Colloquio di lavoro: 11 errori da evitare assolutamente

Hai in agenda un incontro di lavoro importante? Attenzione al linguaggio del corpo: ecco quali sono secondo gli psicologi gli atteggiamenti o i tic che possono diminuire le tue chance di successo e farti apparire inadeguata

Vi state preparando per un colloquio di lavoro o più semplicemente volete far colpo sul vostro capo? Bene, ecco 11 errori da evitare ad ogni costo, fra cattive abitudini e tic, se non volete sembrare a disagio o peggio incompetenti. Sì, perché un team di psicologi esperti in consigli su come costruire al meglio la propria carriera ha individuato le peggiori abitudini legate al linguaggio del corpo che veicolano messaggi negativi su personalità e capacità che abbiamo da spendere.

Advertisement - Continue Reading Below

1 Mangiarsi le unghie

Uno dei tic più comuni è anche uno dei peggiori biglietti da visita. Come sottolinea la consulente per la carriera Amanda Augustine: «le unghie rosicchiate non solo vi faranno apparire in disordine, ma sono facilmente assimilabili ad una bassa considerazione di se stessi».

2 Controllare il telefono

Cellulari-dipendenti, datevi un freno, perché le continue occhiate al vostro smartphone vi faranno senza dubbio apparire annoiati dalla situazione circostante. Anche questo, tuttavia, è uno dei vizi più diffusi, basti dire che uno studio americano ha di recente rilevato che la maggior parte delle persone controlla il cellulare ogni 2-3 minuti.

Advertisement - Continue Reading Below

3 Guardare in basso

Evitare lo sguardo di chi vi parla diminuisce sensibilmente le vostre possibilità di fare una buona impressione, al contrario vi può far sembrare impreparati, disinteressati, non sinceri e persino arroganti. Chi guarda dritto in faccia, anche qui senza esagerare, dà l'idea di essere onesto e sicuro di sé.

4 Sfregarsi le mani

Rosalinda Oropeza Randall, una delle più celebri esperte di etichetta, sottolinea che sfregarsi di continuo le mani può distogliere l'attenzione da ciò di cui si sta parlando. Durante un colloqui, suggerisce l'esperta, è meglio concentrarsi per tenere le mani ferme, magari appoggiate con il palmo sulle ginocchia.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Dire: "Hmm, questa è una buona domanda"

Rispondere a ogni domanda partendo dal "questa sì che è una buona domanda" vi renderà untuosi agli occhi degli altri. Insomma, sembrare subito dei leccapiedi non è una tattica vincente.

6 Ridere sguaiatamente

Scoppiare a ridere all'improvviso è certamente qualcosa di poco controllabile e al contempo legato a filo doppio all'agitazione del momento. Tuttavia è consigliabile almeno tentare di arginare una risata troppo sguaiata, perché vi renderà agli occhi di chi vi esamina eccessivamente imprevedibili.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Corrugare la fronte

Rilassate i muscoli facciali e evitate a ogni costo di corrugare le fronte, perché, dice di nuovo Augustine, non solo «vi rende meno piacevoli, ma vi farà sembrare anche meno intelligenti. Allentavi, piuttosto, a sorridere allo specchio: un sorriso sì che vi conferirà un'aria sveglia».

8 Giocare con i capelli

Se non volete cadere nella tipica aria da svampita, evitate di attorcigliare i capelli intorno alle dita. Fa troppo Lolita e troppo poco donna in carriera. Il modo migliore per non cadere in tentazione? Una bella coda di cavallo.

Advertisement - Continue Reading Below

9 Usare troppi intercalari

Fate uno sforzo di concentrazione in più ed evitate gli intercalari o gli eccessivi «mmm». Vi ricordate per caso l'effetto che vi faceva quando a scuola chi era interrogato ripeteva all'ossessione una determinata parola? Ecco, non vorrete certo scatenare in chi vi ascolta quello stesso effetto.

10 Digrignare i denti

Specie per chi soffre di bruxismo, ovvero il tic nervoso che fa digrignare i denti mentre si dorme, farlo anche di giorno, soprattutto nelle situazioni stressanti, è molto comune. Purtroppo però vi farà apparire ansiosi e facili agli scoppi d'ira.

More from Gioia!:
Emozioni
CONDIVIDI
Quando la fame d'amore diventa malattia
Chi soffre della sindrome di Munchausen finge una malattia o un trauma verso se stesso o una persona cara per attirare attenzione e affetto
Emozioni
CONDIVIDI
Principe Harry: «Sì, sono stato depresso»
Il figlio di Lady D parla del «caos totale» che lo ha colpito dopo la scomparsa della principessa Diana e dà un prezioso consiglio a tutti
grazie-mantra-che-cambia-vita
Emozioni
CONDIVIDI
Grazie, un mantra che ti cambia la vita
Impara a sviluppare il senso di gratitudine, un sentimento straordinario che, coltivato con sapienza, può cambiarti davvero la vita
La sindrome di Peter Pan è l'incapacità di assumersi responsabilità e fare delle scelte
Emozioni
CONDIVIDI
Ecco perché certi uomini sono eterni Peter Pan
È l'immaturità affettiva che porta gli uomini a essere eterni bambini
Emozioni
CONDIVIDI
Gli uomini calvi sono più sexy, sarà vero?
Secondo alcuni studi gli uomini calvi sono più intelligenti, di successo e virili rispetto a chi ha una folta chioma
come-prendere-la-decisione-giusta
Emozioni
CONDIVIDI
Sai come prendere la decisione giusta?
Decidere a volte può essere molto difficile, anche perché raramente ci chiediamo: perché lo sto facendo? Chi sono? Dove voglio arrivare?
amore-eterno-frasi-poesie
Emozioni
CONDIVIDI
Il tuo è amore eterno? Diglielo così
Frasi celebri dei film, frasi di canzoni, poesie e aforismi da dedicare a chi ami per dire che il tuo amore non avrà mai fine
Aforismi sugli amori impossibili.
Emozioni
CONDIVIDI
Amori impossibili: quando il lieto fine non c'è
La storia è piena di amori senza lieto fine, ecco le storie, le canzoni e le frasi più belle che li raccontano
Aforismi sull'amore non corrisposto.
Emozioni
CONDIVIDI
Amore non corrisposto: le frasi per dimenticare
Per dimenticare chi ti ha rubato il cuore senza ricambiare ecco le frasi e gli aforismi che ti faranno sentire meglio
depressione-come-si-cura-guarire
Emozioni
CONDIVIDI
Depressione, parlarne per guarire
La Giornata mondiale della salute del 7 aprile è dedicata alla depressione: per dire con una campagna dell'Oms che si può guarire