Come dimenticare un uomo che hai amato tantissimo

Dimenticare un ex non è mai facile, se è stato un grande amore è ancora più difficile: ecco i consigli pratici per andare oltre e ricominciare

Più Popolare

Quando finisce un amore, spesso restano le cicatrici. Soprattutto per le donne, non è facile mettere tutto da parte e ricominciare. Ci si guarda alle spalle, magari con rimpianto e nostalgia. E non si riesce a dimenticare, a guardare avanti, a costruirsi una nuova vita. Come dimenticare un uomo che si è amato molto? Facile a dirsi, un po' meno a realizzarsi. Perché bisognerebbe far piazza pulita del passato, con la consapevolezza che il partner che ci ha fatto battere il cuore, che si è amato, con cui si sono condivisi tanti momenti, belli o brutti che siano, semplicemente non è l'unico possibile. Come dimenticare un grande amore, dunque? La situazione si complica quando l'altro ci è già riuscito.

Advertisement - Continue Reading Below

Come dimenticare un amore

Accorgersi che il proprio ex ha un'altra donna, che è felice, affiatato e in simbiosi con la nuova compagna non provoca invidia, non almeno in quello che è il significato profondo del termine: provoca soprattutto dolore, come una spina nel cuore. Ciò accade anche quando è viva la convinzione che la storia precedente non funzionava, non aveva futuro, che "è stato meglio così". Fine di un amore, ma non del dispiacere.

Più Popolare

Come dimenticare un ex

Lo si dice, ne si è anche convinte, ma poi il pensiero torna a "quello lì", a come sarebbe stato bello se solo foste riusciti a... o aveste avuto un po' più di pazienza quando... Rimpianti, tormenti e sofferenze, che bisognerebbe accantonare al più presto per dimenticare un ex. Ma perché accade tutto questo? Perché è così difficile liberarsi dei fantasmi del passato, anzi del fantasma di un uomo che ormai ha intrapreso altre strade? Anzitutto perché perdere una persona che si ama è un po' come dover metabolizzare un lutto. Con le dovute differenze, ci si rifiuta di credere che una persona cara non ci sia più, si finisce col costruire la convinzione, la speranza che si sia solo allontanato e possa tornare presto.

Ecco, in questo caso è l'amore ad essere morto e sperare che possa risorgere è davvero un esercizio vano. In secondo luogo, proprio come nel caso dei defunti ("nihil nisi bonum", vale a dire "nessuna cosa che non sia positiva" è lecito affermare a proposito di una persona morta), attorno all'ex spesso si costruisce un'immagine eccessivamente positiva, angelica, assolutamente fuori dalla realtà. Si tende a mitizzare – insomma - un uomo e una relazione fonti invece più di dolori che di gioie, di ansie che di momenti felici. Inoltre, la tristezza della fine vale anche a bloccare qualsiasi altra iniziativa, costringe a restare ferme e addolorate in contemplazione del passato, vittime di una autocommiserazione che non porterà da nessuna parte.

Non riesco a dimenticarlo

Ma allora bisogna rassegnarsi oppure c'è qualcosa di concreto che si può fare per liberarsi dello scheletro di un amore finito? Come si fa a dimenticare una persona? Facile rispondere con il classico "chiodo scaccia chiodo", ma in fondo è proprio questo che dovrebbe essere il fine ultimo delle proprie attività. Non bisogna far in modo che il dolore, la tristezza, la malinconia possano bloccare tutto. Questo è il momento di rivolgersi ad amici, ad amiche, per uscire la sera, fare una passeggiata, andare in piscina o in palestra, inventarsi qualcosa. Liberarsi dei pensieri negativi e ricercare la positività in ogni cosa è il primo passo per uscire dall'impasse.

Come dimenticare un amore finito

Il secondo è riflettere su cosa stia facendo l'altro nel frattempo: ti ha cercato? No. Si è messo con un'altra? Probabilmente sì. E allora non era interessato a te. Punto e basta. Bisogna ricercare chi ci ama davvero, non chi ha preferito altro. E allora via libera a nuove conoscenze, a esperienze stuzzicanti, a cose mai fatte prima. Qualsiasi cosa utile possa servire a rompere quel muro di tristezza, di dolore e di malinconia che inevitabilmente è sopraggiunto dopo la rottura con un uomo, deve essere perseguita ed incoraggiata. Il percorso è difficile, zeppo di ostacoli e di tormenti, ma la luce in fondo al tunnel c'è per tutte. Dimenticare un uomo che hai amato molto non è impossibile: in molti casi è doveroso.

More from Gioia!:
Emozioni
CONDIVIDI
Come spiegare, cosa dire e come gestire con i propri figli il dolore del fallimento di un matrimonio
Non ci sono le parole giuste per dire ai bambini che mamma e papà si lasciano, ma ci sono quelle per aiutarli a capire
Emozioni
CONDIVIDI
È una certezza: alle donne gli uomini già impegnati piacciono di più. E il perché lo spiegano gli scienziati
La scienza ha finalmente spiegato perché gli uomini impegnati risultano più attraenti
Emozioni
CONDIVIDI
"Cara Barbara, mia sorella è invidiosa di me e parla male di mio marito. Perché vuole rovinarmi la vita?"
Lei vuole dividervi, distruggere la vostra intesa? Attenzione perché è capace di invidiarti anche le disgrazie. Sbattila fuori subito
Emozioni
CONDIVIDI
L'amore platonico o l'amore spirituale esiste ed è una cosa serissima (e il suo significato ne è la prova)
Un legame spirituale e senza desiderio carnale visto come elevazione dello spirito in una dimensione filosofica. Proviamo a capire meglio...
Emozioni
CONDIVIDI
10 compromessi che non dovresti mai e poi mai accettare in una relazione per non perderti
Scendere a patti fa parte dell'amore ma non dimenticarti chi sei, mai
Emozioni
CONDIVIDI
"Ho distrutto la vita a mio marito, ma non potevo fare diversamente. Sarei diventata una madre orrenda"
"Con la scusa di un altro me ne sono andata di casa": sei stata coraggiosa a mettere fine a una situazione non tragica eppure mortale
Emozioni
CONDIVIDI
E se sfogare la rabbia fosse controproducente? Meglio accettarla e trasformarla in energia positiva. Così
Non reprimere la collera ci isola dagli altri e si ritorce contro di noi: un monaco buddhista ci insegna a trasformare in energia positiva
Sguardo uomo
Emozioni
CONDIVIDI
Ricorda, c'è un ampio ventaglio di soluzioni tra essere invisibile e sentirsi minacciata da uno sguardo. Dal suo sguardo
Sentirsi addosso gli occhi di uno sconosciuto può dare fastidio o anche fare paura, ma in Scandinavia a volte si soffre di troppa freddezza
Emozioni
CONDIVIDI
Siamo sicuri di distinguere l'ansia produttiva da quella distruttiva? 5 errori emotivi che scatenano il panico
Nel mese di ottobre dedicato alla salute mentale, vi spieghiamo quali sono le parole della psicologia su cui facciamo più spesso confusione
Emozioni
CONDIVIDI
Quando l'amore di lui non è amore ma ossessione, un culto insensato pieno di rancore
Un uomo che ha per una donna un culto pieno di rancore, che potrebbe diventare violenza: per questo tanti uomini uccidono le ex