Come dimenticare un uomo che hai amato tantissimo

Dimenticare un ex non è mai facile, se è stato un grande amore è ancora più difficile: ecco i consigli pratici per andare oltre e ricominciare

Più Popolare

Quando finisce un amore, spesso restano le cicatrici. Soprattutto per le donne, non è facile mettere tutto da parte e ricominciare. Ci si guarda alle spalle, magari con rimpianto e nostalgia. E non si riesce a dimenticare, a guardare avanti, a costruirsi una nuova vita. Come dimenticare un uomo che si è amato molto? Facile a dirsi, un po' meno a realizzarsi. Perché bisognerebbe far piazza pulita del passato, con la consapevolezza che il partner che ci ha fatto battere il cuore, che si è amato, con cui si sono condivisi tanti momenti, belli o brutti che siano, semplicemente non è l'unico possibile. Come dimenticare un grande amore, dunque? La situazione si complica quando l'altro ci è già riuscito.

Advertisement - Continue Reading Below

Come dimenticare un amore

Accorgersi che il proprio ex ha un'altra donna, che è felice, affiatato e in simbiosi con la nuova compagna non provoca invidia, non almeno in quello che è il significato profondo del termine: provoca soprattutto dolore, come una spina nel cuore. Ciò accade anche quando è viva la convinzione che la storia precedente non funzionava, non aveva futuro, che "è stato meglio così". Fine di un amore, ma non del dispiacere.

Più Popolare

Come dimenticare un ex

Lo si dice, ne si è anche convinte, ma poi il pensiero torna a "quello lì", a come sarebbe stato bello se solo foste riusciti a... o aveste avuto un po' più di pazienza quando... Rimpianti, tormenti e sofferenze, che bisognerebbe accantonare al più presto per dimenticare un ex. Ma perché accade tutto questo? Perché è così difficile liberarsi dei fantasmi del passato, anzi del fantasma di un uomo che ormai ha intrapreso altre strade? Anzitutto perché perdere una persona che si ama è un po' come dover metabolizzare un lutto. Con le dovute differenze, ci si rifiuta di credere che una persona cara non ci sia più, si finisce col costruire la convinzione, la speranza che si sia solo allontanato e possa tornare presto.

Ecco, in questo caso è l'amore ad essere morto e sperare che possa risorgere è davvero un esercizio vano. In secondo luogo, proprio come nel caso dei defunti ("nihil nisi bonum", vale a dire "nessuna cosa che non sia positiva" è lecito affermare a proposito di una persona morta), attorno all'ex spesso si costruisce un'immagine eccessivamente positiva, angelica, assolutamente fuori dalla realtà. Si tende a mitizzare – insomma - un uomo e una relazione fonti invece più di dolori che di gioie, di ansie che di momenti felici. Inoltre, la tristezza della fine vale anche a bloccare qualsiasi altra iniziativa, costringe a restare ferme e addolorate in contemplazione del passato, vittime di una autocommiserazione che non porterà da nessuna parte.

Non riesco a dimenticarlo

Ma allora bisogna rassegnarsi oppure c'è qualcosa di concreto che si può fare per liberarsi dello scheletro di un amore finito? Come si fa a dimenticare una persona? Facile rispondere con il classico "chiodo scaccia chiodo", ma in fondo è proprio questo che dovrebbe essere il fine ultimo delle proprie attività. Non bisogna far in modo che il dolore, la tristezza, la malinconia possano bloccare tutto. Questo è il momento di rivolgersi ad amici, ad amiche, per uscire la sera, fare una passeggiata, andare in piscina o in palestra, inventarsi qualcosa. Liberarsi dei pensieri negativi e ricercare la positività in ogni cosa è il primo passo per uscire dall'impasse.

Come dimenticare un amore finito

Il secondo è riflettere su cosa stia facendo l'altro nel frattempo: ti ha cercato? No. Si è messo con un'altra? Probabilmente sì. E allora non era interessato a te. Punto e basta. Bisogna ricercare chi ci ama davvero, non chi ha preferito altro. E allora via libera a nuove conoscenze, a esperienze stuzzicanti, a cose mai fatte prima. Qualsiasi cosa utile possa servire a rompere quel muro di tristezza, di dolore e di malinconia che inevitabilmente è sopraggiunto dopo la rottura con un uomo, deve essere perseguita ed incoraggiata. Il percorso è difficile, zeppo di ostacoli e di tormenti, ma la luce in fondo al tunnel c'è per tutte. Dimenticare un uomo che hai amato molto non è impossibile: in molti casi è doveroso.

More from Gioia!:
Come combattere l'insonnia con la Mindfulness: rimedi e consigli
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: come combattere l'insonnia
Puntando troppo sul lavorio mentale ci siamo educati a non riposare ma non è detta l'ultima parola
La depressione post parto colpisce anche gli uomini
Emozioni
CONDIVIDI
La depressione post partum colpisce (anche) lui
Anche i neo-padri possono soffrire i sintomi del baby blues perché impreparati ad assumere la loro nuova identità
Emozioni
CONDIVIDI
In difesa delle lacrime al lavoro
Piangere in ufficio è l'ultimo dei tabù, quasi uno stigma sociale, e invece potrebbe essere un modo positivo per sviscerare problemi e...
Come combattere stress e fatica con la Mindfulness: 4 esercizi da fare in pausa pranzo
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: pausa pranzo antistress
Quando le vacanze sono ancora lontane bastano 15 minuti per ritrovare forza e serenità
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Emozioni
CONDIVIDI
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Controcorrente rispetto al consumismo apparentemente dominante, una nuova corrente di pensiero spinge, invece, ad accumulare meno, in virtù...
Emozioni
CONDIVIDI
«La sua famiglia è contro il nostro amore»
«Lei è la donna della mia vita, ma i suoi ci hanno fatto litigare»: coraggio cavaliere, 
la forza devi mettercela tu!
Ecco 10 libri di psicologia da leggere durante l'estate
Emozioni
CONDIVIDI
10 libri da mettere in valigia per conoscersi meglio
Dalle virtù del riposo all'autostima erotica, dall'onore alle gioie (e i dolori) della maternità, ecco i testi di psicologia da portare in...
Emozioni
CONDIVIDI
La paura del giudizio altrui è come un mammut (che continua a ostacolarti la strada)
Secondo una teoria psicologica c'è un retaggio preistorico che ci fa cercare l'approvazione, ma si può domare!
Emozioni
CONDIVIDI
Resilienza: impara ad allenarla
Sheryl Sandberg, direttrice operativo di Facebook, ha raccontato in un libro la morte del marito e la sua volontà di affrontare il dolore e...
Emozioni
CONDIVIDI
«Mi sembrava affascinante, ma è un narcisista»
«Parla solo di sé, io o un'altra, uguale, pur di farsi ammirare»: è solo un equivoco fra narcisisti, lui ha rovesciato il gioco