Stress, come evitarlo: ottava lezione di Mindfulness

Più stress c'è nelle tue giornate, maggiori sono i rischi di depressione o stanchezza cronica: ecco i 3 consigli della Mindfulness per imparare a rilassarti nella vita di tutti i giorni

Più Popolare

Care amiche, inizia una nuova settimana e per quasi tutte noi gli impegni saranno tanti. Io sono appena rientrata dall'Asia e, come sempre mi succede in Italia, vengo catapultata in un vortice in cui il tempo per noi stesse – soprattutto per noi donne – è sempre più limitato. C'è chi ha la possibilità di staccare ogni tanto e farsi qualche giorno di vacanza, chi si regala un week end in una spa… sono sicuramente belle iniziative ma tirare la corda fino al limite e poi staccare non è una buona strategia. Pensate se lo faceste con un elastico: prima o poi diventerebbe un misero cordone slabbrato. E lo stesso succede al nostro equilibrio: più stress deve sopportare, maggiori sono i rischi che collassi lasciandoci in balia di depressione, sindrome da affaticamento cronico, malattie e/o disturbi dell'umore.

Advertisement - Continue Reading Below

NON FARE NON È UNA COLPA

Per non cadere in questo tranello è  necessario imparare a rilassarsi con metodo: ogni giorno, inserire piccoli momenti di riposo tra le varie attività, a intervalli regolari. Sembra facile, ma ci vogliono impegno e consapevolezza perché gli automatismi che ci sono stati installati dalla cultura del fare – quella in cui siamo nati e cresciuti - scattano autonomamente, condizionandoci in ogni situazione.  Abbiamo una giornata libera? La riempiamo di attività solo apparentemente non lavorative: pulire la casa, invitare qualcuno a cena (e quindi cucinare), riordinare la camera dei ragazzi, leggere tutti i giornali che non siamo riuscite a guardare in settimana, incastrare un aperitivo dopo il museo e prima del cinema… Se restiamo inattive ci prende un certo malessere, ci sentiamo inefficienti e prive di significato, come se il nostro 'senso di esistere' stesse tutto nel fare. Oppure ci sentiamo in colpa. Ma il senso di colpa, oltre ad essere ingiustificato nel 90% dei casi, è un'enorme fregatura poiché ci induce ad assumerci carichi insostenibili.

Più Popolare

PRENDI CONSAPEVOLEZZA DI COME FUNZIONI

In realtà, solo imparando l'arte del non fare puoi diventare (o restare) efficiente e performante. È una questione di buon senso: spingeresti un'auto al massimo col serbatoio in riserva? Se non riposi il cervello a sufficienza, facilmente cadrai succube non solo della stanchezza, ma anche della tendenza a pensare in modo compulsivo. Quando riposi, invece, lasci lavorare la coscienza deposito, il Subconscio, che dispone del 95% delle nostre risorse mentali. Hai mai notato che, spesso, i problemi si risolvono quando non ci pensi più e smetti di accanirti nel trovare una soluzione? Se mettiamo in stop la coscienza mentale e ci dedichiamo al sogno, alla libera creatività, all'espressione puramente corporea creiamo il terreno in cui fiorisce l'intuizione, cioè la facoltà conoscitiva più vivida e meno dispendiosa a livello energetico. Addestrandoci all'arte del rilassamento, ci accorgiamo che l'energia del subconscio è una risorsa enorme e sempre disponibile: riposando, possiamo attingerne a piene mani.

Advertisement - Continue Reading Below

LA STRATEGIA ANTI STRESS

Come applicare questi concetti per non cadere in stato di stress nel nostro oberato quotidiano? Ecco i 3 punti chiave della strategia mindful:

