Eros: 5 cose da provare a letto con un uomo imbranato

5 sex toy che non sapevi di avere in casa, utili per trasformare un uomo maldestro o distratto in un amante perfetto

C'è una cosa che a un partner maschile non si può dire, mai e per nessun motivo: che a letto è una frana. Perfino l'uomo più disponibile e dolce del Pianeta, infatti, non prenderebbe bene una critica esplicita diretta contro la sua ars amatoria, soprattutto se fatta dalla donna con cui condivide l'intimità. «Gli uomini hanno bisogno di rassicurazioni costanti sulla propria sessualità», spiega il professor Emmanuele A. Jannini, presidente della Società italiana di Andrologia e Medicina della sessualità e titolare della cattedra di Endocrinologia e medicina della sessualità Tor Vergata, Roma. d'accordo, ma c'è il modo per uscire dall'impasse in modo intelligente e, soprattutto, silenzioso, eppure capace di far sentire lui più incoraggiato e valorizzato, anziché messo sotto esame? Per spingere un partner un po' maldestro, timido, monotono o troppo concentrato su se stesso a cambiare approccio senza farlo entrare in crisi è più utile sfoderare la strategia e proporre situazioni nuove che possano aiutare entrambi ad ampliare i propri orizzonti. Tante parole non servono. Basta mixare un po' di fantasia a 5 oggetti di uso comune che, proposti e utlizzati in coppia nel modo giusto, possono assumere una valenza erotica altissima. Eccoli, con tanto di manuale d'istruzioni hot.

Advertisement - Continue Reading Below

Un cuscino, per chiedergli quello che vuoi

È forse l'oggetto più facile da trovare in camera da letto: un cuscino confortevole. Può diventare un sex toy insostituibile quando ci si ritrova sul materasso assieme a un Mister Noiosino che insiste per incanalare tutta la sua energia erotica nella posizione del Missionario. «Per non subire la situazione, ma trasformarla in opportunità, la partner può appoggiare un cuscino sotto la propria zona lombare: lo spessore dell'imbottitura solleverà il bacino femminile quanto basta per modificare l'angolo della penetrazione e "costringere" il pene a stimolare la parete vaginale anteriore, dove risiede il Cuv, cioè il complesso clitoro-uretro-vaginale, comunemente chiamato punto G e fonte, per molte donne, di orgasmi molto intensi o, comunque, di sensazioni molto gradevoli», spiega il professor Jannini. In seguito, il cuscino potrà diventare il trampolino di lancio per suggerire a lui nuove posizioni, come la variante a pancia in giù, che può rivelarsi più o meno efficace per stimolare il Cuv in base al tipo di curvatura che presenta il pene del partner. Un innocente: «Tesoro, così ti sento ancora di più» completerà l'opera di rassicurazione/trasformazione, aprendo la strade alla novità.

Una piuma, per allargare i suoi orizzonti

Per alcuni uomini, le carezze sono un optional. Molti si limitano a passate di mano frettolose o a massaggi più indicati a uno spogliatoio sportivo che all'atmosfera languida di un boudoir. In realtà è perché, quando sono a letto con una donna, vivono i preliminari esclusivamente come lo step necessario per passare alla fase P (come penetrazione). «Non dimentichiamo che l'uomo nasce genitocentrico, cioè caratterizzato da una sessualità che si concentra principalmente sui genitali», conferma il sessuologo. «Le donne, invece, hanno chiarissimo da sempre che la pelle è il nostro organo sessuale più esteso. E che gli sfioramenti delicati e leggeri sono afrodisiaci molto potenti». Un buon sistema per rieducare alla dolcezza anche il partner più riottoso? Fargli provare il piacere di una piuma fatta scorrere sulla schiena, sulle braccia, sul collo… «Rispetto alle mani, la piuma assicura un tocco molto più delicato sulla pelle, perché non preme così tanto da attivare i recettori pressori, ma si limita a sollecitare quelli presenti nei follicoli piliferi, cioè i responsabili dei brividi, per capirci. L'effetto è una sensazione intensa, piacevolissima, che predispone a una certa effervescenza ormonale. Lo step successivo è passare la palla (ooops, la piuma) a lui, lasciandogli scoprire gli effetti che i preliminari giusti e ben dosati possono avere sul corpo e sull'eccitazione femminile.

Uno specchio, per scrollarlo dalla passività

Chi cerca un modo infallibile per riaccendere la sessualità di un uomo un po' stanco e poco partecipe può puntare su uno dei fattori clou dell'eccitazione maschile: la vista. No, niente spogliarello improvvisato (che se una non è più che brava e convinta, rischia di trasformare il momento in una gag imbarazzante). Casomai si può appendere un bello specchio in camera. È un elemento intrigante, che enfatizza e raddoppia il segnale visivo. Non a caso, gli specchi erano presenti nei bordelli e lo sono in diversi motel, come gadget piccanti a disposizione delle coppie. L'effetto è dirompente. Guardare la propria immagine riflessa mentre si fa l'amore può tirare fuori anche nei più timidi una componente narcisistica che spinge a osare un po' di più. Lui può sperimentarsi nell'insolito, galvanizzante ruolo di "attore" hot, e lei visualizzare, come in un reality, i gesti che sottolineano il suo sex appeal, sentendosi più rassicurata sule proprie capacità seduttive. Il consiglio? Appendere un grande specchio sulla parete accanto al materasso per un effetto intenso e modulabile, sopra al letto per una visuale d'insieme soft, che dà la stessa sensazione di guardare un film.

