riconoscono dalla sigla CI, a cui si accompagna un numero a 5 cifre che ne identifica la tonalità. Gli estratti naturali, invece, sono indicati sempre con la nomenclatura in latino e se provengono da agricoltura biologica viene specificato con un asterisco.

Advertisement - Continue Reading Below

Cosmetici bio, gli ingredienti da evitare

Quali sono gli ingredienti nemici di un prodotto bio? Sicuramente i tensioattivi chimici (come il Sodium laureth sulfate, il Sodium lauryl sulfate, l'Ammoniun lauryl sulfate) e i derivati dal petrolio (Paraffinum Liquidum, PEG e PPG, Mineral Oil, Petrolatum). Poi alcuni conservanti, la formaldeide e i siliconi, che creano su pelle e capelli una pellicola anti traspirante. Ecco quache nome tecnico incriminato: Triclosan e Imidazolidinyl urea, DMDM Hydantoin, Methylisothiazolinone, Methylchloroisothiazolinone, Poliquaternium-80, Dimethicone e Amodimethicone.

Cosmetici bio, i profumi allergizzanti

Ultimo ingrediente sulla lista dei componenti, ma non per importanza, è il profumo, denominato genericamente dall'INCI parfum o fragrance. Potrebbe sembrare innocuo, non fosse per gli oli essenziali contenuti al suo interno, che per natura sono potenzialmente allergizzanti. Ad eccezione dell'olio essenziale di patchouli, che non contiene allergeni.

Read Next:
meghan-markle-fidanzata principe harry ritratto
Eco
CONDIVIDI
Meghan ama i cani come la regina Elisabetta
La fidanzata del principe Harry svela con una foto su Instagram tutto il suo amore per i quattrozampe e per il Regno Unito
Eco
CONDIVIDI
Come proteggersi dal freddo e isolare la casa risparmiando
Abbasso gli spifferi, in casa vogliamo solo tepore, ambienti caldi e bollette più leggere: ecco come fare
pelliccia ecologica Ruby and Ed
Eco
CONDIVIDI
La moda che ama gli animali: Peta premia i brand più etici
I Peta Fashion Awards 2016 per la moda cruelty free hanno premiato, tra gli altri, Stella McCartney e Giorgio Armani
Giornata del gatto nero 17 novembre
Eco
CONDIVIDI
10 gatti neri da conoscere nel Gatto Nero Day
Il 17 novembre è la Giornata del Gatto Nero: festeggiamolo combattendo la superstizione e con l'aiuto dei felini neri celebri
michelle-hunziker-sorriso
Eco
CONDIVIDI
Michelle Hunziker: come cresce il piccolo Leone!
Il primo maschietto di casa Hunziker-Trussardi inizia a sgambettare: ecco il video più tenero del cucciolo della cagnolina Lilly
Eco
CONDIVIDI
20 foto incredibili della Superluna di novembre
La luna non era mai stata così grande dal 1948 e per vederla di nuovo così dovremo aspettare il 2034
foto-tenere-cani-bambini
Eco
CONDIVIDI
I teneri sonnellini di un bambino con il suo cane ti faranno commuovere
Ogni foto postata su Instagram dei riposini di questo cane salvato da maltrattamenti con il suo piccolo umano ci fa venire gli occhi a cuore
Eco
CONDIVIDI
Falabella, la it bag eco friendly
Così amata da essere una delle borse più copiate del pianeta, la borsa di Stella McCartney è anche cruelty free
kate middleton gattone rosso bob
Eco
CONDIVIDI
Chi è il gatto rosso che ha incantato Kate Middleton?​
Esce il 9 novembre 2016 il film A spasso con Bob: protagonista, un gattone rosso che ha conquistato persino la Duchessa di Cambridge
come risparmiare sulla bolletta del gas e avere sempre la casa calda
Eco
CONDIVIDI
5 consigli utili per risparmiare sulla bolletta del gas
Come gestire in modo intelligente il riscaldamento in casa, per risparmiare sulla bolletta e salvare l'ambiente​