Figli: perché imparare a dire, anche, di no è così importante

Coccolare e viziare senza ritegno i vostri bambini potrebbe, dicono gli esperti, causare dei danni sul lungo termine, perché, spiegano, la realtà che li circonderà da grandi non potrà mai essere così tenera e amorevole

Più Popolare

In veste di madre di bimbi ancora piccioli, guardo al futuro con gli occhi bendati, perché davvero troppe sono le cose che mi potrebbero potenzialmente terrorizzare. Ma due, in particolare: la prima è che uno dei miei figli possa partecipare al Geordie Shore, la seconda che diventi uno di quegli esemplari di mitomani fatti e finiti e del tutto incapaci di prendersi cura di se stessi. Quest'ultimo spauracchio deve essere diventato piuttosto ingombrante anche dalle parti di Sua Maestà Elisabetta II, donna risolutamente poco incline alle smancerie e che, immaginiamo, non impazzisca di gioia di fronte alle confessioni di Kate Middleton intorno alla sua solitudine di madre. Ma, tralasciando le questioni di palazzo, in Gran Bretagna pare che esista una sorta di «emergenza bamboccioni», che gli inglesi, che alla forma ci tengono, hanno ribattezzato «sindrome da genitore-elicottero». Ma chi sono, esattamente, questi genitori elicottero?

Advertisement - Continue Reading Below

Sono, per esempio, quelli che mai partirebbero per una vacanza senza figli al seguito, quelli che prestano un'attenzione quasi ossessiva nei confronti dei loro bambini, planando su di loro, appunto, ad ogni minimo capriccio. Questi bambini, messi sempre al centro perpetuo dell'attenzione, sviluppano comportamenti che gli psicologi del Dipartimento di Educazione della Gran Bretagna definiscono da piccolo o piccola imperatrice. Vale a dire bambini (prepotenti, narcisisti, egoisti) dall'apparente ego smisurato che nasconde, però, diverse fragilità. I piccoli imperatori possono addirittura diventare aguzzini dei loro stessi genitori, che, pur mossi da infinite buone intenzioni, di colpo si ritrovano ad essere bullizzati. In tutto ciò la beffa, forse, più grande è che gli stessi bambini non sono felici.

Più Popolare

E il motivo è facilmente intuibile: fuori dalle mura di casa nessuno mai gli potrà riservare le stesse attenzioni, le stesse affettuosità, nessuno mai li guarderà con quell'adorazione che non potrà essere scalfita da nessuna brutta azione. «Sono tantissimi - spiega la dottoressa Amanda Gummer in un articolo del Daily Mail - gli insegnati scioccati nel vedere una tale quantità di genitori disposti a difendere a oltranza il proprio figlio, anche quando quest'ultimo s'è reso responsabile di fatti gravi. I piccoli, messi di fronte a questa difesa a spada tratta, avranno libero accesso a tutta una serie di comportamenti socialmente inaccettabili, ma, invece, ben tollerati da chi ha maggiore autorità su di loro, e cioè la famiglia». Ma dopo tanto disfattismo, qual è, secondo i super seri esperti britannici, il modo giusto di comportarsi? «Fondamentale - scrive la dottoressa Gummer - è insegnare l'indipendenza».

Quella delle emozioni e dei primi amori, per esempio, ma anche quella pratica, che fa sì che un individuo se la sappia cavare contando solo su stesso. «Dite più no - conclude Gummer - perché così impareranno a lottare per ottenere ciò che davvero vogliono. E lasciateli andare, perché questo non significa affatto che non vi importa di loro, anzi al contrario: che volete dal profondo del vostro cuore che vadano per il mondo, fieri e sicuri».

More from Gioia!:
Emozioni
CONDIVIDI
Come spiegare, cosa dire e come gestire con i propri figli il dolore del fallimento di un matrimonio
Non ci sono le parole giuste per dire ai bambini che mamma e papà si lasciano, ma ci sono quelle per aiutarli a capire
Emozioni
CONDIVIDI
È una certezza: alle donne gli uomini già impegnati piacciono di più. E il perché lo spiegano gli scienziati
La scienza ha finalmente spiegato perché gli uomini impegnati risultano più attraenti
Emozioni
CONDIVIDI
"Cara Barbara, mia sorella è invidiosa di me e parla male di mio marito. Perché vuole rovinarmi la vita?"
Lei vuole dividervi, distruggere la vostra intesa? Attenzione perché è capace di invidiarti anche le disgrazie. Sbattila fuori subito
Emozioni
CONDIVIDI
L'amore platonico o l'amore spirituale esiste ed è una cosa serissima (e il suo significato ne è la prova)
Un legame spirituale e senza desiderio carnale visto come elevazione dello spirito in una dimensione filosofica. Proviamo a capire meglio...
Emozioni
CONDIVIDI
10 compromessi che non dovresti mai e poi mai accettare in una relazione per non perderti
Scendere a patti fa parte dell'amore ma non dimenticarti chi sei, mai
Emozioni
CONDIVIDI
"Ho distrutto la vita a mio marito, ma non potevo fare diversamente. Sarei diventata una madre orrenda"
"Con la scusa di un altro me ne sono andata di casa": sei stata coraggiosa a mettere fine a una situazione non tragica eppure mortale
Emozioni
CONDIVIDI
E se sfogare la rabbia fosse controproducente? Meglio accettarla e trasformarla in energia positiva. Così
Non reprimere la collera ci isola dagli altri e si ritorce contro di noi: un monaco buddhista ci insegna a trasformare in energia positiva
Sguardo uomo
Emozioni
CONDIVIDI
Ricorda, c'è un ampio ventaglio di soluzioni tra essere invisibile e sentirsi minacciata da uno sguardo. Dal suo sguardo
Sentirsi addosso gli occhi di uno sconosciuto può dare fastidio o anche fare paura, ma in Scandinavia a volte si soffre di troppa freddezza
Emozioni
CONDIVIDI
Siamo sicuri di distinguere l'ansia produttiva da quella distruttiva? 5 errori emotivi che scatenano il panico
Nel mese di ottobre dedicato alla salute mentale, vi spieghiamo quali sono le parole della psicologia su cui facciamo più spesso confusione
Emozioni
CONDIVIDI
Quando l'amore di lui non è amore ma ossessione, un culto insensato pieno di rancore
Un uomo che ha per una donna un culto pieno di rancore, che potrebbe diventare violenza: per questo tanti uomini uccidono le ex