Il manifesto sulla salute della donna per la medicina di genere

L'Osservatorio nazionale sulla salute della donna ha stilato un vademecum in 12 punti per promuovere la medicina di genere

L'Osservatorio nazionale sulla salute della donna ha messo a punto un Manifesto in 12 punti finalizzato alla tutela della salute della donna nelle varie fasce d'età, da perseguire nel triennio 2016-2018, e sottoscritto da istituzioni, società scientifiche e associazioni di pazienti. Eccolo.

Advertisement - Continue Reading Below

1 Potenziare la rete degli ospedali con i Bollini Rosa

Le donne nel nostro Paese vivono più a lungo degli uomini, si ammalano di più e consumano più farmaci. Tuttavia, a dispetto delle statistiche, le strutture ospedaliere hanno ancora una connotazione prettamente maschile e ciò si traduce in uno svantaggio nell'approccio alla diagnosi e alla cura. L'obiettivo di miglioramento è potenziare la rete degli ospedali con i Bollini Rosa, ovvero centri premiati per la loro attenzione alle esigenze delle pazienti.

2 Garantire la sicurezza nei punti nascita

In Italia, il 10 per cento dei parti avviene in strutture dove non c'è la presenza 24 ore su 24 dell'anestesista e del pediatra, oltre al ginecologo. L'assenza di queste figure professionali può causare danni irreparabili al neonato e alla madre. L'obiettivo è quello di aumentare progressivamente il numero di parti in luoghi sicuri su tutto il territorio nazionale.

3 Incentivare la salute sessuale e riproduttiva

L'Italia è priva di un programma di educazione sessuale. È l'ultima in Europa per l'uso dei contraccettivi ormonali (16 per cento delle donne). Da noi il 42 per cento delle under 25 non usa alcun metodo contraccettivo durante la "prima volta". Una gravidanza su cinque è indesiderata e sono in crescita le malattie a trasmissione sessuale. Obiettivo: aumentare la qualità dell'informazione per consentire a tutte le donne di pianificare una gravidanza desiderata, di prevenire e curare infertilità e infezioni a trasmissione sessuale, vivere una sessualità sana e soddisfacente.

Advertisement - Continue Reading Below

4 Ridurre la mortalità femminile per patologie cardio-vascolari

Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di mortalità in Europa (51 per cento dei decessi femmnili, 42 per cento dei decessi maschili). In particolare, le donne muoiono molto di più a causa di queste patologie che per colpa di tutti i tumori, compreso quello del seno. L'obiettivo è riuscire a sensibilizzare la popolazione femminile su queste tematiche visto che la percezione del rischio è decisamente bassa: spessissimo le donne hanno sintomi cardiaci atipici che sottovalutano, rendendo più difficile una diagnosi efficace e tempestiva.

5 Combattere la depressione

Diversi studi epidemiologici mostrano che questo disturbo colpisce tra il 5 e il 10 per cento della popolazione generale (tra 2,5 e 5 milioni di persone). Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, le donne sono due volte più colpite rispetto agli uomini, soprattutto in certe fasi cruciali della vita (periodo premestruale, gravidanza, menopausa, età avanzata). L'obiettivo è potenziare la ricerca in questo campo e stimolare un avvicinamento precoce alle cure.

6 Lottare per ridurre i tumori femminili

Il cancro è la seconda causa di morte tra le donne dopo le malattie cardiovascolari (quasi il 30 per cento delle diagnosi tumorali sono legate al seno; al secondo posto i tumori del colon retto, seguiti da quelli di polmone, stomaco e corpo dell'utero). L'obiettivo è promuovere programmi di screening e vaccinazione, divulgare le misure preventive (stile di vita, fumo, dieta, esercizio fisico, peso corporeo e controllo dell'obesità) e incentivare la ricerca in campo oncologico.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Ridurre obesità e sovrappeso

Obesità e sovrappeso colpiscono, rispettivamente, il 39 e il 10 per cento delle italiane e sono fattori di rischio per molte malattie. L'obiettivo è diffondere a livello nazionale linee guida, supportate da evidenze scientifiche e condivise dalla comunità scientifica, che suggeriscano modelli alimentari adeguati e consentano un miglioramento generale dello stile di vita.

