Posta di Barbara Alberti: «Se lui ti piace, sii te stessa e vai a ballare»

«Si può essere se stessi anche in mezzo a chi non ci somiglia, dunque accetta il suo invito»: è il consiglio di Barbara Alberti che risponde a una diciassettenne studiosa infatuata di un ragazzo che la invita in discoteca con il gruppo

Più Popolare

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it . Ecco il suo consiglio a un'adolescente studiosa alle prese con un'infatuazione per un ragazzo che la invita in discoteca con il suo gruppo.

«17 anni. Dei miei compagni di scuola mi fanno schifo i tatuaggi, i gusti musicali, il linguaggio. Per loro è "figo" non studiare. Ma adesso c'è uno di loro che mi piace, e da due sabati mi invita ad andare in discoteca col gruppo. Ho detto di no, non saprei comportarmi come loro. È timido, anche se è tatuato come una carta da parati, e non ha il coraggio di chiedermi un appuntamento. Mi tormento, ci vado o no? Il tempo passa, magari si stufa di aspettare». Caterina

Advertisement - Continue Reading Below

Risponde Barbara Alberti

E perché mai dovresti comportarti come loro? Per uscire con i tuoi compagni non c'è bisogno di camuffarsi, uniformandoti ai loro modi. Si può (e si deve) essere ciò che si è anche in mezzo a chi non ci somiglia. E poi sai bene che gli altri sono solo un contorno e una finzione, tu non esci con "loro", ma con lui, il tuo tatuato come una carta da parati. Mi hai ricordato la mia adolescenza.

Anch'io ero isolata, non facevo parte di nessun gruppo.

Più Popolare

Allora le feste si facevano in casa, e non mi invitavano perché non mi vestivo alla moda, ma da Gatto con gli stivali, come dicevano loro, o "da palombaro ciclista". Io, dura, orgogliosa della mia esclusione. Ma se mi ripenso in quei pomeriggi, sola, al Gianicolo, esposta al vento, alle lacrime, ai maniaci, metterei una minigonna a quella piccola ostinata e le direi «Ma su, dài, per una volta, va' a ballare anche tu, un sabato!».

More from Gioia!:
bebe vio: il video di francesco gabbani
Emozioni
CONDIVIDI
Bebe Vio dà l'unica risposta possibile agli haters
Minacciata su Facebook, la campionessa lancia la campagna Dona un neurone a un hater e invita a denunciare sempre l'odio
La noia fa bene ai bambini così imparano a gestire i momenti di vuoto
Emozioni
CONDIVIDI
Non aver paura della noia!
Annoiarsi serve a fare un po' di vuoto dentro, condizione essenziale per lanciarsi in nuovi progetti e vivere meglio
emma-watson-la-bella-e-la-bestia
Emozioni
CONDIVIDI
Ma Belle soffriva della sindrome di Stoccolma?
Secondo Emma Watson la protagonista di La Bella e la Bestia non soffre affatto della sindrome che lega il rapito al rapitore
I consigli della mindfulness per la vita di coppia.
Emozioni
CONDIVIDI
5 cose che puoi fare per far durare un amore
Grazie alla mindfulness, ecco quello che puoi fare in prima persona perché la tua vita di coppia sia felice
attacchi di panico cause cosa fare
Emozioni
CONDIVIDI
Attacchi di panico, se li conosci non li temi
Sì, tornare a una vita normale è possibile: ecco cosa sono gli attacchi di panico e i 10 consigli dello psicoterapeuta per affrontarli
Poesie sulla vita
Emozioni
CONDIVIDI
10 poesie sulla vita da dedicare a chi ami
Le poesie sulla vita più famose e belle: cosa c'è di meglio che condividere questi piccoli, grandi capolavori con le persone che più ami?
gigi-hadid-sfilate-mindfulness
Emozioni
CONDIVIDI
Prenditi 2 minuti e rilassati come Gigi Hadid
La bellezza nasce dalla serenità: fai come la top model, che vince lo stress delle fashion week con la mindfulness
Superare l'invidia e trasformarla in ammirazione è possibile
Emozioni
CONDIVIDI
Come superare l'invidia che ti rovina la vita
Quando invidi una persona, perdi l'opportunità di emularla e migliorare te stessa: punta sulle tue qualità per riuscirci
tumore-seno-donne-sfilata-lingerie-anaono
Emozioni
CONDIVIDI
«Siamo donne e siamo sexy, anche senza seno»
Alla New York Fashion Week 16 donne orgogliose hanno sfilato per il brand di lingerie AnaOno mostrando i segni del tumore al seno
blake-lively-accettazione-proprio-corpo
Emozioni
CONDIVIDI
Blake Lively ha qualcosa da dire a tutte noi
«Anche io ogni giorno devo ricordare a me stessa di amare e accettare e amare il mio corpo, fatelo anche voi, e non fatevi del male»