Perché dovresti avere in casa la stevia dolcificante: tutto ciò che c'è da sapere

Tutto quello che c'è da sapere sulla stevia, tra i dolcificanti naturali che si possono usare al posto dello zucchero

Più Popolare

Se sei alla ricerca di un dolcificante naturale alternativo allo zucchero ti sarai sicuramente imbattuta nella stevia, una pianta che pian piano si sta ritagliando un ruolo di tutto rispetto, tanto che persino alcune famose aziende produttrici di bibite e bevande hanno deciso di utilizzarla all'interno dei loro prodotti. Ma di cosa si tratta nello specifico?

Advertisement - Continue Reading Below

Dolcificante a base di foglie di stevia, proprietà e origini

La stevia è una pianta erbacea originaria del Sudamerica, e più precisamente del Paraguay e del Brasile, e i popoli della zona la utilizzano da millenni per il potere dolcificante delle sue foglie ma anche per le sue proprietà antiossidanti, antibatteriche e anti infiammatorie. Aiuta anche a ridurre l'acidità di stomaco e previene l'innalzamento della pressione sanguigna, inoltre contiene sali minerali come ferro e manganese e flavonoidi, che contrastano l'azione dei radicali liberi (che sono responsabili dell'invecchiamento) e non contenendo zucchero non può provocare la carie e altri problemi ai denti.

Più Popolare

In commercio la stevia si può trovare sotto forma di gocce, dolcificante liquido, foglie vere e proprie, estratto di foglie e compresse da sciogliere nel caffè o nelle altre bevande. Si può usare anche in gravidanza, e dato che non alza l'indice glicemico, possono assumerla anche le persone che soffrono di diabete o devono tenere sotto controllo la glicemia. Ma la stevia ha anche un'ulteriore particolarità rispetto ad altri dolcificanti: resistendo alle alte temperature e mantenendo intatte tutte le sue caratteristiche può essere utilizzata per la preparazione di prodotti da forno.

Dolcificante stevia: valori nutrizionali

Se prendiamo 100 grammi di stevia ecco la grande sorpresa: contiene 0 calorie. Hai capito proprio bene, zero. Stesso quantitativo per proteine, grassi, sodio e fibre. Al suo interno ci sono 95 grammi di carboidati e 95 grammi di zuccheri. Come sapore è più dolce dello zucchero tradizionale per cui può essere consumata tranquillamente nell'ambito di un regime dietetico ipocalorico.

Effetti collaterali e controindicazioni

In seguito ad alcuni studi effettuati sulla stevia usata come dolcificante non sono emersi particolari effetti collaterali o controindicazioni tanto che dal 2008 l'ente statunitense Fda-Food and Drug Administration ha dichiarato sicuro il suo uso e dal 2010 anche l'Unione Europea ha dato il suo via libera. Bisogna però comunque attenersi alle dosi giornaliere, ovvero 4 mg per ogni kg di peso corporeo, per evitare effetti lassativi.

More from Gioia!:
Salute
CONDIVIDI
Se hai carenza di potassio puoi aiutarti con questi 10 alimenti
Il potassio è una sostanza importantissima per il nostro organismo: attenzione alla carenza, ma anche all'eccesso
Semi di zucca, calorie
Salute
CONDIVIDI
Perché i semi di zucca non dovrebbero mai mancare sulla tua tavola
Scopri quali sono le proprietà dei semi di zucca per il benessere del tuo organismo
Aceto di mele, proprietà
Salute
CONDIVIDI
Perché l'aceto di mele fa bene
Scopri come usarlo anche nella tua beauty routine, per il benessere di pelle e capelli
Salute
CONDIVIDI
Cos'è la fibromialgia, la malattia di Lady Gaga
La popstar ha parlato spesso di questo disturbo, ancora poco conosciuto e difficile da diagnosticare
Donna che dorme
Salute
CONDIVIDI
Quanto devi dormire per stare bene? Lo dice la tua età
Quante sono le ore di sonno necessarie per età? Una tabella aiuta a capire quante ore dormire ogni notte per stare bene
Salute
CONDIVIDI
Mangiare cioccolato fa bene al cervello
Oh, questa sì che è una buona notizia (e la ricerca è made in Italy)
Attività rilassanti
Salute
CONDIVIDI
8 attività da provare contro lo stress
Se lo yoga e la meditazione proprio non fanno per te puoi provare una di queste attività, per allontanare lo stress anche in modo creativo
Salute
CONDIVIDI
Placenta accreta: cos'è il disturbo che ha colpito (anche) Kim Kardashian
Scopri cos'è la placenta accreta, quali sono i sintomi e cosa si può fare quando viene diagnosticata
Salute
CONDIVIDI
C'è un'età ben precisa in cui si inizia a odiare il proprio lavoro (e ben 3 motivi per cui succede)
Hai già raggiunto il giro di boa?
Salute
CONDIVIDI
Che cos'è l'iperemesi gravidica?
La duchessa di Cambridge, nuovamente in dolce attesa, deve di nuovo fare i conti con un fastidioso disturbo: di cosa si tratta?