Body Shaming, le vittime tra i famosi e i consigli per combatterlo

La curvy arrivata seconda a Miss Italia 2016, Paola Torrente, è solo l'ultimo caso: non si contano gli esempi di vip criticati per l'aspetto fisico, dal calciatore Higuain a Lena Dunham, ma una ricerca dice che anche tra i non famosi il fenomeno è diffusissimo

L'ultima vittima del body shaming è Paola Torrente, la curvy seconda a Miss Italia 2016 vittima di battute e di critiche legate alla sua forma fisica. Partiamo con il dire un'ovvietà e cioè che il body shaming è roba da vigliacchi. Vigliacchi annoiati, per la precisione, che a tempo perso si accaniscono sui difetti fisici di persone, conosciute o sconosciute, adocchiate sui social network. Chiaro è che chi ama praticare la presa in giro, più o meno crudele, del corpo degli altri lo fa, dicevamo, vigliaccamente, da dietro lo schermo del proprio computer, e questa basterebbe a classificare i soggetti in questione. Purtroppo però quello che sembra a tutti gli effetti lo sfogo di un manipolo di frustrati è al contempo qualcosa ha effetti pesanti su coloro che ne sono vittime: dice la psichiatra Sara Bertelli, presidente dell'associazione Nutrimente Onlus Milano (nutrimente.org), che si prende cura di questi casi che il «body shaming provoca nel 45% di chi lo subisce un calo dell'autostima e nel 43% un aumento dell'ansia».

E sempre Bertelli illustra gli ultimi, allarmanti dati sulla diffusione di questa particolare forma di cyberbullismo secondo i quali «1 donna italiana su 2, specie nei mesi estivi, si è sentita bersagliata via web per il proprio aspetto a causa dei commenti e delle troppe attenzioni che la rete pone sulla linea del corpo». Ma chi è che soffre maggiormente del fenomeno body shaming? Le più sensibili a questo argomenti sono le adolescenti dai 18 ai 21 (32%) specie quando i difetti sono evidenziati da coetanei.

Anche gli uomini non sono del tutto indifferenti alle critiche sul corpo, ma la percentuale di chi si affligge si abbassa considerevolmente e raggiunge l'11% totale. Per quanto arduo sia arginare il fenomeno, che trova bieco riparo nella sua stessa "virtualità", ci sono comunque strategie efficaci da mettere in atto per difendersi dagli aggressori. Ecco quelle della dottoressa Sara Bertelli.

1. RIDIMENSIONA IL VALORE DEI SOCIAL

La vita reale è fatta di relazioni vere e tangibili e tu sei molto più di ciò che dice la tua bilancia. Chi scatena la propria aggressività dietro uno schermo non merita la tua attenzione. Guarda le atlete delle Olimpiadi: la loro bravura prescinde dalle critiche ricevute per la forma fisica.

2. SVOLGI ATTIVITÀ PER FARE UN PO' PACE CON IL CORPO

Puoi provare a riprendere confidenza con il tuo corpo scoprendolo gradualmente. Se proprio non te la senti di metterti in costume quest'anno, condividi la tua preoccupazione con i tuoi familiari e sentiti libera di proporre una scelta diversa. Nuota, cammina, scegli attività che aumentino la consapevolezza del tuo corpo e della sua utilità.

3. CONSIDERA L'EFFETTO DELL'UMORE SULLA PERCEZIONE DELL'IMMAGINE NELLO SPECCHIO

La percezione del tuo corpo spesso dipende dall'umore (quando siamo tristi o arrabbiati ci percepiamo brutti). Non temere di condividere le tue emozioni con i tuoi amici o familiari.

4. LA FORMA FISICA INDICA LA SALUTE, NON IL VALORE PERSONALE

Un corpo sano è un corpo che si alimenta in maniera corretta, che fa attività fisica in quantità adeguate e che si prende cura di sé. Un eccesso o una deprivazione di cibo, inadatta al proprio stile di vita, alla propria età e alla propria altezza rappresenta una minaccia per il tuo benessere e non ha nulla a che fare con il tuo valore personale.

5. RICONOSCERE LE DIFFICOLTÀ È IL PRIMO PASSO PER AFFRONTARLE

Se ti senti a disagio con il tuo corpo e questo occupa molto spazio nei tuoi pensieri, limitando la tua libertà di goderti le vacanze, ricordati che ci sono dei professionisti del settore che, al rientro dalle vacanze, possono aiutarti a ritrovare un rapporto sano col tuo corpo.