8 Contrastare il dolore cronico

Il dolore cronico affligge circa 13 milioni di italiani, la maggior parte dei quali sono donne. Si tratta di un importante problema sanitario che ha conseguenze invalidanti di tipo fisico, psico-emozionale e socio-relazionale. L'obiettivo è promuovere studi che permettano di raccogliere dati sulla prevalenza del dolore nella popolazione femminile rispetto a quella maschile e sull'influenza del sesso nel determinare la risposta ai farmaci.

9 Migliorare la qualità di vita delle donne affette da patologie immuno-reumatiche

Molte donne in età fertile sono affette da patologie infiammatorie croniche, legate a malattie su base autoimmune, che condizionano negativamente sia il ruolo materno sia l'attività lavorativa. L'obiettivo è aumentare la consapevolezza della popolazione riguardo a queste problematiche, identificando possibili servizi sociali di sostegno e aiuto.

Advertisement - Continue Reading Below

10 Prevenire il decadimento patologico cognitivo

Le demenze, definite dall'Organizzazione mondiale della sanità, "una priorità mondiale di salute pubblica", sono in aumento nella popolazione generale: affliggono circa un milione di italiani, con lieve prevalenza nelle donne. L'obiettivo è incentivare la ricerca nel campo delle neuroscienze per individuare efficaci misure di prevenzione del decadimento cognitivo e di diagnosi precoce delle malattie neuro-degenerative.

Fitness
CONDIVIDI
Vuoi diventare elastica come un gatto?
Fai come i felini: allunga i muscoli e mantieni il corpo tonico con lo stretching, un'attività fisica slow che è anche un favoloso antiage
ansia-da-stress-sintomi-cause-rimedi
Salute
CONDIVIDI
Ansia da stress: come sconfiggere le emozioni negative
L'ansia da stress rende la vita quotidiana più complicata: ma per combattere il nemico bisogna prima conoscerlo molto bene
depressione-stagionale-autunno-rimedi-sintomi
Emozioni
CONDIVIDI
Autumn blues, no grazie: 7 rimedi contro la tristezza autunnale
Con il cambio di stagione, la depressione autunnale è in agguato: ecco come combattere con successo malinconia e tristezza
hm-donne-ladylike-video-nuova-campagna
Emozioni
CONDIVIDI
Ladylike: H&M celebra tutti i modi di essere donna
Con la nuova campagna per l'autunno H&M distrugge gli stereotipi e ridefinisce la parola "femminilità"
gratitudine
Emozioni
CONDIVIDI
6 buoni motivi per imparare a dire grazie
Saper esprimere gratitudine migliora la qualità della nostra vita, ridà speranza e ottimismo anche nei momenti difficili​
fertility-day-gioia-lorenzin
Salute
CONDIVIDI
Fertility Day: 14 domande a Beatrice Lorenzin
Botta e risposta tra le lettrici di Gioia! e il ministro sulla campagna della discordia ma anche su bonus bebè, mamme single, educazione...
Salute
CONDIVIDI
Respira: ti fa bene
Scopri le tecniche di respirazione che impazzano in America: antiage, detox e contro gli effetti dello stress
lupus-malattia-selena-gomez-les-concerto
Salute
CONDIVIDI
Lupus, le cose da sapere sulla malattia di Selena Gomez
È una patologia autoimmune e cronica, che colpisce diversi organi e provoca depressione e attacchi di panico, ma si può tenere a bada​​
consigli-per-assumere-una-nuova-e-sana-abitudine
Emozioni
CONDIVIDI
7 consigli per assumere una nuova e sana abitudine
Mangiare in modo corretto, smettere di fumare, fare attività fisica, meditare​: non riesci a cambiare abitudini? Usa il metodo dei piccoli...
dieta-a-zona-come-dimagrire-ormoni
Diete
CONDIVIDI
Dieta a zona: come dimagrire sfruttando gli ormoni
Nonostante le critiche, la dieta a zona è tra le più amate e più semplici da seguire per perdere peso​​