Meglio la centrifuga o l'estrattore? Le dritte per non sbagliare acquisto

Mai come oggi, i succhi di frutta sono alla base di una dieta detox: scopri quale elettrodomestico scegliere a seconda delle tue esigenze

Più Popolare

La centrifuga e l'estrattore sono due elettrodomestici indispensabili in cucina nell'ambito di uno stile di vita salutare perché permettono di ottenere molto facilmente dei nutrienti succhi di frutta e verdura, ricchi di vitamine e proprietà (detox, ma anche energizzanti), da gustare come spuntino o merenda tra un pasto e l'altro, da sorseggiare ad un aperitivo oppure, soprattutto, da bere a colazione per iniziare la giornata con il piede giusto.

Advertisement - Continue Reading Below

Ma è meglio comprare quindi la centrifuga o l'estrattore? Se devi ancora fare il tuo acquisto devi pensare prima di tutto alle tue esigenze perché si tratta di due prodotti entrambi validi ma al tempo stesso profondamente diversi per funzionamento e per tipologia di succo di frutta ottenuto. Sei una persona che al mattino ha sempre i minuti contati oppure hai tutto il tempo per te? Preferisci un prodotto facile da pulire? E che budget hai? Per non sbagliare quindi ed essere sicura di acquistare proprio quello che fa per te ecco una pratica scheda in cui sono riassunti tutti i pro e i contro.

Più Popolare

Centrifuga

Come funziona: partiamo prima di tutto dal funzionamento. La centrifuga ha al suo interno delle lame che tagliano la frutta e la verdura in piccolissimi pezzettini, la polpa viene filtrata e il succo di frutta si ottiene, come suggerisce il nome, proprio grazie alla forza centrifuga esercitata dall'elettrodomestico.

Pro: ha una velocità di rotazione maggiore (circa 18mila giri al minuto) e per questo i succhi di frutta si ottengono in un attimo. Inoltre ha un costo minore ed è costituita da meno parti rispetto all'estrattore, per cui è più semplice da smontare.

Contro: questo elettrodomestico è molto più rumoroso rispetto ad un estrattore e non tutta la verdura si presta ad essere centrifugata.

Le ricette da provare: per fare il pieno d'energia puoi fare un mix tra kiwi, mela verde e una fettina di zenzero fresco oppure sedano, mela e cetriolo. Per depurarti invece puoi unire carota, mela e sedano, oppure mela e pomodoro.

Estrattore di succo

Come funziona: l'estrattore a differenza della centrifuga agisce come se masticasse la frutta e la verdura. Praticamente schiaccia in una sorte di vite la polpa e subito dopo la setaccia. Con l'estrattore quindi si riesce ad ottenere una quantità di succo maggiore, più denso e cremoso, con meno scarti (scarti che saranno quindi più asciutti rispetto a quelli della centrifuga).

Pro: l'estrattore è più silenzioso perché la sua azione è più lenta (meno di 100 giri al minuto). La spremitura avviene a freddo ed è l'ideale soprattutto per le verdure a foglia verde, che contengono molte fibre e meno succo. Con l'estrattore poi si può lavorare anche la frutta secca, per ottenere ad esempio il latte di mandorle.

Contro: gli estrattori solitamente sono più costosi rispetto alle centrifughe e sono composti da più pezzi. Inoltre il procedimento di estrazione è molto più lungo, e spesso è necessario tagliare a pezzi gli alimenti prima di inserirli all'interno.

Le ricette da provare: per un effetto detox ottimo è l'estratto di sedano, mela, cetriolo e zenzero o cetriolo, lime e mela verde. Per un tocco energizzante invece si può provare a unire in un solo succo di frutta kiwi, fragole, zenzero, mele, lime, arancia e limone.

E il vecchio frullatore?

Se hai ancora in cucina il frullatore però non metterlo in soffitta, dato che può ancora tornarti utile: puoi infatti utilizzarlo per frullare tutto quello che non si può mettere nell'estrattore o nella centrifuga perché contiene pochissima acqua, come ad esempio banane o avocado. L'importante in ogni caso, e questo vale per tutti i succhi di frutta e verdura freschi fatti in casa, è bere sia gli estratti che le centrifughe il prima possibile, al massimo entro un'ora, in modo che mantengano inalterate tutte le loro proprietà benefiche.

More from Gioia!:
Ricette vegetariane di Pietro Leemann chef ristorante Joia
Cucina
CONDIVIDI
3 ricette che fanno venire voglia di diventare vegetariane
Lo chef Pietro Leemann dimostra che l'alta cucina vegetariana non solo è possibile, ma è anche molto invitante (e non così difficile)
Cucina
CONDIVIDI
Qual è il segreto per un toast perfetto?
Non è un ingrediente, ma è nella tua cucina!
antonino-cannavacciuolo-pasticceria-novara
Cucina
CONDIVIDI
Chef Cannavacciuolo apre la sua pasticceria
Antonino Cannavacciuolo apre una bakery a Novara di dolci stellati e noi non vediamo l'ora di assaggiare tutto
Apre il primo Nutella Cafè a Chicago
Cucina
CONDIVIDI
A Chicago apre il Nutella Cafè: partiamo?
Tutti pazzi per la crema alle nocciole più famosa che ci sia: appuntamento per l'inaugurazione il 31 maggio!
Il cocktail dell'estate secondo Joe Bastianich
Cucina
CONDIVIDI
Il cocktail giusto? Te lo prepara Joe Bastianich
Scopri la ricetta per preparare il drink inventato da Joe Bastianich che promette di dare una svolta a questa estate caldissima
Cucina
CONDIVIDI
Inutile, hai sempre sbagliato ad affettare l'avocado!
L'avocado è buono, ma affettarlo a volte è una tragedia: a meno che…
prosecco-blu-foto
Cucina
CONDIVIDI
Il prosecco blu è il drink più trendy dell'estate
Addio rosé: le bollicine più trendy sono azzurre come il mare e sono perfette da postare su Instagram
avocado-burger-avocado-bar-roma
Cucina
CONDIVIDI
Ecco il primo Avocado Bar d'Italia ed è a Roma
Il primo Avocado Bar d'Italia arriva nella Capitale e seriamente non vediamo l'ora che apra
cloud-eggs-uova-nuvola-instagram-ricetta
Cucina
CONDIVIDI
Bye bye avocado toast, benvenute cloud eggs
Il nuovo it food che impazza su Instagram sono le uova nuvola. E la bella notizia è che sono facilissime da preparare
Cucina
CONDIVIDI
10 vini che vale la pena di assaggiare
Bianchi o rossi, sono considerati i migliori al mondo: da degustare almeno una volta nella vita!