Sono almeno 5 i piatti che non andrebbero mai e poi mai ordinati al ristorante. Parola di chef

Secondo alcuni chef ci sono dei piatti che per nessun motivo andrebbero ordinati nei ristoranti. I motivi? Parecchi...

Più Popolare

Alcuni piatti al ristorante non vanno ordinati. Almeno così dice il senso comune. Le polpette, per esempio: ci sono storie e storie su come vengano realizzate le polpette di carne nei ristoranti e tutte le versioni sono poco appetibili, diciamo così. I conigli, poi, tassativamente vietati perché, a quanto sembra nel piatto potresti trovare un gatto. E pure i fritti, se il ristorante non è di ottima qualità, sarebbero da evitare perché potrebbero essere stati preparati in olio usato e riusato. Verità o semplici leggende metropolitane? Il confine è molto labile. Tuttavia degli chef e gastronomi famosi mettono in guardia dall'ordinare alcuni cibi al ristorante.

Advertisement - Continue Reading Below

Secondo James Briscione, direttore del Culinary Research dell'Institute of Culinary Education di New York, è meglio non chiedere mai la carne ben cotta perché a nessun cuoco piace cucinarla. E spiega: "In genere per la carne ben cotta vengono usati i pezzi meno pregiati, quelli troppo sottili o troppo duri". Briscione, inoltre, consiglia di evitare qualunque piatto che usi olio di tartufo. Il motivo? L'olio di tartufo solitamente… non contiene tartufi! È prodotto con sostanze chimiche di vario tipo. Tuttavia il solo fatto che sul menù ci sia la parolina "tartufo" fa lievitare di molto il prezzo. Se poi siete all'estero, negli USA soprattutto, non ordinate gli hamburger alla moda. Costano tanto, a volte tantissimo perché sono alla moda, appunto, ma, di fatto non sono niente di che.

Più Popolare

Una trattazione a parte meritano le cozze. Mary Dumont, chef e proprietaria del Cultivar di Boston, afferma che non le ordina mai al ristorante. E le fa eco il celebre chef Antony Bourdain che nel suo libro Kitchen confidential. Avventure gastronomiche a New York sostiene di ordinare le cozze in un ristorante solo se conosce personalmente lo chef.

A proposito di pesce, non ordinate mai la specialità della casa, soprattutto se è lunedì! È assai probabile che il pesce usato non sia freschissimo, visto che gli ordini si fanno soprattutto per il week-end. Per Silvia Barban, executive chef di Aita e LaRina, alcuni ristoranti usano la "specialità della casa", sia di pesce che di carne, per svuotare il frigo! Insomma, succede un po' come racconta Vamba ne Il giornalino di Gian Burrasca a proposito della "minestra di magro alla casalinga del venerdì" che tanto piaceva ai ragazzi, realizzata con l'acqua in cui erano stati lavati i piatti dell'intera settimana: "In questa caldaia si comincia a rigovernar la domenica e si dura fino al giovedì, sempre nella medesima acqua; e capirai bene che quando si arriva al venerdì l'acqua non è più acqua, ma è un brodo da leccarsi i baffi...".

More from Gioia!:
Cucina
CONDIVIDI
Sweet means sugar… OR NOT
Intervista a Marco Ambrosino, chef del ristorante-bistrot di cucina contemporanea 28posti, a Milano. Che ci racconta di sé, delle sue...
Cucina
CONDIVIDI
Per tutti quelli che si sentono chef dentro, il regalo di Natale top è un libro di cucina
Dalle ricette per vegani al manuale per i fan del pane, dal volume del mega chef a quello per bambini, 18 novità per il Natale
Come fare la cioccolata calda fatta in casa con il vino rosso
Cucina
CONDIVIDI
La cioccolata calda con il vino rosso è la svolta o un buco nell'acqua?
La ricetta della cioccolata fatta in casa più originale (e indimenticabile) che tu abbia mai assaggiato
Cucina
CONDIVIDI
Cosa mangia la Royal Family tutti i santi giorni, pranzo di Natale compreso?
Il menu di Palazzo tra ingredienti organici e dieta rigorosissima
Cucina
CONDIVIDI
È tutto vero: esiste un avocado senza nocciolo e si può mangiare tutto, buccia compresa
La prima varietà di avocado senza semi in arrivo. Più costosi? Assolutamente no.
Cucina
CONDIVIDI
Dove mangiare i 10 risotti più buoni (ma veramente più buoni) d'Italia
Per molti il risotto è il comfort food per eccellenza ma per mangiarlo bene al ristorante ci vuole il lanternino o aver letto questa lista
Cucina
CONDIVIDI
Ci sono 5 modi infallibili per riconoscere il vero panettone artigianale
Sai come individuare al primo sguardo (e al primo morso) un panettone artigianale fatto a regola d'arte?
Cucina
CONDIVIDI
Cenone di Capodanno dall'antipasto al dolce, ricette semplici per una cena al top
4 ricette perfette per un cenone indimenticabile. Parola d'ordine: tradizione
Cucina
CONDIVIDI
Non è inverno senza cioccolata calda e cremosa fatta in casa. Mmmm
La cioccolata calda perfetta in 5 versioni per tutti i gusti (anche light o senza latte)
Cucina
CONDIVIDI
La semplicissima ricetta degli struffoli, i dolci di Natale più antichi e buoni del mondo
Bonbon ricoperti di miele e frutta candita, delizie da gustare durante tutte le feste