Stress da rientro, 8 consigli per sopravvivere alla fine delle vacanze

Il ritorno in ufficio a volte può essere traumatico, ecco come affrontare il post-ferie senza stress e con la giusta carica, in attesa delle prossime feste

Più Popolare

Vacanze finite. Se lo stress da rientro ti ha già colta, non disperare. Il 2017 sarà un anno all'insegna degli attesi ponti festivi che si facevano attendere da un po': i conti alla rovescia ovviamente sono già partiti al rientro in ufficio dopo le vacanze di Natale, però è possibile affrontare il ritorno alle proprie occupazioni abituali senza stressarsi troppo. Distrarre la mente, prendere tutto con calma e, ovviamente, iniziare a pensare a una breve gita di qualche giorno sono solo alcuni dei segreti, ma ce ne sono molti altri.

Advertisement - Continue Reading Below

1. Gradualità

Dato che le ferie si devono programmare, è meglio concedersi un periodo cuscinetto, come spiegano gli esperti Hays Response (hays-response.it): mai tornare di colpo alla quotidianità dopo un lungo periodo di relax. È sempre meglio inserire un giorno, o una mezza giornata in più, tra il rientro dalle vacanze e l'ufficio. Meglio ancora è riprendere il lavoro a metà settimana, così da fermarti subito per il week end.

Più Popolare

2. Organizza il lavoro

Una volta in ufficio, evita di buttarti a capofitto in nuovi progetti: è meglio organizzarti il carico di lavoro definendo una to do list delle attività da fare nei primi giorni e quelle che puoi tranquillamente posticipare, in modo da non accumulare tensioni evitabili.

3. Pulisci la casella di posta

Con la massima calma anziché fare tutto il primo giorno di lavoro è meglio ritagliarti un'ora al giorno per leggere le email che sono arrivate nel periodo in cui hai impostato l'out of office, in modo da smaltire tutto il pregresso (e metti in conto che sicuramente tutto sarà considerato urgentissimo da chi ti scrive).

Advertisement - Continue Reading Below

4. W lo sport!

Quale distrazione migliore dello sport dalla frenesia dell'ufficio, e ricominciare a frequentare la palestra sarà un'ottima idea anche per smaltire quei chili di troppo dovuti agli stravizi. È quindi il momento di iniziare il primo dei buoni propositi dell'anno (e di portarlo a termine, almeno fino all'estate).

5. Crea una lista dei desideri di viaggio

Dove passerai le prossime vacanze? Gli esperti Hays Response suggeriscono di continuare a dedicare i weekend a relax, famiglia e amici, come se le vacanze non fossero ancora finite. E, nel frattempo, inizia a pensare a dove trascorrere le prossime. Secondo Secret Escapes (it.secretescapes.com) ad esempio puoi già approfittarne per creare un elenco dei luoghi da visitare al più presto, insieme a una lista di tutte le cose ti piacerebbe fare durante il soggiorno: da una città da scoprire per la prima volta, una persona con cui condividere il viaggio, le prelibatezze culinarie locali, le più belle attrazioni del luogo.

6. In vacanza anche in città

Se i soldi sono pochi ma anche per ingannare l'attesa, puoi fare la turista nella tua città. Ci saranno infatti un sacco di posti che non hai mai visto, oppure puoi ritagliarti un pomeriggio per visitare una delle tante mostre in arrivo nel 2017, magari dopo uno sfizioso brunch con un'amica che non vedi da un po' di tempo o un momento di relax alle terme.

7. Recupera il sonno

Come suggerisce Secret Escapes è molto importante recuperare in fretta il proprio ciclo di sonno abituale, controllando che materasso e cuscino siano adeguati ad agevolare il riposo, evitando alcol e caffeina e dedicando qualche minuto a pratiche di rilassamento prima di andare a letto. Al mattino invece una buona prassi al rientro dalle vacanze è quella di impostare la sveglia con circa dieci minuti di anticipo per evitare di fare le corse.

8. Leggi un libro

Se non puoi farlo fisicamente puoi sempre farlo con la fantasia, grazie a un buon libro: ci sono infatti milioni di storie che iniziano con un viaggio e che fanno scoprire nuovi angoli del mondo da visitare.

More from Gioia!:
Sguardo uomo
Emozioni
CONDIVIDI
Ricorda, c'è un ampio ventaglio di soluzioni tra essere invisibile e sentirsi minacciata da uno sguardo. Dal suo sguardo
Sentirsi addosso gli occhi di uno sconosciuto può dare fastidio o anche fare paura, ma in Scandinavia a volte si soffre di troppa freddezza
Emozioni
CONDIVIDI
Quando l'amore di lui non è amore ma ossessione, un culto insensato pieno di rancore
Un uomo che ha per una donna un culto pieno di rancore, che potrebbe diventare violenza: per questo tanti uomini uccidono le ex
Emozioni
CONDIVIDI
Amore a distanza ovvero: "se non mi risponde subito al telefono mi viene l'ansia. Chiamo l'analista?"
Le nuove tecnologie sono nemiche dell'amore, meglio che uno dei due cerchi attivamente un lavoro nella città dell'altro
Emozioni
CONDIVIDI
Se lui ti ama ma non ti bacia, che problemi ha? O che problemi hai tu
Nel linguaggio amoroso il bacio è forse più appassionante di un rapporto completo: lui amerà baciarti quando vi accoglierete davvero
Emozioni
CONDIVIDI
12 ragioni per cui sei single anche se sei una bomba atomica (ma perché?!?)
Essere bellissima, in gambissima e magari anche indipendente ti fa essere 1 molto esigente 2 poco avvicinabile
Emozioni
CONDIVIDI
"Scommessa" più sicura? Perché ci sono donne (e ci sono!) che preferiscono gli uomini già impegnati
Esiste un motivo quasi scientifico per cui gli uomini già sposati o con relazioni sono più desiderabili dei single
Emozioni
CONDIVIDI
Perché piango sempre? La risposta definitiva a una keyword epica
Triste? Un po'. Curioso? Molto.
Emozioni
CONDIVIDI
"Il metodo danese fa crescere i bambini felici e rende i genitori persone serene. È una filosofia che dovreste praticare tutti"
Un libro, molte candele e tanta consapevolezza
Emozioni
CONDIVIDI
Panico totale da colloquio in inglese? 4 consigli per affrontarlo con sicurezza e senza ansia
Prima di tutto, niente panico; poi, se volete affrontare nel migliore dei modi un colloquio in inglese, leggete i nostri consigli e...
Emozioni
CONDIVIDI
Comportamento da Hikikomori e Neet: cosa vuol dire e da cosa dipende
L'Ordine degli Psicologi della Lombardia fail punto su una questione molto delicata