Sla: la ricerca scopre un nuovo gene grazie a The ice bucket challenge

La sfida a secchi di acqua gelata dell'estate 2014 che aveva coinvolto gente comune e vip ha dato i suoi risultati: i fondi hanno finanziato importanti ricerche per la cura della sclerosi laterale amiotrofica

Nel mondo ci sono circa 2,5 - 3 milioni di persone (110mila in Italia) affette da sclerosi multipla, una malattia neurodegenerativa, per ora inguaribile, che provoca lesioni al sistema nervoso centrale (molte informazioni nel sito dell'Associazione italiana sclerosi multipla, aism.it). Per fortuna, un tormentone estivo potrebbe aver fatto cambiare le sorti della guerra alla Sla, la Sclerosi laterale amiotrofica, un'altra patologia del sistema nervoso (la stessa che ha colpito lo straordinario pianista Ezio Bosso, che si è esibito sul palco di Sanremo 2016): The ice bucket challenge, la sfida a secchi di acqua gelata che ci aveva "martellato" in una gara virale sui social per tutta la bella stagione 2014 trascinando gente comune e celeb (tra gli altri, Jovanotti, Matteo Renzi, Oprah Winfrey, Mark Zuckerberg, Lady Gaga e anche il direttore di Gioia! Maria Elena Viola) ha infatti dato buoni risultati: 220 milioni di dollari di donazioni che hanno finanziato ricerche contro la malattia. Compreso lo studio MinE (80 ricercatori in 11 Paesi, Italia compresa) che ha evidenziato il ruolo chiave di alcuni geni nella Sla, dalla quale non si guarisce. 

Advertisement - Continue Reading Below

Dalla ricerca una speranza per la Sla

Ma grazie appunto alla genetica, la speranza di trovare un rimedio definitivo inizia a delinearsi: le nuove scoperte, pubblicate su Nature Genetics e condotte dall'istituto auxologico italiano e dal Centro Dino Ferrari dell'Università degli Studi di Milano, hanno confermato il ruolo patogenico del gene NEK1 nelle forme familiari di Sla e ribadito l'associazione di quella sporadica con il cromosoma 17 e il gene SARM1. «È il primo risultato del progetto mondiale MinE», spiega Vincenzo Silani, uno dei coordinatori, direttore della Neurologia all'Istituto auxologico. 

Più Popolare

18 settembre, nelle piazze italiane per la Giornata nazionale della Sla

Le docce gelate sono finite, ma il 18 settembre 2016, Giornata nazionale della Sla, i volontari di Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, aisla.it) saranno nelle piazze italiane per "Un contributo versato con gusto": 10 euro per una bottiglia di Barbera d'Asti DOCG (i fondi saranno usati per sostenere i malati e le loro famiglie). 

More from Gioia!:
Salute
CONDIVIDI
7 mosse che trasformano CHIUNQUE in una persona mattiniera
Sei più gufo che allodola? Questi sono i passaggi giusti per partire di slancio (e con il sorriso)
Salute
CONDIVIDI
Discalculia, quando il cervello non conta: cos'è e come si cura questo disturbo
Se memorizzare le tabelline è molto difficile, se si confondono i segni e si fa fatica ad incolonnare i numeri, può esserci discalculia, un...
Salute
CONDIVIDI
Se hai carenza di potassio puoi aiutarti con questi 10 alimenti
Il potassio è una sostanza importantissima per il nostro organismo: attenzione alla carenza, ma anche all'eccesso
Semi di zucca, calorie
Salute
CONDIVIDI
Perché i semi di zucca non dovrebbero mai mancare sulla tua tavola
Scopri quali sono le proprietà dei semi di zucca per il benessere del tuo organismo
Aceto di mele, proprietà
Salute
CONDIVIDI
Perché l'aceto di mele fa bene
Scopri come usarlo anche nella tua beauty routine, per il benessere di pelle e capelli
Salute
CONDIVIDI
Cos'è la fibromialgia, la malattia di Lady Gaga
La popstar ha parlato spesso di questo disturbo, ancora poco conosciuto e difficile da diagnosticare
Donna che dorme
Salute
CONDIVIDI
Quanto devi dormire per stare bene? Lo dice la tua età
Quante sono le ore di sonno necessarie per età? Una tabella aiuta a capire quante ore dormire ogni notte per stare bene
Salute
CONDIVIDI
Mangiare cioccolato fa bene al cervello
Oh, questa sì che è una buona notizia (e la ricerca è made in Italy)
Attività rilassanti
Salute
CONDIVIDI
8 attività da provare contro lo stress
Se lo yoga e la meditazione proprio non fanno per te puoi provare una di queste attività, per allontanare lo stress anche in modo creativo
Salute
CONDIVIDI
Placenta accreta: cos'è il disturbo che ha colpito (anche) Kim Kardashian
Scopri cos'è la placenta accreta, quali sono i sintomi e cosa si può fare quando viene diagnosticata