E, concludiamo noi, guardate anche chi tra i personaggi famosi ha dovuto far fronte a critiche o insulti rivolti al proprio corpo.

Advertisement - Continue Reading Below

1 Paola Torrente, seconda a Miss Italia 2016

Il 2016 segna una svolta storica: è la prima edizione del concorso di bellezza in cui le curvy gareggiano al pari con le altre. Ma le polemiche non mancano, malgrado il secondo posto di Paola Torrente, e nemmeno le critiche. «Questa è la prova che gli italiani non vogliono 'ste c...o di curvy!"», afferma subito dopo la vittoria di Rachele Risaliti il manager Giovanni Rastrelli.


Ecco come ha commentato il secondo posto di Paola Torrente ma anche le critiche e i pregiudizi la "madrina" delle miss curvy Elisa D'Ospina (elisadospina.com), top model plus size, conduttrice tv, fashion stylist, blogger e scrittrice:


«Una bellissima edizione con una squadra molto affiatata. Mi chiedete se sono felice del risultato raggiunto? Beh in parte. Se da un lato abbiamo scritto la storia portando una bellissima donna formosa al secondo posto, dall'altra parte mi ritrovo una Miss che dichiara che sua madre le dice che è fortunata a non avere i fianchi larghi e la stessa madre interviene in diretta dicendo che le curvy dovrebbero gareggiare in una categoria a parte, e un agente del concorso (Giovanni Rastrelli) che al momento della proclamazione fa una diretta urlando "Questa è la prova che l'Italia non vuole ste C... di curvy", capite che da stare allegri c'è gran poco. Il problema è l'ignoranza irrecuperabile che c'è in questa società e il danno peggiore è che tutto ciò non arriva da ragazze di 20 anni, ma da adulti».


Advertisement - Continue Reading Below

2 Lena Dunham

Lena Dunham è clamoroso esempio di giovane donna dotata di cervello, ironia e carattere, quindi sì: di base se ne frega della mandria di mentecatti che ogni dì le danno della cicciona. Anche lei però, che a nemmeno 30 anni è tra le scrittrici, sceneggiatrici, registe e attrici di maggior successo e influenza, a un certo punto s'è stufata e ha dato in mano la sua password di Twitter a un'assistente, pregandola di smistarle i il carico di veleno che ogni giorno gli haters le sputano addosso.

Advertisement - Continue Reading Below

3 Gigi Hadid

Non si capisce bene quale peccato mortale abbia commesso questa super modella, se non quello di essere eccezionalmente attraente e straordinariamente social, sta di fatto che è vittima prediletta di chi pratica il body shaming. Prima tacciata di essere troppo formosa per le passerelle (e già allora Gigi si prese la briga di rispondere, in sostanza, «agli stilisti piaccio così»), oggi di essere eccessivamente dimagrita (e anche stavolta lei ha, teneramente, ribattuto che «sto crescendo e il mio corpo di conseguenza sta cambiando»).

Advertisement - Continue Reading Below

4 Ashley Graham

La modella simbolo della donne così dette curvy è stata coperta di improperi quando, dopo alcuni scatti postati su Instagram, ai fan è parsa dimagrita. "Tradimento", hanno gridato loro, "No, lo giuro, sono ancora grassa", ha risposto lei, e il tutto è sembrato a dir poco surreale.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Adele

Che dire di Adele, se non che si è parlato tanto delle sue canzoni quanto del suo peso e della dieta che le ha fatto perdere più di un chilo? Lei dal canto suo ha sempre e solo ribadito lo stesso concetto, ovvero: «Non mi interessa granché assomigliare alle modelle delle copertine dei giornali, io rappresento la maggioranza delle donne e vado fiera di questo».

