5 errori da evitare per fare le sopracciglia alla perfezione (anche da sola)

L'estetista è in ferie? Prova con il fai da te, ma attenzione a non commettere i 5 pasticci più comuni se non vuoi stravolgere il tuo viso

Più Popolare

Non hai tempo di andare dall'estetista ma ormai le sopracciglia sono più folte di quelle di Cara Delevingne? L'unica soluzione è quella di procedere con il fai da te. Ormai è risaputa l'importanza delle sopracciglia perfette per il beauty look, addirittura possono far apparire più belle definendo lo sguardo. Non è un caso che si parli di sopracciglia tatuate, di trucco semipermanente per le sopracciglia e ancora di sopracciglia ad ali di gabbiano (anche per gli uomini).

Advertisement - Continue Reading Below

Come fare le sopracciglia perfette da sola?

Il consiglio è sempre quello di affidarsi agli esperti. Ma se il tempo è poco e l'estetista di fiducia è in ferie, come farsi le sopracciglia da sola? La procedura non è così complessa con le pinzette o le forbici ma l'errore sta dietro l'angolo, soprattutto le prime volte e per chi non ha la mano ferrata. Il metodo più semplice per spiegare la procedura è quello di partire dai 5 errori più comuni da evitare.

Le sopracciglia folte di Cara Delevingne.
Più Popolare

1. Sbagliare le pinzette

Le pinzette per sopracciglia devono essere scelte a seconda della tipologia del pelo. Le angolate sono consigliate per i peletti più forti e lunghi, quelle appuntite invece per quelli corti. Al momento dell'acquisto, fatti consigliare dal venditore se non vuoi sbagliare.

2. Non scegliere una forma precisa prima di iniziare

Ogni viso ha una forma delle sopracciglia precisa e deve essere definita prima di procedere. Non potete cambiare idea dopo aver cominciato, chiaro?

3. Ceretta? Meglio evitare

Si possono fare le sopracciglia anche con la ceretta ma l'errore sta dietro l'angolo, soprattutto per le meno esperte. Meglio evitare e lasciare questa pratica nelle mani delle estetiste.

Il rischio di una ceretta sbagliata alle sopracciglia.

4. Sopracciglia asimmetriche

Grave, anzi gravissimo. Cambierà la vostra fisionomia e simmetria del viso. Se commettete un errore da una parte, meglio rifarlo anche dall'altra! La morale è questa: meglio simmetriche con un errore che asimmetriche ma solo una perfetta.

5. Mai tirare via contropelo!

Il pelo va sempre accompagnato per evitare che si spezzi!

More from Gioia!:
Viso e Corpo
CONDIVIDI
Come rinforzare le unghie? 5 rimedi naturali
Non immaginavi neanche che potessero diventare così belle e resistenti
Abbronzatura curiosità: 10 cose che nessuno ti ha mai detto
Viso e Corpo
CONDIVIDI
Abbronzatura: 10 cose che nessuno ti ha mai detto
Gli infrarossi fanno male ma ghiaccio, pane bagnato e lattuga aiutano pelle e tintarella, lo dice il dermatologo
Viso e Corpo
CONDIVIDI
Che cos'è il Mul Gwang di cui tutti parlano?
Dalla Corea arriva un nuovo trattamento di bellezza che unisce trucco e skincare: il tutorial per realizzarlo
Viso e Corpo
CONDIVIDI
Come eliminare le cuticole una volta per tutte
Vuoi una manicure perfetta? Ecco i consigli per avere mani da sogno
Crema viso: 10 nuove idratanti liquide per l'estate 2017
Viso e Corpo
CONDIVIDI
Le creme viso più fresche? Sono liquide
Scopri le 10 nuove creme idratanti in acqua che si spruzzano (ma non solo)
come fare la ceretta senza dolore
Viso e Corpo
CONDIVIDI
Il trucco per non soffrire durante la ceretta
Se l'appuntamento dall'estetista è diventato il tuo peggior incubo, fai un bel respiro
Viso e Corpo
CONDIVIDI
20 beauty idee per la Festa della Mamma
Creme e profumi speciali per dire alla tua mamma quanto le vuoi bene
Bellezza etica: le iniziative beauty solidali del 2017
Viso e Corpo
CONDIVIDI
La bellezza con il cuore
Le iniziative di bellezza etica che fanno del bene al pianeta e a chi lo abita
Viso e Corpo
CONDIVIDI
3 Spa dove far sentire coccolata la mamma
Perché lei, più di tutte, ha bisogno di ritrovare un po' di tempo per se stessa
Viso e Corpo
CONDIVIDI
Il trucco per togliere facilmente lo smalto
3 step da provare per levarlo senza fatica e ti chiederai solo una cosa: «Perché non ci ho pensato prima?»