Come accelerare il metabolismo per dimagrire: 2 diete bruciagrassi (infallibili)

I segreti della famosa dieta del supermetabolismo e della dieta americana, che promette di perdere 3kg in 3 giorni; scopri quali sono le diete bruciagrassi più efficaci e come attivare il metabolismo per dimagrire più velocemente

Più Popolare

Il metabolismo bloccato è l'incubo di chiunque desideri perdere anche solo qualche chilo ma non ci riesce. Nonostante cerchiamo di bruciare i grassi in eccesso, sembra che arrivati a un certo punto il nostro corpo tenda a bloccarsi e, nonostante gli sforzi, l'attività fisica, i massaggi e tutte le attenzioni che cerchiamo di regalarci, non c'è verso di smuovere la situazione. Quando non si riesce a dimagrire velocemente nonostante si segua una dieta sana e un corretto stile di vita, il problema del metabolismo è sempre da tenere in considerazione.

Advertisement - Continue Reading Below

Come attivare il metabolismo?

Ci sono diversi modi per rendere il nostro metabolismo veloce e l'alimentazione è un fattore fondamentale per riattivarlo. Spesso ci si chiede come bruciare i grassi e quali siano le diete per dimagrire velocemente ma, in realtà, se c'è un metabolimo lento non sono queste le soluzioni che devono essere adoperate per riattivarlo.

Tuttavia una serie di indicazioni e spunti utili possiamo trovarli in due diete che sono state studiate appositamente per chi ha problemi metabolici.

Più Popolare

La dieta del supermetabolismo: una dieta veloce ed efficace?

Questa dieta ha spopolato a Hollywood negli ultimi anni, dove è stata seguita da star del calibro di Jennifer Aniston e Jennifer Lopez, con i risultati che tutti noi conosciamo: due splendide donne in piena forma fisica. Essa si basa sul consumo prevalente di alcuni cibi bruciagrassi (Kiwi, mirtilli, peperoncino, zenzero) per eccellenza, che vengono alternati durante i giorni, in modo da andare ad agire a livello del fegato, delle ghiandole surrenali e sulla tiroide, stimolando quindi il corretto rilascio ormonale, il quale era stato compromesso dagli errori del passato.

Questa dieta ha una durata di circa un mese e può portare a perdere fino a 5-6 chili, con un miglioramento dei livelli di colesterolo totale, con diminuzione di quello cattivo (LDL) e dei trigliceridi, soprattutto nei casi di ipercolesterolemia e ipertrigliceridemia, inoltre questa dieta aiuta anche a stabilizzare i valori glicemici del sangue.

La dieta del supermetabolismo è stata studiata dalla nutrizionista americana Haylie Pomroy, la quale l'ha articolata in tre fasi alternate: nella prima (due giorni) si possono consumare proteine animali e vegetali (carne e pesce magro, affettati con poco grasso, verdure come pomodori, peperoni, zucchine, melanzane, insalata), carboidrati da frutta fresca e cereali. Da evitare i latticini.

La seconda fase prevede invece una fase proteica e dura altri due giorni, in cui ci si basa su carne, pesce e verdure e si escludono carbodrati e grassi.

La terza fase, di tre giorni, prevede una reintroduzione dei cereali e dei grassi, che devono essere quelli buoni, cioè principalmente olio di oliva e di semi.

Advertisement - Continue Reading Below

È necessario, inoltre, mangiare ogni 3-4 ore e fare pasti poco abbondanti; è necessario bene almeno due litri di acqua al giorno, fare colazione entro mezz'ora dal risveglio e fare attività fisica.

Tre giorni della dieta del supermetabolismo:

Giorno 1

Colazione

Thè verde con biscotti integrali

Pranzo

Quinoa ai frutti di mare

Insalata mista

Cena

Fesa di tacchino

Spinaci

Giorno 2

Colazione

Centrifugato di banana e fragole

Pranzo

Patate all'insalata con tonno e piselli

Cena

Straccetti di pollo con crema di zucchine

Insalata di pomodori

Giorno 3

Colazione

Frittata con bianco d'uovo e farina d'avena

Pranzo

Orata al cartoccio

Carciofi all'insalata

Cena

Vitello alla brace

Melanzane grigliate con pomodorini e rucola

Come spuntini è possibile consumare: frutta fresca, infusi e tisane, verdura cruda (o centrifugato) come finocchio, sedano, cetriolo.

Come fare la dieta per riattivare il metabolismo:

Le cause di un metabolismo lento possono essere diverse, si passa dall'aver passato anni a seguire diete malsane e un'alimentazione «sporca», all'essere vittima dell'«effetto yo-yo», quindi con continue oscillazioni di peso, fino all'aver escluso per mesi dalla propria dieta intere categorie di alimenti come carboidrati o grassi. Ovviamente nei casi più gravi, un metabolismo compromesso può essere la spia di una situazione più delicata che richiede un approfondimento medico. Nella maggior parte dei casi, quindi, occorre affidarsi a nutrizionisti che elaborino in base alle nostre esigenze una vera e propria dieta del metabolismo, cioè un'alimentazione finalizzata a riattivare il metabolismo e che preveda una sferzata di energia e un netto cambiamento delle proprie abitudini alimentari. Questo porterà a amplificare, tra le altre cose, anche il fenomeno della TEF, cioè l'effetto termico del cibo. Questo influisce sulla capacità di sviluppare calore durante la digestione e, di conseguenza, di liberare energia, bruciando le nostre scorte energetiche. Infatti, dopo un opportuno pasto, la velocità del metabolismo può aumentare fino al 40% perché deve essere liberata energia necessaria alla digestione. Tuttavia l'effetto della TEF è solo una piccola componente nell'equilibrio metabolico, ma indubbiamente riuscire ad agire anche su di essa può essere un tassello in più per raggiungere il nostro scopo.

