Come si fa il pane: dalla scelta della farina alla lievitazione

Ti sveliamo tutto su come si fa il pane in casa, quale farina scegliere e come farlo lievitare, per ottenere un pane fragrante e genuino fatto con le tue mani

Più Popolare

Lo dice anche la preghiera più conosciuta al mondo: "Dacci oggi il nostro pane quotidiano". Il pane è l'alimento base del genere umano. È presente in tutte le cucine, in tutte le alimentazioni, in ogni angolo del globo. È il "cibo" per eccellenza, tanto che ogni uomo potrebbe sopravvivere – con enorme sacrificio, certo – anche "a pane ed acqua".

Cosa c'è di meglio, allora, del fatto di prepararlo in casa, scegliendo ingredienti naturali e genuini, valutando quali farine e lieviti utilizzare, badando passo dopo passo alla sua crescita?

Advertisement - Continue Reading Below

Fare il pane da soli è divertente, anche se ovviamente all'inizio potrebbero incontrarsi delle difficoltà. Vediamo per prima cosa come preparare l'impasto giusto. La cosa importante è seguire la quantità di acqua e di farina indicate, regolando la consistenza dell'impasto quando ancora lo state lavorando. Quando è troppo appiccicoso vuol dire che manca farina, quando appare troppo secco e tendente a sbriciolarsi significa che manca acqua. Inoltre, bisogna impastare il più a lungo possibile, perché solo in questo modo il pane riuscirà bene.

Più Popolare

Ma quale farina scegliere per il nostro pane casalingo? Potete provare a farla tritando personalmente dei chicchi di grano con l'ausilio di un mulinetto elettrico o di un robot da cucina, oppure affidarvi a quelle – ottime – macinate a pietra. In questo modo sarete sicuri di utilizzare alimenti genuini, non raffinati eccessivamente e coadiuvati da additivi di dubbia reputazione.

Se invece preferite affidarvi a farine tradizionali, acquistabili con comodità in un comune supermercato o negozio di alimentari, ricordate che quelle che garantiscono la riuscita migliore dal punto di vista della lievitazione dell'impasto sono quelle che contengono più glutine, in particolare la classica farina di frumento, che può essere utilizzata anche nelle versioni semi-integrale o interamente integrale, più leggere.

Si possono anche abbinare alla farina madre altri tipi di farina meno forti, come piccole quantità di farina di riso o di farro ed esistono anche varietà di farine senza glutine, specifiche per i celiaci.

Veniamo ora alla scelta del lievito. L'impasto deve lievitare al punto giusto affinché il pane abbia la consistenza e l'aspetto migliore, ma soprattutto perché non esca fuori troppo duro, o eccessivamente gommoso. Per raggiungere il risultato si possono utilizzare diverse strade. La prima è quella di utilizzare un comune lievito di birra, con cui far lievitare il vostro pane fino a 3 ore. La seconda è quella di utilizzare la pasta madre, con tempi di lievitazione che possono salire in questo caso fino a 12 ore.

I diversi tipi di lievito vanno aggiunti all'impasto nelle ultime fasi di lavorazione, poi lo stesso va lasciato in un contenitore ricoperto da un panno inumidito, in un luogo tiepido e al riparo da correnti d'aria, a temperatura costante. Tenete sempre d'occhio i tempi di lievitazione indicati.

Una volta cresciuto, l'impasto va infornato. La temperatura di cottura di un pane fatto in casa deve essere di 180 gradi, ma il forno stesso deve essere preriscaldato, con una temperatura ad inizio cottura già di 200-220 gradi, in modo che il pane possa formare la sua crosta esterno. Se state cuocendo panini piccoli, vanno riposti nel piano più basso del forno per 5 minuti, poi la temperatura va abbassata a 180 gradi per altri 5 minuti. A questo punto i panini vanno tenuti sul ripiano intermedio per 10 minuti, poi passati in quello più alto per altri 5 minuti.

Se invece state preparando una pagnotta più grande, va tenuta nel ripiano più basso per 5 minuti, poi altri 10 minuti con temperatura a 180 gradi, quindi passata per 15 minuti nel ripiano intermedio e infine per 5 minuti nel ripiano più alto. Solo in questo modo l'aspetto del vostro pane sarà il più possibile simile a quello che acquistate dal panettiere, con mollica e crosta ben definite. A questo punto il pane è quasi pronto. Lasciatelo raffreddare per un po' su una griglia rialzata e... buon appetito.

More from Gioia!:
Cucina
CONDIVIDI
Nel frigorifero di 40 tra i top chef d'Europa e sentirsi subito molto meno in colpa
Apriamo i frigo dei cuochi super star per vedere come nascono le loro ricette stellate
torta-triplo-cioccolato-vanilla-bakery-ricetta
Cucina
CONDIVIDI
La ricetta della torta triplo cioccolato è la gioia assoluta! E a Natale vale doppio ops triplo
Panettone o Pandoro? Il problema non si pone: cioccolato! Il dolce di Vanilla Bakery che mette d'accordo tutti, a Natale e non solo
Cannavacciulo bistrot Torino
Cucina
CONDIVIDI
Cannavacciuolo, i Nas e l'asterisco mancato che rischia di mettere in discussione le sue stelle (ps: ma siamo seri?)
Applicazione troppo rigida delle regole? La verità su quello che è successo tra i Nas e lo Chef accusato di frode in commercio
Idee regalo Natale tavola gourmet
Cucina
CONDIVIDI
Foodie alert: 43 idee regalo per un Natale da gourmet
Pacchetti golosi, pensierini fai-da-te e accessori per la casa da mettere in tavolo o sotto l'albero
Cucina
CONDIVIDI
Sweet means sugar… OR NOT
Intervista a Marco Ambrosino, chef del ristorante-bistrot di cucina contemporanea 28posti, a Milano. Che ci racconta di sé, delle sue...
Cucina
CONDIVIDI
Per tutti quelli che si sentono chef dentro, il regalo di Natale top è un libro di cucina
Dalle ricette per vegani al manuale per i fan del pane, dal volume del mega chef a quello per bambini, 18 novità per il Natale
Come fare la cioccolata calda fatta in casa con il vino rosso
Cucina
CONDIVIDI
La cioccolata calda con il vino rosso è la svolta o un buco nell'acqua?
La ricetta della cioccolata fatta in casa più originale (e indimenticabile) che tu abbia mai assaggiato
Cucina
CONDIVIDI
Cosa mangia la Royal Family tutti i santi giorni, pranzo di Natale compreso?
Il menu di Palazzo tra ingredienti organici e dieta rigorosissima
Cucina
CONDIVIDI
Sono almeno 5 i piatti che non andrebbero mai e poi mai ordinati al ristorante. Parola di chef
Secondo alcuni chef ci sono dei piatti che per nessun motivo andrebbero ordinati nei ristoranti. I motivi? Parecchi...
Cucina
CONDIVIDI
È tutto vero: esiste un avocado senza nocciolo e si può mangiare tutto, buccia compresa
La prima varietà di avocado senza semi in arrivo. Più costosi? Assolutamente no.