La frutta di stagione di primavera da mettere nel piatto

​Mette allegria ed è un concentrato di vitamine e sali minerali: scopri la frutta di primavera che non può mancare nella tua dieta

Frutta di stagione primavera detox

La frutta di stagione in primavera è una gioia per gli occhi: colora le tavole, mette di buon umore e ha una funzione detossinante sull'organismo. È ricca di vitamine e sali minerali ed è consigliata come spezza fame se seguite una dieta ipocalorica. Attenzione a non esagerare con il consumo di frutta la sera: per quanto povera di calorie contiene zuccheri, che andrebbero ad accumularsi nei punti critici.


Se di giorno ti manca il tempo anche solo per sbucciare una mela, punta su centrifugati di frutta fresca e acqua. Nessuna aggiunta di zucchero o miele, al massimo è concesso un goccio di latte fresco. Importante anche la qualità della frutta: sceglila made in Italy, meglio ancora se a chilometro zero o bio. Farai un favore all'ambiente e al tuo benessere.

Advertisement - Continue Reading Below

1 Frutta di stagione di primavera: le albicocche

Maggio è il mese delle albicocche, che ci accompagnano poi per tutta l'estate. Ricche di vitamina A e C, sono anche una fonte preziosissima di sali minerali, come il calcio, il ferro, il potassio, fosforo e sodio. Con il vantaggio ulteriore di avere pochissime calorie e di essere il frutto perfetto da mangiare fuori casa: comodo e pratico.

2 Frutta di stagione di primavera: le ciliegie

Quando le prime ciliegie compaiono sulle nostre tavole è una festa: danno colore alla tavola, sono irresistibili e hanno poche calorie. Un peccato di gola a cui non si può rinunciare. Contengono inoltre vitamina A, C e B, sono ricche di ferro, calcio, magnesio, potassio e zolfo e sono una fonte preziosa di melatonina naturale, quindi fungono da regolatore naturale del sonno. Si dice che una ciliegia tiri l'altra e che se mangiate in grandi quantità facciano venire il mal di pancia: in parte è vero, ma solo perché sono un frutto diuretico e leggermente lassativo.

Advertisement - Continue Reading Below

3 Frutta di stagione di primavera: le fragole

La fragola è uno dei frutti più amati e utilizzati in cucina: piace a tutti, grandi e piccini. È ricca di vitamina C, ferro, magnesio, calcio e fosforo e ha una funzione depurativa sull'organismo. Come le ciliegie, le fragole sono leggermente lassative, quindi è bene non esagerare col consumo di questo frutto.

4 Frutta di stagione di primavera: i frutti di bosco

I frutti di bosco sono frutti tardivi di primavera: compaiono sulle nostre tavole a giugno e abbondano poi per tutta l'estate. I benefici di lamponi, more e mirtilli sono molteplici: abbassano il colesterolo, combattono i radicali liberi, prevengono le infezioni urinarie (in particolare i mirtilli rossi), fungono da regolatori di pressione e contengono acido folico. Contengono poche calorie e sono ideali per le diete ipocaloriche.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Frutta di stagione di primavera: i kiwi

I kiwi sono frutti preziosi per la salute dell'organismo: come gli agrumi contengono molta vitamina C, aiutano a rafforzare le difese immunitarie e combattono i radicali liberi. Sono un toccasana per chi ha problemi di circolazione alle gambe, favoriscono la diuresi e hanno un'azione depurativa.

6 Frutta di stagione di primavera: le mele

Le mele sono frutti presenti tutto l'anno, ma le loro proprietà sono preziose specie in primavera, quando il corpo ha bisogno di un'azione detossinante: la pectina presente in questo frutto è in grado di depurare l'organismo da sostanze tossiche, smog incluso. Senza contare che contiene pochissime calorie e riduce la glicemia, quindi è consigliato a chi è perennemente a dieta.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Frutta di stagione di primavera: le nespole

Le nespole sono costituite principalmente da acqua e contengono poche calorie. Sono ricche di vitamina C e hanno un effetto diuretico sull'organismo: il frutto detox perfetto per la primavera.

8 Frutta di stagione di primavera: le pesche

Oltre ad avere una polpa succosa e gustosa, le pesche hanno proprietà benefiche indiscutibili: sono diuretiche e depurative (sono composte per lo più da acqua e fibre), contengono vitamine A, B, C e potassio e aiutano a combattere i radicali liberi. Attenzione alle pesche sciroppate: sono ricche di zuccheri, quindi sconsigliate per chi è a dieta.

More from Gioia!:
Salute
CONDIVIDI
Sai come calcolare il tuo periodo fertile?
Tutto quello che devi sapere sul tuo ciclo mestruale per individuare il periodo fertile e il momento dell'ovulazione
Salute
CONDIVIDI
Quanta acqua dovresti bere ogni giorno?
La quantità ideale varia da persona a persona e dipende da una serie di fattori, come lo stile di vita e il peso corporeo
Salute
CONDIVIDI
8 dritte per ritrovare il sonno se non riesci a chiudere occhio
Se addormentarsi è diventato più un ostacolo che un piacere, gli esperti hanno i consigli giusti: spegni il telefono, prima di tutto
Salute
CONDIVIDI
Perché il mare è la migliore delle medicine?
La scienza ha scoperto che il mare curerebbe almeno 16 malattie: dalle allergie respiratorie alla depressione
Salute
CONDIVIDI
Ma come sono fatti gli assorbenti interni?
Tra bufale e verità, abbiamo sentito sempre tante cose sui tamponi: cerchiamo di fare un po' di chiarezza
Salute
CONDIVIDI
5 piante e fiori che ti aiutano a dormire meglio
Sono belle da vedere e in più purificano, distendono, rilassano che è un piacere
Salute
CONDIVIDI
Gambe pesanti? 7 rimedi fai da te per combatterle
Dall'abbigliamento giusto alle tisane, tutto ciò che dovresti fare per sentirti subito più leggera
Salute
CONDIVIDI
La birra è meglio di un analgesico?
Se hai mal di testa, forse una bella bionda può fare qualcosa
Salute
CONDIVIDI
6 motivi per cui il tea tree oil è indispensabile
Arriva dall'Australia: gli aborigeni lo usano da millenni perché è ricco di proprietà (e può cambiarti la vita)
celiachia sintomi segnali
Salute
CONDIVIDI
Perché mangiare senza glutine non ti farà dimagrire
Occhio ai falsi miti, la dieta gluten free non serve per per mangiare più sano: con l'eccezione di chi ha la celiachia