  1. Pratica tutti i giorni la Meditazione seduta. Dieci minuti di meditazione consapevole valgono come un'ora di sonno. Ti abituano a rilassarti nel momento presente senza cercare di riempirlo per forza con qualcosa. Siamo abituati a riempire tutti gli spazi vuoti, ma meditando possiamo imparare a fare il contrario: coltivare il vuoto come preziosissimo momento di ricarica.
  2. Fai piccoli ma numerosi break consapevoli. Fermati più volte durante la giornata per il tempo di 3 respiri lenti e profondi. Concentrati sul respiro per tornare al corpo, alle sue sensazioni. Questo consente di calmare le pulsazioni del cuore e allentare la tensione emotiva. Il solo fatto di ascoltare il proprio respiro e osservare la pancia che si alza e si abbassa ha un effetto calmante su tutti gli organi. Ma come ricordarsi di farlo? Puoi scaricare l'applicazione 'Mindfulness Bell' sullo smartphone: ogni tanto sentirai suonare una campana, che è il segno che devi fermati per 3 respiri. Mentre respiri, osserva il tuo corpo controllando la postura: sei dritta, sei storta, hai la schiena incurvata?.Poi controlla se ci sono delle tensioni: stai serrando la mascella? Stai corrugando la fronte? Stai strizzando gli occhi? Questi piccoli e ripetuti momenti di riposo consapevole, in cui spezzi il lavorio della mente e ti osservi tornando al corpo, sono utilissimi per 'arieggiare la mente' e riportare la pressione dello stress sotto il livello di guarda in modo sistematico e costante.
  3. Rilassati amorevolmente. Come ho già accennato nella scorsa lezione, se il semplice body scan è utile per rilassare tutto il corpo e ridurre la fatica sia fisica che mentale, il rilassamento profondo animato da gratitudine e amorevolezza ha un effetto anti stress più marcato perché ridà un senso a tutte le parti che ci compongono rimettendoci in gioiosa relazione con esse. Più che cercare di capirne intellettualmente l'effetto, puoi sperimentarlo lasciandoti guidare dalla mia voce: vedrai tu stessa la differenza. Trovi la traccia vocale cliccando qui.

Una volta entrata nella pagina dei free tools, clicca su 'rilassamento profondo', inserisci la password 'gratitudine' e segui le brevi istruzioni. Se ti è possibile, pratica questo esercizio tutte le sere per migliorare la qualità del tuo sonno, oppure tutte le mattine per iniziare con una carica di energia amorevole che renderà più leggera tutta la giornata.

Ti auguro una splendida settimana.

Con Amore

Grazia

Grazia Pallagrosi

Grazia Pallagrosi, giornalista e insegnante di Mindfulness, vive tra l'Italia e la Thailandia, dove conduce ritiri di meditazione e riequilibrio psicofisico.

More from Gioia!:
Come combattere l'insonnia con la Mindfulness: rimedi e consigli
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: come combattere l'insonnia
Puntando troppo sul lavorio mentale ci siamo educati a non riposare ma non è detta l'ultima parola
La depressione post parto colpisce anche gli uomini
Emozioni
CONDIVIDI
La depressione post partum colpisce (anche) lui
Anche i neo-padri possono soffrire i sintomi del baby blues perché impreparati ad assumere la loro nuova identità
Emozioni
CONDIVIDI
In difesa delle lacrime al lavoro
Piangere in ufficio è l'ultimo dei tabù, quasi uno stigma sociale, e invece potrebbe essere un modo positivo per sviscerare problemi e...
Come combattere stress e fatica con la Mindfulness: 4 esercizi da fare in pausa pranzo
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: pausa pranzo antistress
Quando le vacanze sono ancora lontane bastano 15 minuti per ritrovare forza e serenità
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Emozioni
CONDIVIDI
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Controcorrente rispetto al consumismo apparentemente dominante, una nuova corrente di pensiero spinge, invece, ad accumulare meno, in virtù...
Emozioni
CONDIVIDI
«La sua famiglia è contro il nostro amore»
«Lei è la donna della mia vita, ma i suoi ci hanno fatto litigare»: coraggio cavaliere, 
la forza devi mettercela tu!
Ecco 10 libri di psicologia da leggere durante l'estate
Emozioni
CONDIVIDI
10 libri da mettere in valigia per conoscersi meglio
Dalle virtù del riposo all'autostima erotica, dall'onore alle gioie (e i dolori) della maternità, ecco i testi di psicologia da portare in...
Emozioni
CONDIVIDI
La paura del giudizio altrui è come un mammut (che continua a ostacolarti la strada)
Secondo una teoria psicologica c'è un retaggio preistorico che ci fa cercare l'approvazione, ma si può domare!
Emozioni
CONDIVIDI
Resilienza: impara ad allenarla
Sheryl Sandberg, direttrice operativo di Facebook, ha raccontato in un libro la morte del marito e la sua volontà di affrontare il dolore e...
Emozioni
CONDIVIDI
«Mi sembrava affascinante, ma è un narcisista»
«Parla solo di sé, io o un'altra, uguale, pur di farsi ammirare»: è solo un equivoco fra narcisisti, lui ha rovesciato il gioco