Persone false: se le conosci impari a evitarle

Sai come riconoscere le persone false? Ecco alcuni consigli per allontanarle definitivamente dalla tua vita e renderla migliore

Più Popolare

Prima o poi nella vita tutti abbiamo avuto a che fare con delle persone false: un amico o un'amica dal comportamento ambiguo, qualcuno i cui pensieri e sentimenti non sono mai stati davvero chiari o, peggio, alla fine si rivelavano l'esatto opposto di ciò che traspariva in superficie.

Quando cade la maschera e scopriamo il vero volto di quello che credevamo un amico, di una che rientra di diritto nella categoria delle persone false, la delusione e il senso di tradimento possono essere grandi, soprattutto se avevamo investito molto in quel rapporto e credevamo nell'amicizia che ci legava a quella certa persona.

Advertisement - Continue Reading Below

E dunque, come riconoscere la falsità di una persona prima che sia troppo tardi? Stare attenta a questi cinque segnali ti potrebbe essere d'aiuto.

Più Popolare

Come riconoscere le persone false

Uno. Valuta il tempo che la persona ti dedica. Se le serve un passaggio in macchina, sei la prima persona che chiama, e se hai un invito a una festa imperdibile, ti convince a portarla con te. Quando però sei tu a chiamare per un favore o semplicemente perché ti senti giù e desideri il conforto di una voce amica, non c'è, il cellulare non prende, ha la febbre, ha un impegno di lavoro che non può lasciare.

Due. Fai caso a come parla delle altre persone. «Francesca è una gattamorta. Andrea è un parassita. Luca tradisce Marina con l'amica della sorella, ma d'altra parte Marina l'ha sposato per interesse, quindi le sta bene». E così via.

Se questa persona che credi tua amica parla in questa maniera dei vostri altri amici o conoscenti, viene da chiedersi come parlerà di te, non è vero? Se la sua lingua può essere così spietata e tagliente, stai sicuro che prima o poi taglierà anche te, basta che giri la schiena. Chi ha sempre una "buona" parola per tutti, un giorno ce l'avrà anche per te.

Tre. Dai credito alle tue sensazioni "di pancia". Succede che quando siete insieme, per qualche motivo che non sai nemmeno spiegarti non ti senti mai completamente te stessa e non riesci ad essere davvero rilassata. Provi una sensazione di sottile inquietudine, di fastidioso disagio, qualcosa ti dice che è meglio non aprirti fino in fondo. Quel qualcosa è il tuo istinto, e di solito non sbaglia: forse è meglio che gli presti ascolto.

Quattro. Bugie, invidia, competizione. Non di rado le persone false lo sono perché si sentono insicure e hanno un complesso di inferiorità e inadeguatezza rispetto a tutto e tutti. Questo le spinge a mentire spesso, a raccontare imprese improbabili di cui sono inverosimili protagonisti, a mettersi in competizione con gli altri su qualunque cosa e a dimostrare invidia per chi è più ricco, più intelligente, ha più capelli, rimorchia di più. Se gli lasci credere di essere il migliore, lo renderai inoffensivo.

Cinque. Osserva come reagisce ai tuoi successi. Dice «Brava! Congratulazioni!», ma le sue labbra si contraggono in una smorfia che sembra più un ghigno che un sorriso. Forse il tuo amico/a non è intimamente felice per la tua promozione.

Aforismi sulle persone false

Magari come bussola possono servirti anche questi detti e aforismi sull'ipocrisia che poi sono nella sostanza frasi contro le persone false:

  • Il non parlare affatto di sé è un'ipocrisia molto distinta.
  • L'ipocrita, dunque, non dice ciò che pensa perché non vuole essere giudicato: l'ipocrita dunque nega se stesso perché non intende confrontarsi con la realtà che lo circonda, perché non se la sente di contrastare un'opinione che gode di credito nel mondo.
  • La falsa indignazione è la più ripugnante forma d'ipocrisia.
  • L'ipocrita non vuole che il suo pensiero sia colto, per questo abilmente lo nasconde del tutto.
  • Mi chiedo se ci sia più peccato nel seguire quello che sento o nell'ipocrisia di vivere ciò che non sono.
  • Il più difficile e faticoso di tutti i vizi, l'ipocrisia è un compito ventiquattro ore su ventiquattro.
  • L'ipocrita si sforza in continuazione di sembrare buono, pur essendo cattivo.
  • L'unico vizio che non può essere perdonato è l'ipocrisia. Il pentimento di un ipocrita è esso stesso ipocrisia.
  • Gli ipocriti sono furfanti sotto l'apparenza di santi.
  • Nessuno può a lungo avere una faccia per sé stesso e un'altra per la folla senza rischiare di non sapere più quale sia quella vera.
  • L'ipocrisia non è lo strumento dell'ipocrita, ma la sua prigione.
  • L'umiltà dell'ipocrita è superbia mascherata.
  • Quando la necessità ci porta a usare parole sincere, cade la maschera e si vede l'uomo ipocrita.
  • Agisce con ipocrisia colui che cerca di rimediare all'odio degli occhi con il sorriso delle labbra.
  • Nelle persone di capacità limitate la modestia è semplice onestà, ma in chi possiede un grande talento è ipocrisia.
More from Gioia!:
La depressione post parto colpisce anche gli uomini
Emozioni
CONDIVIDI
La depressione post partum colpisce (anche) lui
Anche i neo-padri possono soffrire i sintomi del baby blues perché impreparati ad assumere la loro nuova identità
Emozioni
CONDIVIDI
In difesa delle lacrime al lavoro
Piangere in ufficio è l'ultimo dei tabù, quasi uno stigma sociale, e invece potrebbe essere un modo positivo per sviscerare problemi e...
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Emozioni
CONDIVIDI
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Controcorrente rispetto al consumismo apparentemente dominante, una nuova corrente di pensiero spinge, invece, ad accumulare meno, in virtù...
Emozioni
CONDIVIDI
«La sua famiglia è contro il nostro amore»
«Lei è la donna della mia vita, ma i suoi ci hanno fatto litigare»: coraggio cavaliere, 
la forza devi mettercela tu!
Ecco 10 libri di psicologia da leggere durante l'estate
Emozioni
CONDIVIDI
10 libri da mettere in valigia per conoscersi meglio
Dalle virtù del riposo all'autostima erotica, dall'onore alle gioie (e i dolori) della maternità, ecco i testi di psicologia da portare in...
Emozioni
CONDIVIDI
La paura del giudizio altrui è come un mammut (che continua a ostacolarti la strada)
Secondo una teoria psicologica c'è un retaggio preistorico che ci fa cercare l'approvazione, ma si può domare!
Emozioni
CONDIVIDI
Resilienza: impara ad allenarla
Sheryl Sandberg, direttrice operativo di Facebook, ha raccontato in un libro la morte del marito e la sua volontà di affrontare il dolore e...
Emozioni
CONDIVIDI
«Mi sembrava affascinante, ma è un narcisista»
«Parla solo di sé, io o un'altra, uguale, pur di farsi ammirare»: è solo un equivoco fra narcisisti, lui ha rovesciato il gioco
Emozioni
CONDIVIDI
5 mosse per trasformare una giornata iniziata male
Per tornare di buon umore basta seguire la regola delle 5R!
Emozioni
CONDIVIDI
«Appena mi chiama io corro, ma lui è ambiguo»
Tu dici che lui è disonesto, mentre tu sei tenera e fedele, ma poi si scopre che hai anche un marito e stai parlando del tuo amante