Gambe gonfie e pesanti, cosa fare? Tutti i rimedi naturali salvavita

Se ti ritrovi spesso con le gambe gonfie e pesanti, specialmente quando fa caldo, questo è ciò che puoi fare per trovare un po' di sollievo

Più Popolare

A volte, come se non bastasse il caldo soffocante, ecco in agguato anche le gambe gonfie: questo problema, che colpisce moltissime persone, con le temperature roventi tipiche dell'estate può anche peggiorare. Per questo motivo, per riuscire ad individuare la cura più adatta per le gambe pesanti e stanche, e i piccoli rimedi naturali che riescono a dare un po' di sollievo, è necessario prima di tutto analizzare con molta attenzione le cause di questo disturbo, che colpisce prevalentemente le donne.

Advertisement - Continue Reading Below

Gambe gonfie, le cause e quando andare dal medico

Le gambe gonfie non sono un problema legato soltanto alla ritenzione idrica, ovvero all'accumulo di fluidi: possono infatti essere il sintomo di una serie di patologie, infiammatore o legate alla circolazione, come artrite reumatoide, gotta, embolia, insufficienza cardiaca e venosa, ma anche linfedema, artrosi e la pericolosa pre-eclampsia (gestosi) che può colpire le donne in gravidanza. Alla comparsa dei primi sintomi è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante, per farsi prescrivere la visita con uno specialista che possa emettere la diagnosi più corretta ed eventualmente indicare una cura farmacologica. Bisogna però insospettirsi anche se le gambe rimangono gonfie per un periodo di tempo molto lungo e apparentemente senza un motivo particolare.

Più Popolare

Gambe e tacchi, qual è l'altezza giusta?

Spesso puoi ritrovarti con le gambe pesanti anche a causa di alcuni fattori (tipico il sovrappeso) e di cattive abitudini, come il fumo e le scarpe con il tacco sbagliato. I tacchi troppo alti infatti, usati per tante ore durante il giorno, costringono il piede in una posizione innaturale e rendono più difficile la circolazione del sangue dal basso verso l'alto, mentre le scarpe con il tacco rasoterra (come quello delle infradito o delle ballerine) affaticano il lavoro del tallone. L'ideale è usare scarpe con il tacco che vada dai 4 ai 7 cm, meglio se con una base larga e non a spillo, utilizzare un plantare anatomico personalizzato e, se proprio non riesci a rinunciare ai tacchi alti, opta per una zeppa o un plateau.

Gambe gonfie, rimedi e consigli

Il primo rimedio che si può consigliare nel caso tu soffra di gambe gonfie è mettere al bando la sedentarietà e fare movimento, specialmente se fai un lavoro d'ufficio che ti costringe alla scrivania davanti ad un pc per molte ore al giorno: alzati spesso, fai qualche pausa e una piccola camminata, scegli le scale al posto dell'ascensore, fai un po' di stretching e in palestra chiedi al tuo personal trainer qualche esercizio specifico per il benessere degli arti inferiori. Se poi la pesantezza alle gambe è causata dal sovrappeso puoi anche decidere di perdere qualche chilo, senza mai ricorrere al fai da te ma facendoti sempre aiutare da un dietologo o da un nutrizionista.

Per avere un po' di sollievo puoi farti un automassaggio, da praticare con movimenti rotatori dal basso verso l'alto, applicando anche un gel fresco o una crema apposita, oppure puoi fare docce di acqua fredda, che aiutano la circolazione. Come consiglio generale evita di indossare abiti troppo stretti, e se in estate ti piace andare in piscina o in spiaggia non esporre le gambe al sole per ore, piuttosto ricordati di proteggerle sempre con il tipo di filtro solare più adatto a te. Quando dormi invece metti un rialzo sotto agli arti, in modo che il sangue fluisca meglio: ti basta un cuscino bello grande e alto da posizionare in fondo al letto oppure procurati una rete regolabile per alzare direttamente il materasso.

Ma puoi combattere le gambe pesanti anche a tavola e con l'aiuto della natura: la scelta in questo caso deve cadere su frutta, verdura che sia ricca di flavonoidi (ad esempio pomodoro, kiwi, pompelmo, frutti di bosco specialmente mirtilli neri e ribes, grano saraceno, broccoli) e su piante come centella asiatica, vite rossa, ippocastano e ginkgo biloba che si possono assumere attraverso preparati (bustine, tavolette, compresse) e tisane. Molto importante infine è limitare l'assunzione di sale.

More from Gioia!:
Salute
CONDIVIDI
Il pane di segale è una manna da cielo! Tutto su: calorie, proprietà e valori nutrizionali
Scopri tutti i segreti del buonissimo pane di segale e come prepararlo in casa in poche mosse
Salute
CONDIVIDI
Più vitamina D per tutti: 7 alimenti che ne contengono naturalmente parecchia
Tutti i cibi che non devono mai mancare sulla tavola per il benessere delle tue ossa
Un bambino mangia una mela
Salute
CONDIVIDI
Come comportarsi se il bambino soffoca
È consigliabile essere preparati ad agire in questa situazione, che genera grande ansia. Con queste linee guida puoi fronteggiarla
Donna incinta
Salute
CONDIVIDI
Parto in situazioni "speciali"
Esiste un certo numero di circostanze mediche che possono condizionare il modo in cui il bambino nascerà. Scopri quali sono le più comuni
Salute
CONDIVIDI
Spero che qualcuno mi risponda: occhi rossi che lacrimano, rimedi naturali?
Se soffri di occhi rossi che lacrimano ecco come risolvere il problema (e come prevenirlo)
Salute
CONDIVIDI
Io e la mia ossessione: la tricotillomania un disturbo ossessivo-compulsivo più diffuso del previsto
La tricotillomania è un disturbo ossessivo-compulsivo, ecco come fare per riconoscerlo e curarlo
Salute
CONDIVIDI
Quando gira tutto intorno alla stanza: giramenti di testa, cause e i migliori rimedi naturali
Se ti gira frequentemente la testa (magari per colpa della pressione o della cervicale) ecco come rimediare
Salute
CONDIVIDI
19 abitudini alimentari regolari da adottare per cambiare vita e corpo e iniziare il 2018 alla grandissima
Dai ragazze, quest'anno ce la possiamo fare!
Ragadi al seno durante l'allattamento: cause e rimedi
Salute
CONDIVIDI
Oddio! Ho iniziato ad allattare e mi sono venute le ragadi al seno
La prima cosa da sire è che sono comuni, anzi comunissime
Allattare al seno fa male
Salute
CONDIVIDI
Allattare al seno fa male? Nì
O meglio sì ma solo per i primi giorni e c'è qualcosa che puoi fare per limitare il dolore