Advertisement - Continue Reading Below

Una mascherina nera, per esplorare nuove sensazioni

Proprio perché la sessualità maschile è molto visiva, rischia di focalizzarsi solo su alcuni dettagli, trascurandone altri. Il gioco, in questo caso, può prevedere l'uso di una semplicissima mascherina nera, da utilizzare come benda. Serve per aiutare lui a "spegnere la telecamera", ossia la vista, e a riaccende gli altri sensi. Quando gli occhi sono chiusi, infatti, si verifica l'aumento immediato delle sensazioni tattili e uditive, che di solito hanno bisogno di una certa soglia di attenzione per essere percepite. In questo modo si rende possibile, per se stesse e per il partner, tutta una nuova, più ampia gamma di sensazioni e di giochi. Non poter vedere quello che l'altro fa o sta per fare scatena un senso di aspettativa e sorpresa misto a eccitazione. E, soprattutto, fa decollare la fantasia…

La sua cravatta, per costringerlo a sbilanciarsi

Capita che non tutti gli uomini, a letto, siano disinvolti. Capita anche che tendano a ripetere gesti routinari, specie nella fase dei preliminari, con lo scopo inconsapevole di sentirsi rassicurati. La soluzione potrebbe essere… la sua cravatta (ma anche una sciarpa di seta), da utilizzare per prendere insieme un po' di confidenza con i rudimenti del bondage. Niente di difficile o di pericoloso, ma solo il piacere, complice e condiviso, di farsi legare da lui (in modo blando, per carità!) i polsi o le caviglie per poi, semplicemente, lasciarsi andare. Il mantra in questo caso è: «Mi fido di te e del piacere che mi dai. Puoi farmi quello che vuoi». Vincolare l'altra persona, spiega il professor Jannini, pone un forte accento sulla fiducia reciproca e fa sentire più desiderati. Senza contare che, per un uomo, prendersi cura di una partner che interpreta un ruolo "passivo" è molto rassicurante. Rimette l'accento sul piacere, tutto maschile, della "preda" da conquistare e poi possedere, aiutando anche i più "bloccati" a tirare fuori il proprio lato istintivo: «Devo avere fiducia in lei/lui, ma anche in me stesso/a, nella mia capacità di abbandonarmi». Poi, ovviamente, si può proporre il contrario, cioè lei che immobilizza lui: l'alternanza dei ruoli è il segreto di molte coppie che praticano, molto felicemente, il bondage soft.

Diete
CONDIVIDI
Magra e in forma: il menu tipo della dieta di Kayla Itsines
Il suo stile di vita sano fa proseliti in tutto il mondo: ecco i segreti della dieta della personal trainer australiana
sma-le-cose-da-sapere-sulla-malattia-dello-spot-di-checco-zalone
Salute
CONDIVIDI
Sma: le cose da sapere sulla malattia dello spot di Checco Zalone
Lo spot di Checco Zalone porta l'attenzione del grande pubblico sulla Sma, una malattia terribile che colpisce soprattutto i bambini​
Esercizi bande elastiche
Fitness
CONDIVIDI
Una palestra in casa? Prova questi 3 esercizi con le bande elastiche
Con un solo attrezzo, le bande elastiche di resistenza, puoi allenare glutei, parte alta della schiena e busto, prova subito!
come-ottenere-il-meglio-dalla-meditazione
Emozioni
CONDIVIDI
6 consigli pratici per ottenere il meglio dalla meditazione​
Quando meditare, come meditare e dove: ecco i consigli molto concreti e semplici per ottimizzare la meditazione quotidiana
Fitness
CONDIVIDI
Vuoi diventare elastica come un gatto?
Fai come i felini: allunga i muscoli e mantieni il corpo tonico con lo stretching, un'attività fisica slow che è anche un favoloso antiage
ansia-da-stress-sintomi-cause-rimedi
Salute
CONDIVIDI
Ansia da stress: come sconfiggere le emozioni negative
L'ansia da stress rende la vita quotidiana più complicata: ma per combattere il nemico bisogna prima conoscerlo molto bene
depressione-stagionale-autunno-rimedi-sintomi
Emozioni
CONDIVIDI
Autumn blues, no grazie: 7 rimedi contro la tristezza autunnale
Con il cambio di stagione, la depressione autunnale è in agguato: ecco come combattere con successo malinconia e tristezza
hm-donne-ladylike-video-nuova-campagna
Emozioni
CONDIVIDI
Ladylike: H&M celebra tutti i modi di essere donna
Con la nuova campagna per l'autunno H&M distrugge gli stereotipi e ridefinisce la parola "femminilità"
gratitudine
Emozioni
CONDIVIDI
6 buoni motivi per imparare a dire grazie
Saper esprimere gratitudine migliora la qualità della nostra vita, ridà speranza e ottimismo anche nei momenti difficili​
fertility-day-gioia-lorenzin
Salute
CONDIVIDI
Fertility Day: 14 domande a Beatrice Lorenzin
Botta e risposta tra le lettrici di Gioia! e il ministro sulla campagna della discordia ma anche su bonus bebè, mamme single, educazione...