Amore a distanza: lontani ci si ama di più

Vivere in luoghi diversi non è un problema, anzi, rafforza il rispetto, stimola il dialogo e lascia spazio al benessere individuale: il parere di una psicoterapeuta 

Più Popolare

Innamorati, ma lontani. Tu in una città, lui in un'altra. L'amore a distanza non è un problema, anzi, può essere la chiave di un rapporto solido e duraturo. Oggi la distanza fisica non è una barriera per una coppia, i mezzi e le possibilità di parlarsi, vedersi (virtualmente), condividere pensieri ed emozioni sono alla portata di tutti. È possibile vedersi a cena via Skype e dopo fare l'amore. Paradossalmente, le persone possono sentirsi più sole quando sono troppo vicine, a causa dei disaccordi che inevitabilmente nascono quando si condividono tempi e spazi, si frequentano le stesse persone, si hanno le medesime preoccupazioni.

Advertisement - Continue Reading Below

Ecco 7 innegabili vantaggi di amarsi a distanza, secondo la psicoterapeuta Giuliana Proietti, co-autrice del libro Come vivere bene, anche se in coppia. Manuale pratico per la coppia stabile (Franco Angeli, 2016). 

 

Più Popolare

1. Maggiore rispetto

La distanza implica che vi sono luoghi, abitudini, orari diversi e pertanto è necessario adattarsi e rispettare i desideri e le esigenze dell'altro.

2. Più dimostrazioni di affetto

Comunicando anche con i mezzi elettronici, si è più portati a scambiarsi frasi affettuose e pensieri d'amore, senza imbarazzi, rossori, sensazione di essere ridicoli. Vivendo insieme tutti i giorni queste manifestazioni di affetto vengono in genere limitate al minimo.

3. L'ascolto è più profondo

C'è maggiore attenzione nel cercare di capire la vita dell'altro, e
dunque un ascolto più profondo. Questo perché si potrebbe essere
chiamati ad esprimere pareri e consigli su cose di cui non si sa
nulla e che per questa ragione devono essere comprese con cura.

4. Più racconti e condivisioni

Chi vive a distanza ha la necessità di stabilire orari dedicati alla conversazione e al racconto della propria giornata, perché si sa che altrimenti il rapporto non durerebbe. La stessa cosa non si fa quando si convive, dal momento che si tende a rimandare il momento del racconto e della condivisione, perché distratti da altri stimoli. 

5. Ci si assume più responsabilità

Spesso (e volentieri), ci si trova a dover prendere decisioni in maggiore autonomia, assumendosi i rischi e le responsabilità della proprie scelte, visto che l'altro non può essere di grande aiuto.

6. Non si dà nulla per scontato

Se l'altro chiama, si risponde, perché non si sa mai cosa potrebbe desiderare o cosa potrebbe essergli accaduto. Questa sensazione di continuo "allarme" rende le coppie distanti più reattive ai segnali, dal momento che è molto più difficile ignorarli. Non si dà nulla per scontato come quando si vive insieme.

7. Più spazio al benessere individuale

C'è la possibilità di "spegnere" l'altro quando si desidera stare da soli e godersi un proprio momento di benessere individuale, come quando si vuole lavorare senza essere interrotti o ci si vuole godere un momento di pieno relax.

More from Gioia!:
Emozioni
CONDIVIDI
Siamo sicuri di distinguere l'ansia produttiva da quella distruttiva? 5 errori emotivi che scatenano il panico
Nel mese di ottobre dedicato alla salute mentale, vi spieghiamo quali sono le parole della psicologia su cui facciamo più spesso confusione
Emozioni
CONDIVIDI
12 ragioni per cui sei single anche se sei una bomba atomica (ma perché?!?)
Essere bellissima, in gambissima e magari anche indipendente ti fa essere 1 molto esigente 2 poco avvicinabile
Emozioni
CONDIVIDI
"Scommessa" più sicura? Perché ci sono donne (e ci sono!) che preferiscono gli uomini già impegnati
Esiste un motivo quasi scientifico per cui gli uomini già sposati o con relazioni sono più desiderabili dei single
Emozioni
CONDIVIDI
Perché piango sempre? La risposta definitiva a una keyword epica
Triste? Un po'. Curioso? Molto.
Emozioni
CONDIVIDI
"Il metodo danese fa crescere i bambini felici e rende i genitori persone serene. È una filosofia che dovreste praticare tutti"
Un libro, molte candele e tanta consapevolezza
Emozioni
CONDIVIDI
Panico totale da colloquio in inglese? 4 consigli per affrontarlo con sicurezza e senza ansia
Prima di tutto, niente panico; poi, se volete affrontare nel migliore dei modi un colloquio in inglese, leggete i nostri consigli e...
Emozioni
CONDIVIDI
Comportamento da Hikikomori e Neet: cosa vuol dire e da cosa dipende
L'Ordine degli Psicologi della Lombardia fail punto su una questione molto delicata
Emozioni
CONDIVIDI
"13" Punti di riflessione sul Cyber-Bullismo
Perché premere "PLAY" quando tuo figlio preme "REC"
Emozioni
CONDIVIDI
Come riuscire a sopravvivere a se stessi
Meditare non è mica facile, anzi, può portare a galla le nostre emozioni più profonde (e scomode)
Emozioni
CONDIVIDI
Come affrontare il cambiamento in 7 mosse
La vita deve essere vissuta con consapevolezza, puntando su questi cardini base che possiamo e dobbiamo gestire