Lavoro: le 5 frasi da non dire mai al proprio capo

Non sempre la sincerità è la strategia migliore: al lavoro, per esempio, è meglio evitare gli azzardi e stare molto attenti a quel che si dice davanti ai capi, perché le parole sono importanti più di quanto immagini

frasi-da-non-dire-mai-al-tuo-capo

La sincerità è importante, ma ci sono situazioni in cui essere del tutto onesti non paga, anzi, ci danneggia. Quali? Per esempio al lavoro, dove dire esattamente quel che si pensa, soprattutto ai propri superiori, può essere davvero controproducente. Grazie ad Hays Response, società di ricerca e selezione personale specializzata nei profili junior, ecco le 5 espressioni davvero azzardate che sarebbe meglio evitare di dire ai propri capi, ma anche ai colleghi.

Il perché è presto detto: «Se l'emotività prenda il sopravvento ci si lascia andare a confidenze azzardate sul posto di lavoro», spiega Fabio Scarcella, Hays Response Manager, «e purtroppo quel che si dice è fondamentale nel creare la propria immagine agli occhi degli altri. Dunque, prestate la massima attenzione, soprattutto quando parlate con il vostro capo, perché quello che dite può pregiudicare le vostre possibilità di crescita lavorativa».

Ecco la top 5 delle frasi da non dire mai e poi mai in ufficio.

Advertisement - Continue Reading Below

1 ODIO QUESTO LAVORO

È la frase da evitare in assoluto, da non pronunciare mai e poi mai non solo davanti al proprio capo ma anche di fronte ai colleghi. Sbandierare ai quattro venti quanto detestiate il lavoro che state facendo vi farà passare per persone negative e inadatte a fare squadra, senza contare che un capo potrebbe investire su una risorsa più entusiasta di voi!

Advertisement - Continue Reading Below

2 È UN INCOMPETENTE

Denigrare un collega non vi porterà mai niente di buono. Se la critica è giusta, di certo tutti già conoscono la situazione, e rimarcarlo non servirà a nulla se non a mettere voi in cattiva luce. In tutti gli ambiti di lavoro ci sono colleghi scortesi oppure incompetenti: potete aiutarli a migliorare, ma evitate di sottolineare le loro mancanze. Perché se lo fate, il vostro capo potrebbe persino pensare che il vostro è un goffo tentativo di apparire migliori di lui.

Advertisement - Continue Reading Below

3 MI SPIACE, MA NON POSSO FARLO

Se il capo vi chiede di fare qualcosa, impegnatevi a farla e non dite mai che non potete portarla a termine! Questa è la tipica frase che denota pigrizia e insicurezza, nonché scarsa propensione ad accettare nuove sfide. Invece di rifiutare, potete proporre un'alternativa oppure chiedere aiuto a un collega. Ricordate sempre che flessibilità e capacità di risolvere i problemi sono tra le caratteristiche più apprezzate dai capi.

Advertisement - Continue Reading Below

4 FORSE È UN'IDEA STUPIDA

Dire una frase del genere mina la vostra credibilità agli occhi sia del capo sia dei colleghi. Magari la vostra è un'idea geniale, ma partite con il piede sbagliato, perché suggerite che non avete stima in voi stessi e nelle vostre capacità, dunque chi vi ascolta sarà portato a non averne per voi. Siamo noi che "dipingiamo" la nostra immagine agli occhi degli altri. Quindi, evitate di diventare il vostro peggior nemico: se non siete sicuri voi per primi di quello che state per dire, non lo saranno nemmeno gli altri.

Advertisement - Continue Reading Below

5 NON È COLPA MIA

Non è mai una buona idea scaricarsi di ogni responsabilità, siate invece responsabili. Se avete avuto un ruolo in qualcosa che è andato storto, assumetevi la vostra parte di colpa. Se invece non c'entrate nulla date a capo e colleghi una spiegazione di quel che è accaduto. Attenetevi ai fatti, e lasciate che siano gli altri a trarre le proprie conclusioni su chi è il responsabile.

Advertisement - Continue Reading Below
More from Gioia!:
Saper ascoltare gli altri è una vera arte
Emozioni
CONDIVIDI
Impara ad ascoltare e la tua vita (oltre che le tue relazioni) cambierà
Chi sa ascoltare senza interrompere e senza la pretesa di giudicare riesce a entrare meglio in empatia con le persone, quindi migliora le...
Emozioni
CONDIVIDI
Come passare dalla sveglia al risveglio
Ogni mattina, quando riaccendi la tua coscienza mentale, ti ricordi di accendere prima il corpo?
Chirurgia estetica viso: non riconosco più mia moglie dopo l'intervento
Emozioni
CONDIVIDI
«Mia moglie si è rifatta: non la riconosco»
Tornare con un'altra faccia è un brutto scherzo per chi ci ama, ma a lei serviva un gesto di indipendenza
Emozioni
CONDIVIDI
Se è lui a non voler fare l'amore
Dover fare i conti con un rifiuto può toccare anche a noi donne, ma, senza farne una tragedia, si possono capire insieme le ragioni dietro...
Emozioni
CONDIVIDI
Contro la violenza sulle donne c'è una sola soluzione: la cultura del rispetto
La criminologa esperta di violenza psicologica Cinzia Mammoliti spiega i meccanismi che portano allo schema tipico di una relazione malata...
Emozioni
CONDIVIDI
5 frasi da non dire a un'amica a dieta
Anche un «stai benissimo» detto con troppo slancio potrebbe far intendere che prima, la poveretta, fosse inquadrabile, quindi, se siete...
Emozioni
CONDIVIDI
Digital detox: 10 dritte per vacanze offline
Disconnettersi? Si può (e ti sveliamo come)
amore come un altalena uomo che fugge
Emozioni
CONDIVIDI
«Il suo amore è un'altalena: devo credergli?»
«Dopo 3 anni, mi dice che non è pronto»: se ti ama, ma per natura è un fuggitivo, potete amarvi anche così
Emozioni
CONDIVIDI
«Le nozze sono vicine, ma io voglio scappare»
Fai ancora in tempo, se riesci a fare un salto mortale scavalcando regali, bomboniere e il triste compromesso in cui sei invischiata
Emozioni
CONDIVIDI
Come imparare a controllare la fame
La prova costume è arrivata e, con essa, l'ansia per il non sentirsi in forma: per arginare facili consolazioni nel cibo, scopri gli...