Zanzara tigre, a noi due! Tutti i migliori repellenti per tenerla a distanza

Con i primi caldi torna la zanzara tigre: tutti i migliori repellenti contro la zanzara tigre per la pelle e per la casa

Più Popolare

Famelica, vorace e pericolosa: è la zanzara tigre, un incubo che si materializza al sopraggiungere dei primi caldi. Le malattie trasmesse dalla zanzara tigre possono avere conseguenze molto gravi per la salute di chi – per sua sventura – finisce con l'essere morsicato da uno di questi piccoli flagelli. Recentemente i riflettori si sono riaccesi nei suoi confronti per l'epidemia del virus Zika in Brasile, ma la zanzara tigre può veicolare fino a 20 tipi di virus. I più pericolosi? Febbre gialla, West Nile virus, Dengue e Chikungunya. In Italia si contano circa 60 specie diverse di questo insetto. Tra le più pericolose rientra di sicuro la aedes aegypti, zanzara tigre responsabile proprio della diffusione della febbre gialla.

Advertisement - Continue Reading Below

Puntura della zanzara tigre

Rispetto a quelli – pur molto fastidiosi – delle zanzare comuni, i sintomi provocati da un morso di questi pericolosi insetti sono più accentuati. Il gonfiore è più manifesto, così come l'ampiezza e il volume della caratteristica reazione allergica successiva al morso. Anche il prurito è quasi insopportabile. E allora, bisogna rassegnarsi a diventare il bersaglio preferibile di queste fameliche creature? Scopri quali sono i migliori rimedi contro zanzara tigre e punture varie.

Più Popolare

Zanzara tigre, i rimedi

Tutte le specie di zanzara tigre depositano le uova in piccole pozze d'acqua stagnante. Qualsiasi recipiente in cui l'acqua è rimasta al suo interno per più di tre giorni, potenzialmente, può contenere insetti, uova, larve. La zanzara tigre non fa eccezione: una pozzanghera, un copertone pieno d'acqua, un recipiente qualsiasi rimasto all'aperto possono essere un rifugio perfetto per questi insetti e per la loro proliferazione.

Una prima forma di difesa, dunque, può essere quella di svuotare periodicamente vasi, sottovasi, annaffiatoi, eventuali bottiglie o altri recipienti che tieni sul balcone, in terrazza o comunque all'aperto. Anche le grondaie possono contenere uova di zanzara: in questo caso, metti una monetina di rame negli spazi in cui può insidiarsi dell'acqua, aiuterà a evitare che le uova possano sopravvivere. Un altro rimedio utile contro le zanzare, oltre che intuitivo, è quello di coprire tutti i recipienti aperti che hai: non farli riempire d'acqua è un ottimo modo per prevenire gli attacchi della zanzara tigre. Non basta? Costruisci una trappola per la zanzara tigre. Versa in una bottiglia tagliata 60 grammi di zucchero, 200 ml di acqua e 15 grammi di lievito di birra, poi chiudi con del nastro adesivo: le zanzare sono attratte e tu sei a posto.

Lotta alla zanzara tigre

Se queste soluzioni non si rivelano abbastanza efficaci e sei ancora preda degli assalti delle zanzare, ci vogliono rimedi più radicali. Niente a che vedere con pesticidi e repellenti di natura chimica, sia chiaro: esistono validissime barriere naturali in grado di proteggere te e i tuoi cari dalla zanzara tigre. Sciogliere qualche goccia di aceto o di limone in un recipiente a fondo piatto posizionato vicino alle finestre, ad esempio, è un ottimo deterrente. Poi ci sono le piante anti zanzara tigre. Nel tuo balcone non far mai mancare gerani, lavanda o citronella e, se puoi, sistema una candela aromatizzata all'olio di Neem. Anche zampironi e incensi a base di questa pianta insetticida indiana sono come veleno per la zanzara tigre, che scapperà via disgustata.

Le zanzare tigre sono un po' come i vampiri: non amano l'aglio, la cipolla e il peperoncino. Anche questi ortaggi sono dei validi deterrenti, così come l'essenza di eucalipto che puoi utilizzare per aromatizzare gli ambienti. Vuoi proteggerti dal morso di zanzara anche quando sei fuori casa? Porta sempre con te uno spray repellente naturale.

Se non ti fidi di quelli in commercio, puoi creartene uno fai da te miscelando varie essenze tabù per la zanzara tigre: sciogli 3,5 grammi di eucalipto, 3,5 grammi di citronella e 2,5 grammi di geranio in 90 ml di alcol etilico ad una temperatura di 90 gradi e poi cospargi la pelle con questo unguento: ti proteggerà dal morso di zanzara tigre e non solo, visto che si tratta di un rimedio efficace contro le aggressioni di una grande quantità di insetti.

More from Gioia!:
Salute
CONDIVIDI
Se hai carenza di potassio puoi aiutarti con questi 10 alimenti
Il potassio è una sostanza importantissima per il nostro organismo: attenzione alla carenza, ma anche all'eccesso
Semi di zucca, calorie
Salute
CONDIVIDI
Perché i semi di zucca non dovrebbero mai mancare sulla tua tavola
Scopri quali sono le proprietà dei semi di zucca per il benessere del tuo organismo
Aceto di mele, proprietà
Salute
CONDIVIDI
Perché l'aceto di mele fa bene
Scopri come usarlo anche nella tua beauty routine, per il benessere di pelle e capelli
Salute
CONDIVIDI
Cos'è la fibromialgia, la malattia di Lady Gaga
La popstar ha parlato spesso di questo disturbo, ancora poco conosciuto e difficile da diagnosticare
Donna che dorme
Salute
CONDIVIDI
Quanto devi dormire per stare bene? Lo dice la tua età
Quante sono le ore di sonno necessarie per età? Una tabella aiuta a capire quante ore dormire ogni notte per stare bene
Salute
CONDIVIDI
Mangiare cioccolato fa bene al cervello
Oh, questa sì che è una buona notizia (e la ricerca è made in Italy)
Attività rilassanti
Salute
CONDIVIDI
8 attività da provare contro lo stress
Se lo yoga e la meditazione proprio non fanno per te puoi provare una di queste attività, per allontanare lo stress anche in modo creativo
Salute
CONDIVIDI
Placenta accreta: cos'è il disturbo che ha colpito (anche) Kim Kardashian
Scopri cos'è la placenta accreta, quali sono i sintomi e cosa si può fare quando viene diagnosticata
Salute
CONDIVIDI
C'è un'età ben precisa in cui si inizia a odiare il proprio lavoro (e ben 3 motivi per cui succede)
Hai già raggiunto il giro di boa?
Salute
CONDIVIDI
Che cos'è l'iperemesi gravidica?
La duchessa di Cambridge, nuovamente in dolce attesa, deve di nuovo fare i conti con un fastidioso disturbo: di cosa si tratta?