Colloquio di lavoro: 11 errori da evitare assolutamente

Hai in agenda un incontro di lavoro importante? Attenzione al linguaggio del corpo: ecco quali sono secondo gli psicologi gli atteggiamenti o i tic che possono diminuire le tue chance di successo e farti apparire inadeguata

Vi state preparando per un colloquio di lavoro o più semplicemente volete far colpo sul vostro capo? Bene, ecco 11 errori da evitare ad ogni costo, fra cattive abitudini e tic, se non volete sembrare a disagio o peggio incompetenti. Sì, perché un team di psicologi esperti in consigli su come costruire al meglio la propria carriera ha individuato le peggiori abitudini legate al linguaggio del corpo che veicolano messaggi negativi su personalità e capacità che abbiamo da spendere.

Advertisement - Continue Reading Below

1 Mangiarsi le unghie

Uno dei tic più comuni è anche uno dei peggiori biglietti da visita. Come sottolinea la consulente per la carriera Amanda Augustine: «le unghie rosicchiate non solo vi faranno apparire in disordine, ma sono facilmente assimilabili ad una bassa considerazione di se stessi».

2 Controllare il telefono

Cellulari-dipendenti, datevi un freno, perché le continue occhiate al vostro smartphone vi faranno senza dubbio apparire annoiati dalla situazione circostante. Anche questo, tuttavia, è uno dei vizi più diffusi, basti dire che uno studio americano ha di recente rilevato che la maggior parte delle persone controlla il cellulare ogni 2-3 minuti.

Advertisement - Continue Reading Below

3 Guardare in basso

Evitare lo sguardo di chi vi parla diminuisce sensibilmente le vostre possibilità di fare una buona impressione, al contrario vi può far sembrare impreparati, disinteressati, non sinceri e persino arroganti. Chi guarda dritto in faccia, anche qui senza esagerare, dà l'idea di essere onesto e sicuro di sé.

4 Sfregarsi le mani

Rosalinda Oropeza Randall, una delle più celebri esperte di etichetta, sottolinea che sfregarsi di continuo le mani può distogliere l'attenzione da ciò di cui si sta parlando. Durante un colloqui, suggerisce l'esperta, è meglio concentrarsi per tenere le mani ferme, magari appoggiate con il palmo sulle ginocchia.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Dire: "Hmm, questa è una buona domanda"

Rispondere a ogni domanda partendo dal "questa sì che è una buona domanda" vi renderà untuosi agli occhi degli altri. Insomma, sembrare subito dei leccapiedi non è una tattica vincente.

6 Ridere sguaiatamente

Scoppiare a ridere all'improvviso è certamente qualcosa di poco controllabile e al contempo legato a filo doppio all'agitazione del momento. Tuttavia è consigliabile almeno tentare di arginare una risata troppo sguaiata, perché vi renderà agli occhi di chi vi esamina eccessivamente imprevedibili.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Corrugare la fronte

Rilassate i muscoli facciali e evitate a ogni costo di corrugare le fronte, perché, dice di nuovo Augustine, non solo «vi rende meno piacevoli, ma vi farà sembrare anche meno intelligenti. Allentavi, piuttosto, a sorridere allo specchio: un sorriso sì che vi conferirà un'aria sveglia».

8 Giocare con i capelli

Se non volete cadere nella tipica aria da svampita, evitate di attorcigliare i capelli intorno alle dita. Fa troppo Lolita e troppo poco donna in carriera. Il modo migliore per non cadere in tentazione? Una bella coda di cavallo.

Advertisement - Continue Reading Below

9 Usare troppi intercalari

Fate uno sforzo di concentrazione in più ed evitate gli intercalari o gli eccessivi «mmm». Vi ricordate per caso l'effetto che vi faceva quando a scuola chi era interrogato ripeteva all'ossessione una determinata parola? Ecco, non vorrete certo scatenare in chi vi ascolta quello stesso effetto.

10 Digrignare i denti

Specie per chi soffre di bruxismo, ovvero il tic nervoso che fa digrignare i denti mentre si dorme, farlo anche di giorno, soprattutto nelle situazioni stressanti, è molto comune. Purtroppo però vi farà apparire ansiosi e facili agli scoppi d'ira.

More from Gioia!:
La depressione post parto colpisce anche gli uomini
Emozioni
CONDIVIDI
La depressione post partum colpisce (anche) lui
Anche i neo-padri possono soffrire i sintomi del baby blues perché impreparati ad assumere la loro nuova identità
Emozioni
CONDIVIDI
In difesa delle lacrime al lavoro
Piangere in ufficio è l'ultimo dei tabù, quasi uno stigma sociale, e invece potrebbe essere un modo positivo per sviscerare problemi e...
Come combattere stress e fatica con la Mindfulness: 4 esercizi da fare in pausa pranzo
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: pausa pranzo antistress
Quando le vacanze sono ancora lontane bastano 15 minuti per ritrovare forza e serenità
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Emozioni
CONDIVIDI
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Controcorrente rispetto al consumismo apparentemente dominante, una nuova corrente di pensiero spinge, invece, ad accumulare meno, in virtù...
Emozioni
CONDIVIDI
«La sua famiglia è contro il nostro amore»
«Lei è la donna della mia vita, ma i suoi ci hanno fatto litigare»: coraggio cavaliere, 
la forza devi mettercela tu!
Ecco 10 libri di psicologia da leggere durante l'estate
Emozioni
CONDIVIDI
10 libri da mettere in valigia per conoscersi meglio
Dalle virtù del riposo all'autostima erotica, dall'onore alle gioie (e i dolori) della maternità, ecco i testi di psicologia da portare in...
Emozioni
CONDIVIDI
La paura del giudizio altrui è come un mammut (che continua a ostacolarti la strada)
Secondo una teoria psicologica c'è un retaggio preistorico che ci fa cercare l'approvazione, ma si può domare!
Emozioni
CONDIVIDI
Resilienza: impara ad allenarla
Sheryl Sandberg, direttrice operativo di Facebook, ha raccontato in un libro la morte del marito e la sua volontà di affrontare il dolore e...
Emozioni
CONDIVIDI
«Mi sembrava affascinante, ma è un narcisista»
«Parla solo di sé, io o un'altra, uguale, pur di farsi ammirare»: è solo un equivoco fra narcisisti, lui ha rovesciato il gioco
Emozioni
CONDIVIDI
5 mosse per trasformare una giornata iniziata male
Per tornare di buon umore basta seguire la regola delle 5R!