Latte intero o parzialmente scremato? Ecco quante calorie ci sono nel tuo latte preferito

Che delizia una tazza di latte: ma se sei a dieta o vuoi mantenerti in forma, è importante sapere quante calorie assumi e se scegliere il latte intero o quello parzialmente scremato

Più Popolare

Per chi da sempre lo considera la bevanda più utile, le calorie del latte sono una questione di cui tener conto. Non tutti i tipi di latte sono uguali. È evidente come tra il latte intero, quello parzialmente scremato e quello totalmente scremato ci siano delle differenze anche sostanziali in termini di apporto nutritivo, valori nutrizionali, proteine, grassi, sostanze e vitamine. Come orientarsi, dunque, nella scelta del latte per la prima colazione o per uno spuntino rigenerante? Scopriamo insieme tutto ciò che c'è da sapere sulla composizione del latte e sulle sue qualità.

Advertisement - Continue Reading Below

Latte intero, i valori nutrizionali

Il latte intero contiene percentuali equilibrate di proteine, grassi, carboidrati e sali minerali. È un alimento fondamentale nell'età della crescita, ma anche per gli adulti. Calcio, fosforo e vitamina D sono infatti essenziali per un corretto sviluppo di ossa e denti, ma il latte è apprezzato anche per il suo elevato valore energetico che lo rende un alimento particolarmente adatto a rimettersi in sesto dopo un'intensa attività fisica. La principale differenza tra il latte intero e gli altri tipi di latte sta nel contenuto di grassi. Il latte intero, in particolare, non subisce alcun processo di scrematura. La parte grassa rimane del tutto invariata (superiore al 3,5%), così come le altre caratteristiche del prodotto. Il latte intero è più nutriente, completo dal punto di vista organolettico, ma anche più difficilmente digeribile. Le calorie del latte intero sono 64 per 100 grammi di prodotto. Tante, ma non tantissime.

Più Popolare

Calorie del latte parzialmente scremato

Rispetto al latte intero, quello parzialmente scremato subisce una prima scrematura. In cosa consiste questo procedimento? Semplice: la panna viene separata dal resto del liquido, ma non totalmente. La percentuale di grassi, per questo tipo di latte, è compresa tra 1,5 e 2%. Soprattutto, il latte parzialmente scremato è più digeribile, senza per questo dover rinunciare a una sua caratteristica essenziale: il gusto. Quanto alle calorie, il bicchiere di latte parzialmente scremato ne contiene appena 46 per 100 g.

Valori nutrizionali del latte scremato

Nel latte scremato, infine, la panna viene eliminata totalmente e la percentuale si abbassa notevolmente, fin quasi ad azzerarsi: meno dello 0,3%. Con la scrematura, però, diminuisce anche la frazione lipidica e, soprattutto, le vitamine liposolubili in esse contenute, la D e la A. Le calorie scendono a 36 per 100 g, mentre resta inalterato il contenuto di calcio: come nel latte intero e nel latte parzialmente scremato, anche nel latte scremato sono presenti 1.200 mg per litro di questo importantissimo minerale.

Principi nutritivi del latte

Qual è, dunque, il latte più adatto a una dieta equilibrata o a un'alimentazione sana? In generale, abbiamo visto come non ci siano grossissime differenze in termini di calorie tra latte intero, parzialmente scremato o scremato. Le variazioni più significative riguardano altri aspetti come la percentuale di vitamine (altissima nell'intero, alta nel parzialmente scremato, bassa nello scremato) e di colesterolo, che dal valore massimo di 11 mg per 100 g del latte intero scende a 4 mg nel parzialmente scremato ed a 3 mg nello scremato.

Quanto ai carboidrati, il latte parzialmente scremato e quello scremato ne contengono addirittura di più rispetto a quello intero: le percentuali per 100 g di prodotto variano tra i 5,00 g del latte scremato, i 4,99 g del latte parzialmente scremato e i 4,8 g del latte intero. In definitiva, il latte parzialmente scremato può rappresentare un giusto compromesso tra benessere e gusto, senza rinunciare per questo alle benefiche proprietà del latte vaccino. Naturalmente, molto dipende anche dal quantitativo di latte assunto durante la giornata. Se il consumo si esaurisce alla prima colazione, si può consumare tranquillamente una tazza di latte intero, a patto ovviamente che lo si digerisca senza problemi. Se invece di latte se ne beve di più durante il giorno, meglio ripiegare su quello parzialmente scremato.

More from Gioia!:
Perché non si perde peso
Diete
CONDIVIDI
Perché non dimagrisci (anche se stai a dieta)?
Sei a dieta, stai molto attenta a quello che mangi eppure non perdi un etto: come mai?
cibi-acidi-quali-sono
Diete
CONDIVIDI
Cibi acidi, miti da sfatare e verità da conoscere
Sono stati troppo spesso bistrattati e considerati una delle cause del cancro: ecco tutto quello che devi sapere sugli alimenti dal pH acido
Diete
CONDIVIDI
Che ne dici di copiare la dieta di Eva Mendes?
Allenarsi, bere e concedersi qualche sfizio: anche Eva Mendes è umana, ma con questi 6 trucchi si mantiene super in forma!
Emma Watson, dieta Emma Watson, Emma Watson fisico
Diete
CONDIVIDI
Che cosa fa Emma Watson per restare in forma?
I 6 segreti di Emma Watson per mantenere il suo fisico perfetto, dalla dieta alla meditazione (passando per il cibo messicano)
Diete
CONDIVIDI
Vuoi dimagrire? Impara a leggere l'etichetta
Un libro spiega come evitare gli ingredienti che fanno male alla salute o fanno ingrassare interpretando le etichette
Diete
CONDIVIDI
Dieta mediterranea: dimagrire a km zero
Il menu facile per perdere peso ed essere bella e sana con i piatti più gustosi della nostra cucina
calcolo-metabolismo-basale-formula
Diete
CONDIVIDI
Sai come calcolare il metabolismo basale?
Se vuoi dimagrire, con una semplice formuletta puoi scoprire quante calorie devi assumere per raggiungere il peso forma
Diete
CONDIVIDI
Perché non puoi non avere la curcuma in casa
Da ora in poi curcuma anche a colazione e il tuo corpo ti ringrazierà
dieta-alcalina-come-funziona
Diete
CONDIVIDI
Detox in 3 mosse con la dieta alcalina
Spesso l'alimentazione squilibrata crea sostanze dannose: ecco come eliminarle scegliendo i cibi basici, per dimagrire e disintossicarsi
Dormire bene
Diete
CONDIVIDI
5 cibi per fare (finalmente) sogni d'oro
I consigli della nutrizionista per dormire bene anche dopo una giornata pesante grazie agli alimenti che conciliano il sonno