Piercing orecchio, naso e bocca: ecco come evitare infezioni

Mediti di fare il piercing all'orecchio, al naso o alla bocca? Ecco le cose che devi sapere per evitare ogni forma di infezione ed evitare problemi di salute molto fastidiosi

Più Popolare

Così come i tatuaggi, anche i piercing sono diventati sempre più frequenti e con le nuove generazioni hanno smesso di essere visti come una pratica da "poco di buono": in certi casi possono essere considerati una vera e propria forma d'arte. Ad ogni modo però bisogna prendere le dovute precauzioni. Già, perché dopo essersi fatti un piercing c'è sempre il rischio di incorrere in infezioni.

Una piercing è l'inclusione di monili in un'apertura praticata in orecchio, naso, sopracciglia, lingua, labbra, ombelico o altre parti del corpo, di solito senza anestesia. Qualsiasi tipo di perforazione è un rischio per certe complicanze, comprese le reazioni allergiche. Il piercing alla lingua può rompere i denti o causare danni alle gengive. Il gonfiore della lingua, subito dopo la foratura, può disturbare la masticazione e la deglutizione, talvolta anche la respirazione. Un'infezione della pelle può causare arrossamento, dolore, gonfiore o pus.

Advertisement - Continue Reading Below

La foratura comporta cicatrici delle aree interessate causate da una crescita eccessiva del tessuto cicatriziale così come malattie trasmissibili per via ematica. Se il materiale usato per fare la perforazione è contaminato con sangue infetto, è possibile contrarre diverse malattie a trasmissione ematica come l'epatite B, l'epatite C, il tetano e l'HIV. Si potrebbe necessitare di farmaci o altri trattamenti in caso di reazioni allergiche, infezioni o altri problemi possibili.

Più Popolare

Detto ciò, appare quindi evidente che è il caso di sapere come prevenire le infezioni da piercing. Se ti sei fatta un piercing e l'area interessata è rossa e dolente è consigliabile non toccarla ed è importante che l'abbigliamento non entri in contatto con la perforazione (può facilmente creare una infezione). Appena torni a casa deve essere disinfettata con acqua ossigenata (deve essere disinfettata almeno tre volte al giorno durante la prima settimana).

La disinfezione deve essere effettuata poi prima di andare a letto e la mattina, appena alzati. Evita i piercing col nichel, potrebbero portare allergia. Ogni volta che ti fai un nuovo piercing, il procedimento di disinfezione deve essere ripetuto. Assicurati che il piercer utilizzi una macchina di sterilizzazione a caldo in grado di distruggere tutti i virus dopo ogni piercing fatto. Gli strumenti e tutti gli accessori che il piercer utilizza e che non possono essere sterilizzati devono essere disinfettati con un disinfettante o candeggina dopo ogni uso.

Può essere importante pulire la foratura del piercing bocca anche con colluttorio orale: se lo hai fatto sulla lingua, sopra il labbro o sulle guance, risciacqua con un collutorio antisettico dopo i pasti e prima di andare a letto. Dopo aver fatto la perforazione, usa un nuovo spazzolino a setole morbide per evitare l'introduzione di batteri nella bocca (le infezioni nella bocca sono molto dolorose). Evita di andare in piscina, al lago o al mare mentre il piercing è in fase di guarigione. La maggior parte dei piercing guarisce entro circa sei settimane, ma alcuni possono richiedere diversi mesi o più.

Se pensi che il tuo piercing possa aver causato infezione o non è guarito da solo alla perfezione, contatta subito il medico: un trattamento precoce può aiutare a prevenire complicanze potenzialmente gravi e questo vale per tutti i tipi di piercing. Non utilizzare tazze, piatti e posate degli altri. Ridurre o addirittura smettere di fumare in questo periodo è altamente raccomandato. Il fumo aumenta il rischio di infezione. Evita di abusare di farmaci di qualsiasi tipo. Evita grandi quantità di caffeina e bevande alcoliche (incluse nelle bevande alcoliche anche birre, vini e liquori). Evita l'ingestione di cibi e bevande troppo caldi, piccanti o troppo salati e amari per almeno un paio di giorni. Se seguirai alla lettera questi consigli non avrai alcun problema con il tuo piercing!

More from Gioia!:
Cos'è la misofonia.
Salute
CONDIVIDI
Perché c'è chi odia chi fa rumore mentre mastica
L'intolleranza ai rumori della masticazione ha una spiegazione scientifica: si chiama misofonia
infertilita-femminile-sintomi-cause
Salute
CONDIVIDI
Forse è per QUESTI motivi che non resti incinta
Se il tanto desiderato bambino non arriva forse non hai preso in considerazione tutti i possibili segnali di infertilità
metabolismo-lento-consigli
Salute
CONDIVIDI
Come accelerare il metabolismo in 10 mosse
Basta diete ferree e allenamenti sfiancanti, per dimagrire in fretta devi solo fare le cose giuste
Salute
CONDIVIDI
Cucinare fa bene alla salute, lo dice la scienza
Avevi bisogno di un'altra scusa per cucinare il tuo dolce preferito?
dipendenze-digitali-rischi-salute
Salute
CONDIVIDI
Se hai l'ansia forse è colpa dello smartphone
Ansia, torcicollo, perdita di memoria? Spesso sono causati dalla dipendenza da cellulare: ma disconnettersi non è l'unica soluzione
allergie primaverili rimedi naturali
Salute
CONDIVIDI
Maledetta primavera: scacco matto agli starnuti
I rimedi naturali per combattere l'allergia primaverile e stare subito meglio
cannabis-droghe-leggere-rischi-effetti
Salute
CONDIVIDI
Cannabis: ma è davvero solo una droga leggera?
Il vecchio spinello non è più quello di una volta, oggi è 28 volte più potente che in passato: l'allarme c'è, ma è più basso del pericolo...
emergency-cure-gratuite-politruck
Salute
CONDIVIDI
Se i soldi per il dottore non ci sono
Il 7 aprile è la Giornata mondiale della salute e 12 milioni di italiani non hanno soldi per curarsi: a dare una mano c'è Emergency
Salute
CONDIVIDI
Ecco qual è l'età migliore per diventare mamma
Un recente studio ha stabilito qual è, in linea di massima, l'età ideale per mettere al mondo il primo figlio
cambio-di-stagione-primavera-disturbi-rimedi-naturali
Salute
CONDIVIDI
Se la primavera ti mette ko prova le cure dolci
Il cambio di stagione porta con sé stanchezza, insonnia e cattivo umore: ecco come risolvere con i rimedi naturali e omeopatici