Come passare dalla distrazione digitale alla concentrazione in soli 29 giorni

I consigli della mindfulness per smettere di abboccare alle armi di distrazione di massa rappresentate dalle distrazioni digitali e recuperare tempo te stessa e per chi ami

Più Popolare

Care amiche,

la settimana scorsa abbiamo parlato di armi di distrazione di massa. Se avete prestato attenzione alle modalità con cui abboccate alle distrazioni digitali, forse vi siete rese conto del tempo che si spreca per cose di cui in realtà non ci interessa proprio nulla, facendosi trascinare da un post all'altro, da un commento all'altro, da un video all'altro. Forse vi siete anche rese conto di essere in preda a un forte automatismo, difficile da smantellare perché ormai la distrazione è diventata un'abitudine. Ma nulla è irrimediabile: il momento in cui diventiamo consapevoli di essere inconsapevoli segna il salto di qualità primaria e l'inizio del processo di liberazione. Il passo successivo è applicare ripetutamente una serie di passaggi. Nel tempo massimo di 29 giorni, grazie alla plasticità del nostro cervello, la vecchia abitudine verrà smantellata in favore di una nuova, più funzionale al vero benessere.

Advertisement - Continue Reading Below

Ecco come liberarsi dalla distrazioni digitali in soli 3 step

Scegli una fascia oraria al giorno in cui scollegarti da internet

Ci sono momenti in cui essere online non serve a nulla. A meno che tu non debba utilizzare internet per svolgere le tue attività 24 ore su 24 (e questo richiederebbe un serio lavoro sulla riprogrammazione del rapporto Essere/fare ovvero Vivere/produrre), andare a zonzo sui social è una delle maggiori fonti di distrazione, che ruba tempo alle cose (e alle persone) importanti.

Più Popolare

Elimina le notifiche

A cosa servono? Non trovare scuse e prendi consapevolezza del fatto che ti tengono continuamente aperta 'a qualcos'altro' predisponendo la mente a stare con in piedi in due scarpe. Quindi togli le notifiche e decidi di controllare tutto quello che devi controllare (Facebook, Instagram, Messenger etc) in 2-3 fasce orarie pre-programmate al giorno.

Gestisci la posta elettronica in modo consapevole

Secondo una ricerca del McKinsey Global Institute, dedichiamo mediamente 13 ore a settimana (28% del tempo lavorativo) a leggere, cancellare, ordinare ed inviare le nostre e-mail. Pensa a quante cose potresti fare per te stessa (o per chi hai a cuore) in solo la metà di quel tempo! Per smettere di essere schiava di quel flusso risucchiante il trucco è stabilire degli orari specifici (massimo 2-3 periodi di un'ora ogni giorno) in cui controllare le mail e rispondere. Se sei abituata a leggere e rispondere in tempo reale (moltissimi ormai usano le mail al posto del telefono, purtroppo) sappi che stai dando te stessa in pasto a uno dei più grossi parassiti mentali, che ruba tempo ed energia inducendo in distrazione. Nelle impostazioni del tuo provider puoi programmare una mail automatica di risposta che dice 'in questo momento non posso leggere la posta elettronica. Risponderò dalle 12 alle 13 oppure dalle 17 alle 18'. Se ti sembra infattibile (perché pensi con timore a come reagirà chi legge) sappi che è uno dei metodi suggeriti dal famoso Tim Ferris, life-coach e autore del best seller 4 ore alla settimana in cui insegna come ha fatto a diventare miliardario lavorando solo 4 ore alla settimana. La sua vita e le sue istruzioni dimostrano che si può iniziare a lavorare per vivere e smettere di vivere per lavorare. Esistono anche delle utili estensioni per browser, come il Block site di Chrome, che disattivano l'accesso a determinati siti (ad esempio social o posta elettronica) in specifici momenti della giornata: se sei molto dipendente dagli input distrattivi puoi utilizzarlo per proteggerti e gestire in modo più efficiente il tuo tempo.

Questa strategia in tre step è davvero semplice, ma può costare tanta fatica nei primi giorni, perché la forza dell'abitudine ti remerà contro. Rassicurati: per averla vinta non devi brillare per capacità e talento, ti basterà avere determinazione e pazienza nella prima settimana. Poi sarà un percorso in discesa, con risultati che ti sorprenderanno! Avrai 'miracolosamente' più tempo da dedicare alle cose che reputi importanti per te e ti accorgerai che riuscirai a svolgere il tuo lavoro in modo più disteso, calmo, qualitativamente migliore e incredibilmente veloce. Anche gli altri lo apprezzeranno.

Prova, e, se vuoi, condividi con noi la tua esperienza e facci sapere come va.

Buona liberazione!

Con Amore,

Grazia

Grazia Pallagrosi

Grazia Pallagrosi, giornalista e insegnante di Mindfulness, vive tra l'Italia e la Thailandia, dove conduce ritiri di meditazione e riequilibrio psicofisico.

More from Gioia!:
Saper ascoltare gli altri è una vera arte
Emozioni
CONDIVIDI
Impara ad ascoltare e la tua vita (oltre che le tue relazioni) cambierà
Chi sa ascoltare senza interrompere e senza la pretesa di giudicare riesce a entrare meglio in empatia con le persone, quindi migliora le...
Chirurgia estetica viso: non riconosco più mia moglie dopo l'intervento
Emozioni
CONDIVIDI
«Mia moglie si è rifatta: non la riconosco»
Tornare con un'altra faccia è un brutto scherzo per chi ci ama, ma a lei serviva un gesto di indipendenza
Emozioni
CONDIVIDI
Se è lui a non voler fare l'amore
Dover fare i conti con un rifiuto può toccare anche a noi donne, ma, senza farne una tragedia, si possono capire insieme le ragioni dietro...
Emozioni
CONDIVIDI
Contro la violenza sulle donne c'è una sola soluzione: la cultura del rispetto
La criminologa esperta di violenza psicologica Cinzia Mammoliti spiega i meccanismi che portano allo schema tipico di una relazione malata...
Emozioni
CONDIVIDI
5 frasi da non dire a un'amica a dieta
Anche un «stai benissimo» detto con troppo slancio potrebbe far intendere che prima, la poveretta, fosse inquadrabile, quindi, se siete...
Emozioni
CONDIVIDI
Digital detox: 10 dritte per vacanze offline
Disconnettersi? Si può (e ti sveliamo come)
amore come un altalena uomo che fugge
Emozioni
CONDIVIDI
«Il suo amore è un'altalena: devo credergli?»
«Dopo 3 anni, mi dice che non è pronto»: se ti ama, ma per natura è un fuggitivo, potete amarvi anche così
Emozioni
CONDIVIDI
«Le nozze sono vicine, ma io voglio scappare»
Fai ancora in tempo, se riesci a fare un salto mortale scavalcando regali, bomboniere e il triste compromesso in cui sei invischiata
Emozioni
CONDIVIDI
Come ritrovare l'intesa di coppia in 5 mosse
Ritrovare complicità e feeling con il proprio partner potrebbe essere il vostro buon proposito per queste vacanze, e noi vi suggeriamo 5...
La depressione post parto colpisce anche gli uomini
Emozioni
CONDIVIDI
La depressione post partum colpisce (anche) lui
Anche i neo-padri possono soffrire i sintomi del baby blues perché impreparati ad assumere la loro nuova identità