Come risentirsi in forma dopo il parto: tutte le dritte

Hai partorito, sei tornata a casa e: sorpresa! L'immagine restituita dallo specchio non è quella che ti aspettavi, e il tuo guardaroba attuale non aiuta molto. Non disperarti, perché a tutto c'è una soluzione

Più Popolare

Chi ha affrontato lo specchio dopo un parto sa quanto è difficile constatare che l'addome non è piatto, che i jeans non si chiudono, che sono comparse le smagliature, etc.

La soluzione esiste. La maggior parte dei problemi estetici scomparirà presto. E quelli che persistono possono essere attenuati con dei piccoli accorgimenti.

La cosa importante è non chiuderti in te stessa. Esci di casa, parla con altre mamme, truccati, compra dei vestiti (i colori acidi rallegrano l'umore, il bianco illumina il viso), vai dal parrucchiere, agisci sui problemi di cui stiamo parlando e comincia a pensare positivo. L'obiettivo? Vederti bella.

Advertisement - Continue Reading Below

Macchie sul viso o cloasma

Se durante la gravidanza sono comparse delle macchie cutanee, dovete aspettarvi di averle ancora per sei settimane dopo il parto (anche se ci sono casi in cui persistono). Sono conosciute come cloasma o maschera della gravidanza. I cambiamenti metabolici e ormonali che si verificano durante la gestazione provocano l'iperpigmentazione della pelle del viso, che causa la comparsa di macchie brune sul naso, labbro superiore, zigomi, guance e fronte.

Più Popolare

Secondo Alvaro Bargues, fisioterapista specializzato in puerperio del Centro Valle 36 di Madrid, «In alcune donne le macchie rimangono, specialmente se hanno preso il sole senza protezione durante la gravidanza». Se prima non ti sei protetta con una crema idratante quotidiana con fattore di protezione superiore a 15, adesso è il momento di rimediare: usa uno schermo totale. Il sole non dovrebbe raggiungere il tuo volto. Chiedi in farmacia una crema colorata a schermo totale, che unifica il colore della pelle e la protegge dai raggi solari.

Per eliminare le macchie, esistono trattamenti sbiancanti efficaci, ma non usarli se stai allattando. «Tutti i prodotti che contengono componenti chimici sono sconsigliati durante l'allattamento», avverte il fisioterapista. Come rimedio casalingo, puoi applicare nella zona interessata uno yogurt naturale per 15 minuti: ti aiuterà.

Flaccidità di seno e pancia

Logicamente, sono le aree che hanno sofferto di più, con un aumento di peso e di volume. Per recuperare il tono dell'addome, utilizza prodotti rassodanti (a condizione che non stia allattando) e associali ad esercizi (naturalmente, dopo il puerperio e cominciando con quelli più leggeri).

Il ginecologo o uno specialista postpartum dovrebbe poi stabilire se l'area del perineo è tonica e spiegarti come allenarla (contraendo e rilassando più volte l'area) prima di iniziare qualsiasi altra attività fisica, in modo da evitare perdite d'urina.

Ritenzione idrica

Si tratta del gonfiore dei tessuti causata dal passaggio di liquidi dai vasi sanguigni allo spazio intercellulare. L'area in cui si manifesta più spesso è quella delle gambe. Dopo il parto, i liquidi vengono persi in 15-30 giorni, anche se l'allattamento al seno può lasciare qualche riserva che il corpo accumula per garantire l'alimentazione del bambino.

Anche se sembra una contraddizione, per combattere la ritenzione idrica è consigliabile bere più acqua e mangiare alimenti che favoriscano la sua eliminazione, come l'ananas. Inoltre, è necessario eseguire esercizi come questo: sdraiarsi sulla schiena con le gambe sollevate (poggiate su un cuscino) e disegnare cerchi con le punte dei piedi, prima a destra e poi a sinistra. Alternalo con quest'altro: spingi le punte dei piedi verso l'alto e rilassa; poi verso il basso.

Sotto la doccia puoi anche farti dei massaggi circolari e ascendenti con il getto d'acqua, in modo da favorire la circolazione. Alterna acqua calda e fredda (tre minuti ciascuna). Anche i massaggi con gel freddo aiutano ad attivare la circolazione, ma assicurarti che possano essere utilizzati durante

More from Gioia!:
Salute
CONDIVIDI
Dismorfofobia: cos'è il disturbo di Kim?
Non è semplice insicurezza: ecco cosa succede quando l'aspetto fisico diventa un'ossessione
Salute
CONDIVIDI
La pulizia dell'ambiente in cui vive tuo figlio è fondamentale: 12 mosse per farlo crescere in salute
L'igiene dei bambini è molto importante: mantenere lo spazio di tuo figlio pulito e libero dai germi eviterà che prenda infezioni
Test intolleranze alimentari
Salute
CONDIVIDI
Tutto quello che c'è da sapere sui test per le intolleranze alimentari
Scopri quali sono i test per le intolleranze alimentari più attendibili e in cosa consistono
Salute
CONDIVIDI
Influenza non ti temo: 7 rimedi naturali
I rimedi della nonna hanno sempre la meglio (sì, anche su febbre e raffreddore!)
Salute
CONDIVIDI
Pancia gonfia, addio! 14 rimedi naturali
Tutte le cause e i rimedi della nonna per contrastare meteorismo e stitichezza e per favorire la digestione: ciao ciao, gonfiore!
Salute
CONDIVIDI
Stanchezza non ti temo: 10 rimedi naturali per affrontare tutto con più energia
Ricaricati con questi 10 metodi naturali: dall'uso di particolari oli essenziali fino a buonissime tisane energizzanti
Salute
CONDIVIDI
Perché il free bleeding è il più forte atto femminista del nostro tempo
Né assorbenti, né tamponi né altro, utilizzando al massimo un asciugamano per coprire divani, lenzuola e sedie: queste sono le free bleeders
Salute
CONDIVIDI
11 oli essenziali che ti danno una mano contro ansia, stress e insonnia
Tutti gli oli utili per contrastare i brutti momenti di malinconia, agitazione e irritabilità
Salute
CONDIVIDI
10 consigli per toglierti di dosso lo stress
Nel suo nuovo libro Love your skin, Abigail James spiega il legame che c'è tra lo stress e l'invecchiamento e offre 10 ottime dritte per...
Vaccini, i test prevaccinali
Salute
CONDIVIDI
Test pre vaccinali, servono davvero? Tutte le dritte per vederci chiaro
Tutta la verità sugli esami richiesti da alcuni genitori prima di effettuare le vaccinazioni obbligatorie