Advertisement - Continue Reading Below

Spesso, infatti, capita di condurre un certo tipo di alimentazione che si pensa essere sana ma che è comunque ricca di piccoli errori che possono portare a rallentare il metabolismo (per esempio saltare i pasti, digiunare, escludere per parecchio tempo i carboidrati), questo fa si che vengano consumate sempre meno calorie per le nostre attività quotidiane e fisiologiche. Inoltre, a parte l'alimentazione, una delle cause che portano a problemi di metabolismo è la vita sedentaria: per chi, a causa del lavoro, è costretto a trascorrere ore dietro una scrivania, diventa fondamentale dedicare del tempo all'attività fisica, in modo da riattivare la circolazione sanguigna e tutti quei processi di ossigenazione dei tessuti che sono alla base di un corretto funzionamento metabolico e che ci eviteranno un ristagno di liquidi e fastidiosi gonfiori (soprattutto alle gambe).

La dieta americana: 3 giorni per perdere fino a 3 chili

Sulla falsa riga della dieta del supermetabolismo, un altro tipo di alimentazione che pure sta avendo molto successo è la dieta americana. Essa prevede un trattamento d'urto che porti a un reset metabolico e, tramite la combinazione di cibi bruciagrassi, andare a riattivare il funzionamento endocrino ed ormonale.

Questa dieta si basa su precisi abbinamenti alimentari, sulla giusta successione dei pasti che non devono essere saltati e sulla presenza di una corretta idratazione e adeguata attività fisica.

Ecco un esempio di menù della dieta americana:

Colazione

Yogurt greco

Fette biscottate

Spuntino

Frutta fresca

Pranzo

Merluzzo con aromi

Caffè senza zucchero

Spuntino

Succo di pompelmo

Cena

Petto di pollo

Julienne di carote

Per i primi tre giorni sono da evitare condimenti, mentre dal quarto giorno in poi è possibile aumentare le porzioni e cominciare a riutilizzare olio d'oliva.

Perdere peso in modo sano

Il problema del metabolismo è più comune di quanto si creda e di non facile soluzione. Le diete proposte, pur avendo tutti i limiti di un'alimentazione dettata spesso dalla moda più che da evidenze scientifiche, possono essere degli utili spunti da cui trarre alcuni suggerimenti pratici per riattivare il metabolismo.

Per esempio l'attività fisica deve essere sempre presente; variare lo stile alimentare deve essere fatto nel giusto modo: alternare giorni in presenza e in assenza di carboidrati e grassi può essere un grande stimolo per la macchina metabolica, come anche bere in quantità ed eliminare le cattive abitudini come il fumo o l'alcool.

More from Gioia!:
Letizia Ortiz corpo perfetto con lo yoga
Diete
CONDIVIDI
Se Letizia Ortiz a 45 anni è una bomba atomica lo deve a una cosa in particolare
Altro che karma per avere muscoli torniti da far impallidire una ventenne Letizia Ortiz medita molto e si allena di più
Diete
CONDIVIDI
"Spiegatemi come certa gente riesce a eliminare il cibo confezionato dalla dieta": 5 consigli molto utili
Non è facile eliminare il cibo processato (o industriale) dalle nostre tavole, ma non è nemmeno impossibile
Diete
CONDIVIDI
Ci raccontano solo balle? La battaglia di uno chef furioso contro le falsità del mondo alimentare
L'Angry Chef Anthony Warner si scaglia contro tutta quell'informazione sbagliata che ci arriva sul cibo e che riguarda la nostra salute
Diete
CONDIVIDI
Sbagliare è umano, sbagliare la dieta anche no! Gli errori detox più comuni dai quali tenersi alla larga
Dal digiuno a breve termine all'assenza totale di grassi, i consigli per evitare il flop
Diete
CONDIVIDI
Ho mangiato solo, e dico solo, frutta per una settimana e francamente non è andata come mi aspettavo
È stata una settimana interessante, ma per me è no
Dieta fibre
Diete
CONDIVIDI
Quali sono i cibi che fanno bene al nostro intestino?
Le abitudini alimentari del mondo occidentale rovinano il microbioma intestinale, ma c'è una via d'uscita: la dieta degli Hadza
Diete
CONDIVIDI
Ogni quanto ci si deve pesare quando si è a dieta?
La bilancia deve diventare una tua alleata per perdere peso e non un'ossessione
Diete
CONDIVIDI
Pausa pranzo in ufficio: cosa mangiare?
Preparare il pranzo per il lavoro è importante: occorre scegliere gli alimenti giusti per darci energia e non addormentarci
Diete
CONDIVIDI
Come dimagrire velocemente in 4 mosse
Con un po' di pazienza, impegno e qualche suggerimento, si possono perdere in fretta i chili di troppo
La dieta della longevità: i cibi che ci fanno vivere a lungo
Diete
CONDIVIDI
La dieta della longevità: quali sono i cibi che ci fanno vivere a lungo?
È il sogno di tutti: longevità unita a buona salute e la novità è che certi alimenti possono cambiare (in meglio!) il nostro destino...