Fiori di Bach, funzionano o no?

​L'efficacia dei fiori di Bach e la risposta a tutte le domande su questi rimedi: da cosa derivano e soprattutto come capire quali sono e per cosa vengono utilizzati

Più Popolare

I fiori di Bach sono rimedi fitoterapici, creati dal dottor Edward Bach che tra il 1928 e il 1930 miscelò 38 differenti preparati per curare squilibri emotivi. Bach comprese con l'esperienza che la maggior parte delle malattie partono da un problema emotivo. Si arriva così sino ai giorni nostri: questi rimedi vengono utilizzati per curare la maggior parte delle patologie legate alla sfera emozionale. Rispondere alla domanda sulla loro efficacia è semplice, perché tutto è correlato a trovare il rimedio corretto: spesso si sentono persone che dicono di non aver trovato giovamento proprio perché non è stato somministrato loro il giusto rimedio. 

Advertisement - Continue Reading Below

In casi di attacchi di panico o di periodi particolarmente difficili dal punto di vista emotivo esiste un rimedio d'emergenze, un mix di cinque differenti piante che formano il rescue remedy, molto efficace per superare situazioni momentanee difficili, ma se il problema è persistente è necessario trovare  il rimedio specifico tra i 38 fiori.

Con la stessa teoria che le malattie sono provocate da squilibri emotivi nascono anche altri rimedi: ne sono un esempio i fiori australiani. Ma in questo caso lo studio verte sul fatto che molte malattie si possono combattere riequilibrando i nostri campi energetici e per riuscirci servono rimedi specifici. Le essenze australiane sono molte, più di settanta, per poter curare molte tipologie di persone e patologie: sono indicate anche per animali e bambini, ma come i fiori di Bach è necessario che vengano prescritte da un bravo terapista per essere certi dell'efficacia. Per curare una patologia si possono utilizzare sino a sette tipi differenti di fiori australiani, ma per avere la maggiore efficacia i floriterapisti ne consigliano un massimo di quattro o cinque.

Più Popolare

Spesso siamo abituati a pensare alla medicina tradizionale e ci torna alla mente il bugiardino dove sono elencati infiniti effetti collaterali. Quindi la domanda che ci poniamo prima di prendere rimedi fitoterapici come i fiori di Bach è se anche questi possono avere controindicazioni. La risposta è composita, perché non esistono vere e proprie controindicazioni o effetti collaterali come siamo abituati a vedere nella medicina tradizionale. Può succedere che i rimedi non facciano effetto e questo è il risultato di poca empatia tra paziente e terapeuta che non è riuscito a scovare il reale bisogno e quindi il suo relativo rimedio.

Un fondamento dei rimedi di cui abbiamo parlato è proprio quello di comprendere quale sia il reale problema e nel caso dei fiori australiani che tipo di campo energetico sia da regolarizzare. A volte il paziente può sentire un iniziale peggioramento del problema: questo però può essere  dovuto al fatto che il corpo fa fatica a ristabilire l'equilibrio, ma un bravo terapeuta riesce senza problemi a studiare il giusto dosaggio per poter ottenere la guarigione.

Senza voler dare risposte definitive (ma la medicina è pur sempre una scienza sperimentale) possiamo concludere dicendo che i Fiori di Bach possono avere efficacia contro disturbi spesso causati dalla sfera psicologica mentre per le malattie vere e proprie è giusto guardare anche alla medicina tradizionale per trovare un giusto equilibrio e una guarigione definitiva. 

Foto: Getty

More from Gioia!:
Zanzara tigre
Salute
CONDIVIDI
Zanzara tigre, a noi due! Tutti i migliori repellenti
I prodotti a cui affidarsi per tenerla lontano dalla tua pelle, ma anche dalla casa
Salute
CONDIVIDI
Come prendersi cura di sé con una tazza di tè
Il modo più facile (e veloce) per iniziare la remise en forme? Un infuso fumante: dal tè nero al tè verde, tutti i benefici
Salute
CONDIVIDI
Hai sempre sonno? La scala di Epworth fa per te
Il test della sonnolenza diurna può essere un punto di partenza per capire se avete problemi legati al sonno
Salute
CONDIVIDI
Come mangiare meglio può cambiarti la vita
Se soffri di una malattia autoimmune scegliere i cibi giusti può aiutarti a vivere meglio, come è successo a me
prevenzione-melanoma
Salute
CONDIVIDI
Se tieni a qualcuno, controlla i suoi nei
Un video tenerissimo in cui sono protagonisti un cane dalmata e un gattino nero insegna a controllare i nei per prevenire il melanoma
Salute
CONDIVIDI
Perché dovremmo dire tutti sì ai vaccini
Mentre si discute sul renderli obbligatori, una campagna social e virale invita tutti a dire perché è importante vaccinarsi
lena-dunham-met-gala
Salute
CONDIVIDI
Lena Dunham: «Donne, siamo forti e lo dimostriamo»
Costretta a lasciare il Met Gala per un malore, l'attrice di Girls - che compie 31 anni il 13 maggio - ha detto qualcosa di importante
Salute
CONDIVIDI
Sai riconoscere la depressione post partum?
Può colpire qualunque neo mamma (ne ha sofferto anche Chrissy Teigen) ed è una delle malattie più subdole
sorriso imperfetto vip
Salute
CONDIVIDI
10 regole per avere denti bianchi e sani
Le celeb dimostrano che un difetto ben portato è sexy, ma non trascurare la cura dei denti: il bianco è sempre di moda!
Il vaccino contro il morbillo è obbligatorio?
Salute
CONDIVIDI
Perché è importante il vaccino contro il morbillo
I casi di morbillo in Italia sono in aumento: si tratta di una malattia pericolosa contro la quale c'è un'unica arma, vaccinarsi