Advertisement - Continue Reading Below

6 Demi Lovato

La cantante di Confident ha confessato di aver sofferto di disturbi alimentari, in parte dovuti ai commenti sul suo essere «una ragazza cicciottella». Intendiamoci, anoressia e bulimia sono malattie gravi e difficili da comprendere, ma certo a Lovato non devono aver dato una mano le cattiverie del web. Oggi, che sta bene, lei si limita a rispondere: «Cari haters, vi voglio bene. Ognuno di noi è uguale, ognuno ha un'anima e ognuno merita di essere amato». Chapeau.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Wentworth Miller

Per chi non conoscesse la vicenda dell'attore di Prison Break, ecco il riassunto: anni fa l'oggi 44enne Miller ha sofferto di una cupa depressione che lo ha portato a lasciarsi andare, anche fisicamente; qualche sadico ha recuperato una foto che lo ritraeva triste e sovrappeso e da lì s'è scatenata una baraonda di commenti tra il malvagio e lo beffeggiante. Lui ha deciso di ignorare la cattiveria e scrivere, invece, un lungo post sull'importanza di chiedere aiuto se si soffre di depressione.

Advertisement - Continue Reading Below

8 Keira Knightley

Sarà riuscita, la meravigliosa Keira, a tenere il conto delle volte che i giornalisti le hanno domandato se aveva problemi di anoressia? Quasi certamente no, sta di fatto che l'attrice inglese è tra le magrissime più criticate sul web, anche se oggi che è mamma i toni si sono, leggermente, ammorbiditi.

Advertisement - Continue Reading Below

9 Christina Aguilera

La pop star Chrostina Aguilera, da diversi anni giudice di The Voice USA, ha attirato commenti di ogni tipo, per lo più ad alto tasso di stronzaggine, prima sul suo evidente, e legittimo, arrotondamento, poi sul rapido dimagrimento. Come se in mezzo non avesse anche fatto, per esempio, due figli e affrontato una separazione.

Advertisement - Continue Reading Below

10 Gonzalo Higuain

L'attaccante ex Napoli oggi nella rosa della Juventus è stato additato di essere diventato troppo grasso per il calcio. Lui che cosa risponde? «Dite pure ciò che volete, intanto io segno! Le critiche non mi interessano, non ho mai avuto dubbi sulle mie qualità».

More from Gioia!:
Emozioni
CONDIVIDI
Panico totale da colloquio in inglese? 4 consigli per affrontarlo con sicurezza e senza ansia
Prima di tutto, niente panico; poi, se volete affrontare nel migliore dei modi un colloquio in inglese, leggete i nostri consigli e...
Emozioni
CONDIVIDI
Comportamento da Hikikomori e Neet: cosa vuol dire e da cosa dipende
L'Ordine degli Psicologi della Lombardia fail punto su una questione molto delicata
Emozioni
CONDIVIDI
"13" Punti di riflessione sul Cyber-Bullismo
Perché premere "PLAY" quando tuo figlio preme "REC"
Emozioni
CONDIVIDI
Come riuscire a sopravvivere a se stessi
Meditare non è mica facile, anzi, può portare a galla le nostre emozioni più profonde (e scomode)
Emozioni
CONDIVIDI
Come affrontare il cambiamento in 7 mosse
La vita deve essere vissuta con consapevolezza, puntando su questi cardini base che possiamo e dobbiamo gestire
Mindfulness, respirazione consapevole per imparare a fermarsi
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: l'arte di imparare a fermarsi con la respirazione consapevole
Se scegliamo di fermarci, tutto andrà bene
Emozioni
CONDIVIDI
Se ti molestano in discoteca, chiedi di Luisa
Per le avventrici di locali e club del Cantone svizzero di Zurigo d'ora in poi sarà sufficiente chiedere di una certa Luisa per far sì che...
Emozioni
CONDIVIDI
Perché avere una nonna per amica è la cosa più bella che ti possa capitare
Maestre di vita, confidenti, destinatarie di un affetto tenerissimo: le nonne (ma in realtà i nonni tutti) sono un punto di riferimento...
Il fenomeno cosplay è in costante crescita, scopriamo chi sono
Emozioni
CONDIVIDI
Quelli che giocano (e si travestono) da supereroi: il cosplay è solo un gioco o c'è dell'altro?
Il fenomeno del cosplay è in forte crescita, ma perché (anche) agli adulti piace travestirsi da supereroe? Abbiamo chiesto a uno...
Mindfulness: come avere successo senza stress
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: come avere successo senza stress
Carriera e vita senza stress non sono necessariamente in contrapposizione: puoi averle entrambe applicando 7 strumenti di consapevolezza