Senza Facebook più felicità e meno stress, lo dice la scienza e conviene crederci

Approfitta della Giornata mondiale senza Facebook del 28 febbraio per fare una prova: secondo uno studio danese, il livello di stress è molto più alto in chi usa Facebook rispetto a chi evita il social network di Mark Zuckerberg

Più Popolare

Il 28 febbraio è la Giornata mondiale senza Facebook, nata in Francia nel 2013 per aumentare la consapevolezza nei confronti della dipendenza da social, ma se abbiamo qualche dubbio sul reale successo dell'iniziativa (magari stai leggendo questo articolo proprio dopo che qualcuno lo ha condiviso...), la scienza dà manforte ai detrattori del social di Mark Zuckerberg. In effetti, a tutte noi ha dato noia scorrere il feed di Facebook trovando, per esempio, post di gente che beve champagne su una spiaggia o che, semplicemente, si diverte o viaggia. Un recente studio dell'Università di Copenaghen dall'eloquente titolo «Abbandonare Facebook produce un elevato livello di benessere» sostiene che vedere quelle foto alimenta la nostra invidia e non ci fa certo un favore.

Advertisement - Continue Reading Below

Il ricercatore danese Morten Tromholt ha raccolto 1.095 persone e le ha divise in due gruppi: uno non ha usato Facebook per una settimana, e l'altro l'ha utilizzato come sempre.

Più Popolare

Solo l'87% del gruppo che non doveva aprire il social network ha tenuto fede all'impegno per tutta la settimana, il che è già un segno abbastanza indicativo. Quelli che sono riusciti a non aprire Facebook per tutta la settimana hanno mostrato un livello di felicità maggiore rispetto a coloro che avevano continuato a usarlo normalmente. Dopo 7 giorni, l'88% di coloro che non hanno usato Facebook ha affermato di sentirsi «felice», contro l'81% di coloro che l'hanno utilizzato.

Lo studio è giunto anche ad altre conclusioni un po' allarmanti: le persone che frequentano Facebook sono il 55% più propense a sentirsi stressate; 4 su 10 invidiano l'apparente successo altrui; il 39% si sente meno felice rispetto agli amici. Al contrario, coloro che non hanno avuto accesso a Facebook, hanno riportato meno difficoltà nella concentrazione, ritenevano di non aver sprecato il proprio tempo e il 18% ha detto di vivere pienamente il presente.

Pertanto, se avevi bisogno di una conferma, sappi che stare senza tutti quei tremendi articoli sul clima, quelle sdolcinate foto di coppia e quei roboanti titoli elettorali acchiappaclick ti farà sentire più felice. Certo, dovrai imparare a vivere senza i video dei gattini, e questo lo capiamo, è decisamente più complicato.

Da: GoodHousekeeping
More from Gioia!:
Saper ascoltare gli altri è una vera arte
Emozioni
CONDIVIDI
Impara ad ascoltare e la tua vita (oltre che le tue relazioni) cambierà
Chi sa ascoltare senza interrompere e senza la pretesa di giudicare riesce a entrare meglio in empatia con le persone, quindi migliora le...
Emozioni
CONDIVIDI
Come passare dalla sveglia al risveglio
Ogni mattina, quando riaccendi la tua coscienza mentale, ti ricordi di accendere prima il corpo?
Chirurgia estetica viso: non riconosco più mia moglie dopo l'intervento
Emozioni
CONDIVIDI
«Mia moglie si è rifatta: non la riconosco»
Tornare con un'altra faccia è un brutto scherzo per chi ci ama, ma a lei serviva un gesto di indipendenza
Emozioni
CONDIVIDI
Se è lui a non voler fare l'amore
Dover fare i conti con un rifiuto può toccare anche a noi donne, ma, senza farne una tragedia, si possono capire insieme le ragioni dietro...
Emozioni
CONDIVIDI
Contro la violenza sulle donne c'è una sola soluzione: la cultura del rispetto
La criminologa esperta di violenza psicologica Cinzia Mammoliti spiega i meccanismi che portano allo schema tipico di una relazione malata...
Emozioni
CONDIVIDI
5 frasi da non dire a un'amica a dieta
Anche un «stai benissimo» detto con troppo slancio potrebbe far intendere che prima, la poveretta, fosse inquadrabile, quindi, se siete...
Emozioni
CONDIVIDI
Digital detox: 10 dritte per vacanze offline
Disconnettersi? Si può (e ti sveliamo come)
amore come un altalena uomo che fugge
Emozioni
CONDIVIDI
«Il suo amore è un'altalena: devo credergli?»
«Dopo 3 anni, mi dice che non è pronto»: se ti ama, ma per natura è un fuggitivo, potete amarvi anche così
Emozioni
CONDIVIDI
«Le nozze sono vicine, ma io voglio scappare»
Fai ancora in tempo, se riesci a fare un salto mortale scavalcando regali, bomboniere e il triste compromesso in cui sei invischiata
Emozioni
CONDIVIDI
Come imparare a controllare la fame
La prova costume è arrivata e, con essa, l'ansia per il non sentirsi in forma: per arginare facili consolazioni nel cibo, scopri gli...