Miranda Kerr: «Dopo il divorzio da Orlando Bloom ho rischiato la depressione»

La top model tre anni dopo la separazione da Orlando Bloom e prossima a nuove nozze con Evan Spiegel, racconta la sua sofferenza: «Per non precipitare nella depressione mi sono affidata a yoga e meditazione»​

Più Popolare

Ci ha messo tre anni, Miranda Kerr, a raccontare uno dei periodi più difficili della sua vita. Era il 2013 quando la top model e Orlando Bloom annunciavano il divorzio: sposati dal 2010, dal loro amore è nato un unico figlio, Flynn, oggi 5 anni. Una separazione cauta, senza troppi fronzoli, gentile e rispettosa, come ormai è di moda tra le star (fatta eccezione per il rocambolesco divorzio Depp-Heard). Ma, com'è vero che le celebrities sono persone come tutti noi, è vero anche che un divorzio non è mai cosa facile, anche se fatto con tutti i crismi, e dunque pure i personaggi famosi cadono in depressione. Così, Miranda, ex angelo di Victoria's Secret e tra le donne più belle del mondo, ha raccontato che anche lei ha sofferto, e tanto: «Sono sempre stata una persona positiva e allegra, ma quando io e Orlando ci siamo lasciati ho rischiato di sprofondare in una terribile depressione», ha raccontato a Elle Canada

Advertisement - Continue Reading Below

Un'emozione nuova per una che, a detta sua, non era mai scesa a patti con la sofferenza più profonda: «Avendo un carattere solare, non riuscivo a capire cosa mi stesse succedendo: non avevo mai compreso, prima di allora, un sentimento come questo». 

Miranda Kerr e Orlando Bloom ai tempi del loro matrimonio.
Più Popolare

Oggi, tutto è passato. La bella Miranda è prossima a nuove nozze con Evan Spiegel, co-fondatore di Snapchat, e Orlando fa coppia fissa con Katy Perry da cui, qualcuno mormora, vorrebbe avere dei figli. Ma, se le acque ora sono tranquille, non è stato facile calmarle: la Kerr, per riuscirci, si è affidata a yoga e meditazione, focalizzando l'attenzione sulle proprie emozioni. Non solo: per combattere la depressione ha usato anche l'aromaterapia e ha modificato la sua dieta, perché è proprio vero che quello che si mangia influenza l'umore

E ce l'ha fatta: «Mi è rimasto un grande senso di gratitudine nei confronti della vita. Quando mi sveglio e vado a letto, penso: grazie per questa bella giornata, grazie per il fatto di essere in salute, io e mio figlio, grazie per la famiglia che ho». Non solo, dopo il più buio dei momenti, Miranda ha imparato qualcosa che non dimenticherà mai: «Ho scoperto che tutto quello che mi serviva era in me. Guardatevi dentro, troverete tutte le risposte». Per ricordare che il segreto più prezioso è prendersi cura di se stessi, contando sulle proprie forze, perché voi, proprio voi, siete il compagno che avrete a fianco per tutta la vita.

More from Gioia!:
La depressione post parto colpisce anche gli uomini
Emozioni
CONDIVIDI
La depressione post partum colpisce (anche) lui
Anche i neo-padri possono soffrire i sintomi del baby blues perché impreparati ad assumere la loro nuova identità
Emozioni
CONDIVIDI
In difesa delle lacrime al lavoro
Piangere in ufficio è l'ultimo dei tabù, quasi uno stigma sociale, e invece potrebbe essere un modo positivo per sviscerare problemi e...
Come combattere stress e fatica con la Mindfulness: 4 esercizi da fare in pausa pranzo
Emozioni
CONDIVIDI
Mindfulness: pausa pranzo antistress
Quando le vacanze sono ancora lontane bastano 15 minuti per ritrovare forza e serenità
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Emozioni
CONDIVIDI
Minimalismo: avere meno rende più felici?
Controcorrente rispetto al consumismo apparentemente dominante, una nuova corrente di pensiero spinge, invece, ad accumulare meno, in virtù...
Emozioni
CONDIVIDI
«La sua famiglia è contro il nostro amore»
«Lei è la donna della mia vita, ma i suoi ci hanno fatto litigare»: coraggio cavaliere, 
la forza devi mettercela tu!
Ecco 10 libri di psicologia da leggere durante l'estate
Emozioni
CONDIVIDI
10 libri da mettere in valigia per conoscersi meglio
Dalle virtù del riposo all'autostima erotica, dall'onore alle gioie (e i dolori) della maternità, ecco i testi di psicologia da portare in...
Emozioni
CONDIVIDI
La paura del giudizio altrui è come un mammut (che continua a ostacolarti la strada)
Secondo una teoria psicologica c'è un retaggio preistorico che ci fa cercare l'approvazione, ma si può domare!
Emozioni
CONDIVIDI
Resilienza: impara ad allenarla
Sheryl Sandberg, direttrice operativo di Facebook, ha raccontato in un libro la morte del marito e la sua volontà di affrontare il dolore e...
Emozioni
CONDIVIDI
«Mi sembrava affascinante, ma è un narcisista»
«Parla solo di sé, io o un'altra, uguale, pur di farsi ammirare»: è solo un equivoco fra narcisisti, lui ha rovesciato il gioco
Emozioni
CONDIVIDI
5 mosse per trasformare una giornata iniziata male
Per tornare di buon umore basta seguire la regola delle 5R!